Cerca Hotel al miglior prezzo

Spiagge vicino a Lisbona: ecco le pił belle e come raggiungerle

Sfatiamo i falsi miti: Lisbona non affaccia sul mare, ma sul fiume, che si chiama Tago (Tejo, in portoghese). Ovviamente ciò non deve intimorire o far scappare gli amanti della spiaggia e delle onde oceaniche, visto che Lisbona è una meta ambita dai più famosi surfisti del mondo (anche se in realtà la località più conosciuta per il surf è Nazaré, che dista circa 120 km).
Detto questo, la domanda nasce spontanea: dove andare in spiaggia vicino Lisbona? Se non ci sono spiagge in città, è vero però che ce ne sono diverse poco lontane, comodamente raggiungibili in auto o anche con i mezzi pubblici. Facciamo dunque il punto della situazione e andiamo a vedere quali sono le spiagge più belle nei dintorni di Lisbona e come raggiungerle.

In automobile


Per andare in spiaggia partendo da Lisbona bisogna capire prima che mezzo di trasporto volete/potete utilizzare. Se avete l'auto, consiglio sicuramente Comporta oppure Costa da Caparica (raggiungibile anche in bus da Praça de Espanha), ma anche Praia do Guincho (una delle più famose spiagge portoghesi con i suoi 800 metri di lunghezza; a causa dei suoi forti venti è il paradiso per chi pratica il windsurf), o ancora Praia do Abano (spiaggia quasi sconosciuta di circa 100 metri di lunghezza, accessibile tramite una scala tra le rocce) e Troia (consiglio di imbarcarvi sul traghetto da Setúbal, così eviterete molti chilometri).
Infine, vale la pena fare un giro alla spiaggia di Azenhas do Mar (foto), un piccolo villaggio edificato su una rocca, famoso sopratutto per i suoi mulini a vento, che dista appena 30 km da Lisbona.

In treno


Se non avete l'auto, non temete, perché potete prendere il treno alla stazione di Cais do Sodré (linea Lisbona-Cascais) e raggiungere comodamente le spiagge di Estoril: tra queste Praia da Moita si estende tra Cascais ed Estoril con accesso diretto proprio dalla stazione ferroviaria di Monte Estoril. Diversamente, potete optare per la Praia do Tamariz, raggiungibile dalla stazione ferroviaria di Estoril (proprio di fronte al casinò).
Cascais ha due spiagge: una grande e una piccola, molto caratteristica, che si chiama Praia da Rainha. Il nome deriva dalla Rainha Dona Amélia (1865-1951) l'ultima regina del Portogallo; lei in estate amava fare il bagno nelle acque di questa piccola spiaggia quasi nascosta ma in pieno centro città.
A Parede l'omonima spiaggia è famosa per le caratteristiche terapeutiche delle sue acque ricche di iodio, ottime per chi ha problemi alle ossa. La stazione ferroviaria di Parede dista circa 650 metri dalla spiaggia.
Infine si può raggiungere la spiaggia di Carcavelos (dalla stazione ferroviaria di Carcavelos dovrete camminare un po', circa 700 metri, quindi evitate le ore più calde). A parte l'ultima, ideale per i surfisti e per gli amanti del kitesurf (c'è sempre molto vento e onde), le spiagge di Estoril e Cascais sono sempre molto affollate e piccoline comparandole con le altre spiagge portoghesi.

In autobus


Per la zona nei pressi di Sintra segnaliamo invece Praia do Magoito (foto) con la sua duna fossile creata durante circa 10 milioni di anni, raggiungibile con il bus 444 da Cascais, e Praia da Ursa (per nudisti) raggiungibile da Azoia percorrendo la strada per Cabo da Roca, o in bus 403 da Cascais.

Consigli pratici

Se non siete mai stati al mare in Portogallo è giusto che sappiate un paio di cose: l'acqua è gelida rispetto ai nostri standard mediterranei, quindi entrate con cautela e non durante la digestione.
Non esistono i lidi come da noi quindi, in alcuni casi, dovrete equipaggiarvi di ombrellone. Alcuni bar sulla spiaggia offrono la possibilità di pagare un lettino o sedia con ombrellone, ma dimenticatevi di stare a due passi dall'acqua. Il consiglio è di portarvi un ombrellone (lo comprate anche nei grandi supermercati per pochi euro) e un telo da bagno. Usate sempre la protezione solare; a causa del vento molto spesso il sole (fortissimo) non si sente, ma c'è e picchia forte.
Infine, se restate in spiaggia per pranzo, provate le vongole (amêijoas, quasi tutti i bar/ristoranti in spiaggia le preparano) e bevete una fresca sangria, un "must do" sulle spiagge portoghesi.
  •  

 Pubblicato da il 24/03/2021 - - ® Riproduzione vietata

22 Ottobre 2021 Martigny e il Gran San Bernardo: nel Vallese ...

Martigny è una bella cittadina adagiata sul gomito del fiume Rodano, ...

NOVITA' close