Cerca Hotel al miglior prezzo

Lago di Lecco, cosa visitare tra spiagge e localitÓ del ramo

Il Lago di Como, oltre ad essere uno dei più grandi d'Italia, è conosciuto anche per la sua caratteristica forma a Y rovesciata e per la frase con cui si apre il romanzo “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni (“Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien quasi a un tratto, tra un promontorio a destra e un'ampia costiera dall'altra parte […]”).

Ebbene, proprio il ramo decantato dal Manzoni, sul quale sorgono le cittadine di Malgrate, Lecco, Varenna e Lierna, tra le altre, è conosciuto anche con il nome di Lago di Lecco.
Si tratta di un nome popolare, usato per identificare la porzione sud-orientale del Lario che si sviluppa tra la stessa Varenna e Lecco (costa orientale) e da qui risalendo sulla sponda opposta verso nord fino a Bellagio, dove si incontrano i tre rami del Lago di Como.

Del Lago di Lecco, circondato dai montagne di altezze anche molto differenti tra loro – con cime che vanno dai 900 metri s.l.m. ai 2410 metri s.l.m. della Grigna – i turisti amano le spiagge e i pittoreschi borghi affacciati sulle acque.

Cosa vedere sul Lago di Lecco


Varenna (foto), in particolare, è un paese di appena 800 abitanti, dove le case arrivano direttamente sulla riva. Qui si possono visitare alcune splendide ville (come Villa Monastero e Villa Cipressi, considerate tra le più belle ville storiche del Lago di Como) e anche il Castello di Vezio. A piedi si piò raggiungere la vicina frazione di Fiumelatte camminando sul lungolago. Una curiosità: il fiume omonimo che attraversa il paesino è ritenuto il più corto d'Italia.

Il comune successivo è quello di Lierna, uno dei più interessanti dal punto di vista turistico sia per la sua deliziosa spiaggia, sia per la bella chiesa di S.Ambrogio, il castello e l'antico Mulino di Genico che ospita.
Proseguendo in direzione sud, lungo la costa orientale del Lago di Lecco, si giunge a Mandello del Lario, uno dei paesi più grandi del territorio (ca.10.000 abitanti). Qui ha sede la Moto Guzzi, di cui si può visitare anche il relativo museo. Passeggiando per il paese, invece, si possono scoprire le chiese di S.Lorenzo e di S.Giorgio, mentre uscendo dall'abitato meritano un'escursione sia la Grotta Ferrera che la Torre del Barbarossa.

Ad Abbadia Lariana è invece doverosa una sosta per visitare l'abbazia benedettina di San Lorenzo.
Siamo ormai all'estremità meridionale del lago: è qui che sorge Lecco, circondata dalle vette rocciose, tra cui si può distinguere il manzoniano Monte Resegone.
In città molti turisti scelgono di compiere proprio l'itinerario manzoniano, che comprende la visita a Villa Manzoni (con l'annesso museo), alla chiesa del Convento di Pescarenico, il Villaggio dei Pescatori, la Chiesa di Don Abbondio, la Casa di Lucia, il Tabernacolo dei Bravi e il Palazzotto di Don Rodrigo. Fuori città, a Rossino di Calolziocorte, il Castello di Rossino è considerato il vero Castello dell’Innominato.

In ogni caso, una visita al centro storico prevede il passaggio dal Ponte Vecchio (XIV secolo) e una passeggiata in piazza XX Settembre, dove si trova la Torre Viscontea.
A Palazzo Belgioioso, infine, trova sede il Museo Civico Archeologico e Naturalistico,.

A questo punto inizia la risalita verso nord lungo la costa occidentale del Lago di Lecco percorrendo la SP583 una volta attraversato il breve tratto di fiume Adda che congiunge il nostro lago al più piccolo Lago di Garlate.

Da Malgrate fino a Bellagio è soprattutto il paesaggio il protagonista del viaggio: si incontrano infatti solo pochi paesini (Onno, Oliveto Lario, Vassena e Limonta), ma è il borgo di Bellagio a fungere da richiamo irresistibile per i viaggiatori. La sua posizione geografica è unica al mondo; situato esattamente alla confluenza dei tre rami del Lago di Como, è da secoli tra le più apprezzate località di villeggiatura della Lombardia.
Una visita in paese permette di scoprire le sue chiese e le immancabili ville, tra cui le celebri Villa Serbelloni e Villa Melzi (quest'ultima non visitabile internamente, ma il suo museo è accessibile al pubblico).

Le spiagge più belle del Lago di Lecco


Non solo borghi e ville, ma anche relax: il Lago di Lecco ospita alcune bellissime spiagge che nei mesi estivi si riempiono di turisti. Di seguito vi proponiamo alcune delle più apprezzate.

Spiaggia Riva Bianca
È senza dubbio una delle più famose del lago, nonché una delle più grandi. È una spiaggia di sassi bianchi (da cui il nome) e si trova in prossimità del borgo detto “il Castello” di Lierna.

Onno Nord
Una spiaggia selvaggia lungo il versante occidentale del lago, raggiungibile a piedi. Sassi e ghiaia, piuttosto grande e non attrezzata, la spiaggia si trova vicino a un camping. Alle spalle vegetazione, davanti il lago e le montagne. Non a caso è una delle più amate.

Lido di Malgrate
Una spiaggetta di sabbia sul lungolago dove la gente ama prendere il sole e fare il bagno.
C'è anche una doccia e nei dintorni qualche baretto e ristorante. È piccola e si riempie in fretta, ma potete scegliere di rilassarvi anche sul prato adiacente.

Il pratone di Paré
Il nome dice tutto: un grande prato in località Paré (Comune di Valmadrera) dove ci si può stendere a prendere il sole in riva al lago e, con l'aiuto della scaletta, raggiungere l'acqua per fare il bagno.

Lido di Varenna
La spiaggia è in realtà una terrazza a sbalzo sull'acqua dotata di lettini, ombrelloni e bar. Non è grandissima, ma i fortunati che riescono a prendervi posto possono trascorrere la giornata in un ambiente esclusivo con un panorama davvero unico.

Lido di Mandello
Un'area verde e una spiaggia attrezzata a pochi passi dal centro storico di Mandello del Lario. Molto affollata nei giorni festivi e nel fine settimana.

Spiagge di Abbadia Lariana
Segnaliamo diverse spiagge nel comune di Abbadia Lariana: la spiaggia pubblica del Pradello (sabbiosa), quella del Parco Chiesa Rotta e il Parco Ulisse Guzzi, in località Poncia. Queste ultime due, in particolare, sono spiagge erbose e dotate di servizi.

Spiaggia di Moregallo
Sulla sponda occidentale del Lago di Lecco, ma curiosamente parte del Comune di Mandello de Lario, sul versante opposto. Questa spiaggetta di sassi in località Moregallo non ha servizi né stabilimenti, ma è facilmente raggiungibile in auto.
  •  

 Pubblicato da il 27/06/2017 - 3.005 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close