Cerca Hotel al miglior prezzo

La Mostra Monet Experience a Firenze, Santo Stefano al Ponte

Aggiungi l'evento al calendario 2017-11-18T00:00:00+0200 2018-05-01T00:00:00+0200 Europe/Rome Monet Experience and the impressionists La Mostra Monet Experience a Firenze, Santo Stefano al Ponte... | Date 2017 / 2018 Maggiori informazioni su date e programma a https://www.ilturista.info/blog/13367-La_Mostra_Monet_Experience_a_Firenze_Santo_Stefano_al_Ponte/?utm_source=sharing&utm_medium=calendario&utm_campaign=blog Santo Stefano al Ponte Firenze, Toscana
Dal 18 Novembre 2017 al 01 Maggio 2018
Dal 18 novembre 2017 all’1 maggio 2018 la chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte di Firenze ospita la mostraMonet Experience and the impressionists”. Si tratta di un evento multimediale che coinvolge vista, udito e olfatto creando una sinestesia che aiuta il visitatore ad immergersi nel mondo del maestro impressionista.

La mostra è organizzata dal gruppo Crossmedia, che ha già organizzato altri eventi multimediali di successo come la mostra “Klimt Experience” a Milano e Caserta.

La mostra dura circa 65 minuti, durante i quali oltre ottocento immagini in alta definizione vengono proiettate negli spazi della chiesa, costruendo un percorso narrativo in venti scene. Le immagini sono arricchite da aromi naturali ed un’emozionante colonna sonora, oltre a installazioni video, touch e multimediali che permettono allo spettatore di vivere un’esperienza completa nell’arte di Monet.

Il biglietto costa 13 euro, studenti e over 65, grazie alla riduzione pagano 10 euro, mentre i ragazzi tra i 5 e i 12 anni pagano 6 euro. Sotto i cinque anni l’ingresso è gratuito. Previste ulteriori riduzioni per famiglie o gruppi. Tutte le info in fondo all’articolo.

Un viaggio multimediale nell’arte di Monet

Mentre in queste settimane al Complesso del Vittoriano di Roma è possibile ammirare le opere dal vivo di Claude Monet, a Firenze il visitatore può immergersi nel mondo dell’artista, vivendo un’esperienza che coinvolge i sensi e stimola le emozioni.

Per l’occasione le mura, i pavimenti e i soffitti della chiesa di Santo Stefano si coloreranno con le inconfondibili pennellate di Monet, soffuse ed evanescenti, come “impressioni” della realtà. Lo stesso termine che utilizzò il primo giornalista che battezzò quel gruppo di artisti come “impressionisti”.

Era il 1874 e Monet, Renoir, Degas esponevano le loro opere a Parigi, nello studio del fotografo Nadar. Molte persone accorsero a vedere quella mostra, per lo più si trattava di una folla di curiosi o di accademici che guardavano con disprezzo e ironia quelle opere così diverse dagli standard insegnati nelle scuole d’arte dell’epoca. Fu proprio un giornalista, Louis Leroy che, vedendo l’opera di Monet “Impressione sole nascente” dichiarò divertito che quelli non erano quadri, ma “impressioni” di quadri.

Senza saperlo, aveva dato il nome ad un movimento che avrebbe rivoluzionato il mondo dell’arte.

Oggi quelle pennellate che sembrano mischiarsi tra loro in una nebbia soffusa, sono diventate lo specchio di un’epoca romantica, a cui guardiamo con nostalgia. Visitare la mostra “Monet Experience and the impressionists” è un po’ come tornare indietro, agli ultimi decenni dell’Ottocento, per rivivere le atmosfere della Parigi bohemien.

Una mostra che coinvolge i sensi

La mostra su Monet e gli impressionisti a Firenze non è solo un’opportunità per ammirare in modo spettacolare le opere di Monet grazie alle ottocento immagini in alta definizione, ma è un’esperienza che coinvolge sensi come l’udito e l’olfatto.

Grazie agli aromi naturali aromi appositamente creati da “Aromatique” per la mostra e ad una accurata colonna sonora che va da Debussy alle musiche popolari francesi, lo spettatore ha la possibilità di vivere un’esperienza che, oltre a stuzzicare i sensi, gli permette di entrare “letteralmente” nei quadri di Monet. La mostra si avvale infatti di effetti speciali che consentono al visitatore di vivere gli scenari delle opere più famose di Monet, dalle scogliere al giardino di Gliverny, con il ponte giapponese e le magnifiche ninfee.

Non viene tralasciata neanche la componente didattica, grazie a installazioni e touch screen che aiutano il visitatore a comprendere il mondo di Monet, la sua vita e il suo percorso artistico.

5 cose da sapere su Monet

1. Monet (1840-1926) è stato uno dei più grandi pittori francesi di sempre. È considerato il padre dell’impressionismo.

2. Fu proprio il suo dipinto “Impressione, sole nascente” a decretare involontariamente il nome dell’intero movimento, di cui facevano parte artisti come Degas, Cezanne, Renoir, Sisley o Pissarro.

3. Monet era un fiero sostenitore della pittura “en plein air” (all’aria aperta). Lui e Renoir, grandi amici, si recavano spesso sulle sponde della Senna per ritrarre il panorama e cogliere gli effetti della luce sulla città.

4. La prima mostra impressionista si tenne nel 1874, nello studio parigino del fotografo Nadar. Fu un fallimento che ridusse sul lastrico Monet, che si ritirò con moglie e i figli nel piccolo paese di campagna di Giverny.

5. Gli ultimi ventisette anni della vita di Monet furono dedicate al suo monumentale capolavoro: le “Ninfee”, una serie di duecentocinquanta dipinti su un unico soggetto: le ninfee del suo giardino.

Informazioni utili, date, orari, prezzo dei biglietti

Mostra: “Monet Experience and the impressionists”
Dove: Santo Stefano al Ponte a Firenze, piazza di Santo Stefano 5
Date: dal 18 novembre 2017 all’1 maggio 2018
Orari: tutti i giorni dale 10.00 alle 19.30
Biglietti: € 13 intero, € 10 ridotto
Maggiori informazioni: sito ufficiale

Per saperne di più sull’artista leggete anche, su Due Minuti di Arte: Claude Monet, vita e opere riassunte in 10 punti

Calendario delle aperture

Novembre 2017
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
Dicembre 2017
D L M M G V S
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           
Gennaio 2018
D L M M G V S
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
Febbraio 2018
D L M M G V S
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
     
Marzo 2018
D L M M G V S
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             
Aprile 2018
D L M M G V S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
Maggio 2018
D L M M G V S
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  

 Pubblicato da il 15/11/2017 - - ® Riproduzione vietata

close