Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Festival Mondiale dei Teatri di Marionette a Charleville-Mezieres

Qui, ogni due anni, gli artisti di strada si danno appuntamento da tutto il mondo. E gli appassionati del genere accorrono in gran numero (si parla di oltre 200 mila persone) invadendo letteralmente piazze e cortili della città per assistere agli spettacoli in programma.

Dal 1961 la graziosa località francese di Charleville-Mézières, ai confini con il Belgio, ospita il Festival Mondial des Theatres de Marionettes che riunisce per l’occasione centinaia di compagnie internazionali che si esibiscono in show dove protagonisti assoluti sono burattini a guanto e a filo, pupi a bastone e spettacoli di teatro d’ombre e silhouette.

A volere la prima edizione di questa kermesse artistica, fra le più importanti e conosciute a livello mondiale, furono Les Petits Comédiens de Chiffons che proprio agli inizi degli anni ’60 portarono in scena l’evento dedicato al teatro di figura: se inizialmente il festival non aveva una cadenza ben specifica, dal 1976 divenne un appuntamento triennale per poi arrivare a svolgersi, a partire dal 2009, ogni due anni. Grazie all’enorme successo ottenuto fra gli appassionati, Charleville-Mézières si trasforma così in un palcoscenico a cielo aperto dove vengono rappresentate tutte le tecniche di questa specialità artistica che affonda le sue radici in origini antichissime.

Per dieci giorni, nel mese di Settembre, la città capoluogo delle Ardenne ospita spettacoli, eventi e giochi in cui i burattini si esibiscono davvero ovunque: lungo le stradine del centro storico, nelle piazze acciottolate, nei cortili fioriti delle abitazioni, nelle aule delle scuole e in qualsiasi altra location possa improvvisarsi scenario adatto per questa singolare kermesse.

Che provengano da Russia, Scozia, Australia o Giappone (ma anche da Vietnam, Italia o Iran) le marionette e i simpatici amici a “due mani” che le animano si ritrovano a Charleville per divertire un pubblico di appassionati e curiosi negli anni sempre più numeroso. Ben lontano dall’essere un’arte destinata esclusivamente ai più piccoli, il teatro di figura si rivolge a persone di ogni età mescolandosi, di volta in volta, a molte altre attività artistiche fra cui la danza e la street art che svolgono un ruolo fondamentale negli show proposti.

Se vi piacciono gli spettacoli di bunraku, dove protagoniste sono grandi marionette manovrate a vista da tre persone (si tratta di un’espressione teatrale nata nell’isola giapponese di Awaji) oppure quelli di teatro silhouette dove le ombre vengono proiettate su un telo bianco grazie alla luce di una finestra, il festival internazionale di Charleville è uno di quegli appuntamenti da non perdere assolutamente.

Ogni edizione vede un calendario ricco di show ed eventi per tutti i gusti, alcuni a pagamento e altri gratuiti. Si può scegliere ad esempio di acquistare un biglietto a 18€ per tariffa adulti oppure a 10€ per bambini (con meno di 12 anni) o un ridotto (per gruppi a partire da dieci persone e per uno stesso spettacolo) a 14 e 9€. Se invece si preferisce la formula abbonamento le opzioni disponibili sono numerose: 45€ per 3 spettacoli, 66€ per 6, 100€ per 10 oppure 180€ per un carnet di 20.

L’edizione 2015 della manifestazione si svolgerà dal 18 al 27 Settembre e vedrà esibizioni sia all’aperto che indoor in alcuni fra gli edifici più caratteristici della città. Qualche anticipazione di quello che si potrà vedere andando alla scoperta di questo angolo di territorio francese? Tanto per cominciare non perdetevi l’incontro con tre simpatiche meduse giganti che passeggiano per le vie della città cambiando colore e interagendo con il pubblico (a cura del Black Hole Theatre - Australia) e quello con tre draghi rivestiti di tessuto patchwork proveniente da un mondo fantastico (Compagnia EfimerCatalogna). A rappresentare l’Italia ci saranno “Teatro all’Improvviso” con una ballata scritta da Mafra Gagliardi all’origine di uno spettacolo che narra il viaggio di una nuova vita (un punto bianco che man mano si colora di tinte vivace) e “Teatro gioco vita” con un’altra ballata per attori e ombre sulla passione amorosa fra un giovane ballerino portoghese e la proprietaria di un bar.

E poi ancora la compagnia teatrale iraniana “Yase Tamam” che porterà in scena lo spettacolo intitolato “Count to One” con tre marionette nel ruolo di altrettanti soldati che smettendo di combattere decidono di modellare statuine in terra e argilla, lo spettacolo scritto da Alain Lecucq sulla storia del teatro di carta e il teatro ambulante trainato da una bicicletta (Helice Theatre).

Per informazioni sul Festival Mondial des Theatres de Marionettes si può scrivere a festival@marionette.com oppure consultare il sito ufficiale www.festival-marionnette.com
  •  

 Pubblicato da il 13/08/2015 - 4.895 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close