Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Carnevale di Gallipoli

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!

Pagina 1/2

Il Carnevale di Gallipoli ha una tradizione antica e radici che affondano nell’epoca medioevale e che legano il Carnevale tradizionale a riti pagani e precristiani. Proprio a sancire questo legame tra sacro e profano, l'evento inizia ogni anno il 17 gennaio con il rito propiziatorio del fuoco, rito deliziosamente pagano legato al mito di Prometeo, che viene dedicato al patrono cristiano del fuoco: Sant’Antonio Abate. È il rito delle “Focareddhe” durante il quale grandi cataste, formate da foglie e ramaglie d’ulivo, vengono bruciate sulle pubbliche piazze.

Un tempo il Carnevale impazzava unicamente per le vie del borgo antico di Gallipoli, invase da migliaia di maschere di ogni ceto sociale; la gente in maschera spingeva i presenti a ridere e scherzare, tra coriandoli e trovate sarcastiche. Solo agli inizi del Novecento la tradizione carnevalesca arrivò anche nelle vie del borgo nuovo, mentre risale al 1954 la prima grande sfilata di carri allegorico-grotteschi.

Il successo sempre crescente negli anni, ha portato il Carnevale di Gallipoli ad essere considerato uno dei carnevali più belli e noti d’Italia.Ha ottenuto un ulteriore riconoscimento nel 2006, quando è stato inserito nel ristretto circuito delle lotterie Nazionali, insieme al carnevale di Viareggio e ad altre manifestazioni carnevalesche prestigiose.

Il protagonista assoluto del Carnevale è “lu Titoru”. Secondo la leggenda Tidoru era un giovane soldato gallipolino, trattenuto lontano dalla propria terra. In seguito alle preghiere della madre, la Caremma, il soldatino fece ritorno a Gallipoli proprio il martedì grasso, ultimo giorno dei festeggiamenti prima della Quaresima. Titoru si lanciò nei festeggiamenti si ingozzò di polpette e carne, fino a rimanerne strozzato.

Il Titoru è rappresentato come una maschera lugubre che attraversa le vie della città in compagnia di un corteo di maschere originali: le cummari chiangimorti, la bara in cui giace lu Titoru con una polpetta in bocca, sua madre la Caremma, il Sindaco e la sua consorte, il Vescovo e uno stuolo di suore e di frati.

Le cummari chiangimorti, il cui compito è quello di urlare il proprio dolore per la morte di Titoru, sono impersonate da uomini travestiti grossolanamente da donna.

... Pagina 2/2 ...
Altri importanti personaggi del Carnevale sono il Re Candallino e Sua Maestà Mendula Riccia, i regnanti del Carnevale, investiti dell’onore di dare il via ai festeggiamenti, prendendo simbolicamente possesso della città.

Il programma del 77° Carnevale di Gallipoli è molto ricco di eventi, con feste e concerti che animeranno le giornate fino al martedì grasso. Le sfilate dei carri allegorici - il tema del Carnevale 2018 è "Gossip e TV" - si terranno domenica 4 febbraio e domenica 11 febbraio; seguirà poi il programma di sfilate dei carri Martedì Grasso 13 febbraio, tra le 11 e le 20, mentre alle 21 sul sagrato della chiesa di S.Francesco d'Assisi si svolge la cerimonia di chiusura del Carnevale.

Tra le novità del 2018 segnaliamo che la sfilata di carri e gruppi mascherati non si terrà più su Corso Roma, ma per la prima volta si sposterà sul lungomare Galilei. Solo la sfilata del 13 febbraio potrebbe rimanere nel centro storico, ma non è ancora stato confermato.

Informazioni utili per partecipare al Carnevale di Gallipoli

Dove: Gallipoli (Lecce).
Date: 17 gennaio, 4-11-13 febbraio 2018.
Programma:
- 17 gennaio 2018, nel piazzale antistante il cimitero, la tradizionale “Focareddha” “Stelle di cartone".
- il 4-11-13 febbraio 2018 sfilate dei carri.
Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Scopri tutti i Carnevali della Puglia.

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Gennaio 2018
D L M M G V S
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
Febbraio 2018
D L M M G V S
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
     
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.