Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggio in treno in Svizzera con la famiglia: agevolazioni ed idee

Pagina 1/2

Children welcome! Da quasi trent’anni le ferrovie svizzere accolgono le famiglie a braccia aperte grazie alla Swiss Family Card che può essere richiesta gratuitamente assieme ad ogni biglietto e che permette ai ragazzi sotto ai 16 anni di viaggiare free sui mezzi pubblici a patto che siano accompagnati da almeno un genitore (se viaggiano soli, con un altro parente o con i nonni lo sconto previsto è del 50% sulla tariffa a loro normalmente destinata).

Viaggiare in treno è noioso? Non in Svizzera di certo dove la grande attenzione delle FFS offre carrozze per famiglie e avventure emozionanti lungo il percorso effettuato a garanzia di un’ampia varietà di scelta. Basti pensare ad esempio ai vagoni Tichi Park presenti su ogni InterCity a due piani dove i piccoli viaggiatori possono divertirsi nei parchi gioco fra disegni sulla giungla e divertirsi su scivoli e con giochi da tavolo. Insomma, in Svizzera viaggiare in treno è un gioco da ragazzi nel vero senso della parola.

Qualche altro suggerimento? Eccovene alcuni.

Sulla tratta da Lucerna a Interlaken, i giovani viaggiatori possono ammirare lo splendido panorama che si presenta loro dalle ampie finestre dei modernissimi treni della Zentralbahn. Da maggio ad ottobre, infatti, lungo questo percorso vengono appositamente installati simpatici animaletti in legno – orsi, volpi e stambecchi solo per citarne alcuni – che rendono il “Brunig Safari” un’avventura imperdibile e per di più didattica. Sempre nello stesso periodo anche la linea Lucerna-Engelberg propone per bambini e famiglie un’altra interessante iniziativa. Obiettivo: trovare Capitan Engelberg e i suoi pirati per raggiungere il tesoro. E giunti a destinazione i bambini avventurieri riceveranno in regalo una divertente e colorata cassa del tesoro. Informazioni su questo sito.

Dove volano le aquile? Dove crescono i fiori più belli? I piccoli da sempre dimostrano di essere estremamente curiosi, soprattutto quando gli argomenti riguardano animali e natura. E allora niente di meglio che quattro chiacchiere con i ranger della Stanserhorn: dal 2008 sono in giro sulla popolare montagna che domina il lago dei Quattro Cantoni per svelare, a grandi e piccini, tutti i segreti della cima localizzando marmotte e raccontando interessanti aneddoti. I 17 ranger (due donne e 15 uomini) si possono incontrare tutti i giorni dalle 10 alle 16 fra il ristorante girevole e la vetta. Maggiori informazioni qui.

... Pagina 2/2 ...
Nei pressi di Montreux, il Rochers–de-Naye è una montagna a 2042 metri di altitudine ricca di sorprese: qui non ci si annoia proprio mai. Dopo un viaggio di meno di un’ora a bordo della ferrovia a cremagliera, il panorama sul Lago di Ginevra e sulle Alpi del Vaud passa quasi in secondo piano. Perché? Chiedetelo ai più piccoli che fin quassù vengono per vedere le marmotte. Buffi e timidi, questi animaletti vivono a Marmotte Paradis, in un piccolo paradiso sul Rochers: per osservarli nei loro recinti sono perfette le ore della mattina e della sera. In più un’accurata mostra espositiva fornisce informazioni sulle loro abitudini e la loro vita.

E se capitate a Montreux in occasione delle festività natalizie non dimenticatevi di visitare il tradizionale mercatino dell’Avvento e di portare i bambini sulla vetta della montagna: ad attenderli c’è Santa Claus in persona! Se poi desiderate pernottare qui, dopo un’avvincente giornata alla scoperta della montagna, scegliete una delle sette iurte mongole che propongono un’avventura originale per tutta la famiglia. Infine la mattina, al ristorante, gustatevi la deliziosa colazione con tanto di vista idilliaca sulle Alpi della Savoia, sui Dents du Midi, la regione di Trient e le Alpi vodesi. Informazioni su: www.swisstravelsystem.com

Se invece volete avvicinare, in modo interessante e tutt’altro che noioso, i più piccoli al mondo dei musei eccone due fra i tanti ospitati in Svizzera: quello ferroviario dell’Albula e quello dei trasporti di Lucerna.

Fra le tratte più suggestive al mondo, la linea dell’Albula nei Grigioni (all’indirizzo di Plazi 2A 7482 Bergun) possiede un museo personale (foto sopra) inaugurato nel 2012. Su un ampio spazio espositivo di 1300 metri quadrati, ci si può avventurare alla scoperta di tutto ciò che riguarda questa linea ferroviaria inserita nel patrimonio mondiale dell’Unesco. A piacere ai ragazzi saranno soprattutto un simulatore di guida nel “coccodrillo”, la leggendaria locomotiva della RhB, un’avvincente mostra con tour per bambini e un magazzino espositivo. Orari di apertura dal martedì al venerdì dalle 10 alle 17; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18; chiuso lunedì. Chiusura dal 17 novembre all’11 dicembre. Biglietti d’ingresso: adulti 15 CHF, bambini 6-16 anni 11 CHF, scolaresche 9 CHF per bambino, gruppi a partire da 10 persone 13 CHF l’uno. Informazioni su: www.bahnmuseum-albula.ch

Se si vuole invece conoscere tutto sulla storia della mobilità in Svizzera il museo dei trasporti di Lucerna (situato in Lidostrasse 5 CH-6006 Lucerna - foto sopra) fa al caso vostro con più di 3 mila testimoni del tempo che ne raccontano le vicende. Simulatori ferroviari e aerei, spettacoli multimediali, planetario, studi televisivi e radiofonici trasformano il museo in un grande parco avventura e in una delle mete escursionistiche più amate del paese. I bambini (ma anche gli adulti) potranno inoltre passeggiare sulla più grande fotografia aerea della Svizzera realizzata dalla Swissarena. Orari di apertura: estivo dalle 10 alle 18 e invernale dalle 10 alle 17.

Per raggiungere l’area espositiva: dalla stazione ferroviaria di Lucerna 8 minuti in treno (S3 o Voralpenexpress) sino alla fermata Luzern Verkehrshaus; 10 minuti in autobus numero 6, 8 o 24 sino alla fermata Verkehrshaus; 10 minuti in battello con imbarcadero privato Verkehrshaus Lido; mezz’ora a piedi seguendo il lungolago. I biglietti di ingresso ammontano a 30 CHF per adulti, 15 CHF per giovani sino a 16 anni e gratuito sino ai 6 anni. Informazioni su: www.verkehrshaus.ch

I titolari dello Swiss Travel Pass possono accedere gratuitamente a oltre 480 musei del paese fra cui quello dell’Albula mentre per chi desidera visitare il museo di Lucerna è prevista una tariffa scontata del 50%.

close