Cerca Hotel al miglior prezzo

Il traffico aereo mondiale in tempo reale con Flightradar24.com

Vi siete mai chiesti se gli aerei che vedete passare in alto, sopra la vostra testa, stanno partendo o arrivando, e che rotta stanno percorrendo? Oppure a chi appartengono le scie che vedete in cielo, se siete tra coloro che credono nei complotti globali contro il clima?
Molte di queste domande possono avere una risposta grazie ad un sito web che tiene traccia, in tempo reale, di voli in tutto il mondo, dalle compagnie aeree commerciali fino ai voli privati, con le dovute eccezioni.

Si chiama Flightradar24 e fornisce mappe sulla distribuzione degli aerei in cielo, aggiornate ogni due secondi, sulla cartografia di Google Maps.
Tramite esse è possibile tracciare un determinato volo, sia per quanto riguarda la sua posizione che la sua altitudine e la velocità di crociera. Oltre che vedere la marea di velivoli che stanno sorvolando il pianeta, potete zoomare sull'Europa, o nello specifico sull'Italia, e vedere gli aerei spostarsi in real time.
Cliccando sugli aeroplanini avrete le informazioni sullo specifico volo e potrete vedere la rotta percorsa fino a quel momento. La funzione Playback consente invece di vedere gli spostamenti passati di tutti gli aerei, fino a circa un mese prima, ma se volete ancora più opzioni potete registravi per accedere alla sezione Premium.

Oltre a soddisfare la vostra curiosità il sistema può essere anche molto utile: volete sapere se l'aereo di un vostro amico arriverà in orario? Volete controllare se l'orario della vostra partenza è confermato?
Nessun problema. È possibile accedere e vedere quali voli atterreranno o partiranno in un determinato aeroporto del mondo nelle prossime due ore, quindi potete recarvi in aeroporto quando avete la certezza che l'aereo arriverà o partirà per la sua destinazione nei tempi utili.

Il sito fornisce inoltre tutte le informazioni tecniche utili agli appassionati di aerei: tipo di aeromobile, numero di serie, compagnia aerea e tempo di volo previsto. Si può anche salire in modo virtuale nella cabina di pilotaggio e vedere il punto di vista del pilota, in quel momento, o quello che vedreste della rotta dagli schermi a bordo dell'aereo. Gli aeroporti sono segnalati da bollini di colore blu, mentre gli aerei sono rappresentati da sagome di colore giallo ed arancione.

Come fa il sito ad avere tutte queste informazioni?

Flightradar24 estrae i dati dalla Federal Aviation Administration negli Stati Uniti e dai sistemi di sorveglianza automatici che usano transponder (ADS-B, acronimo di Automatic Dependent Surveillance - Broadcast) utilizzati nelle altre nazioni. Tramite questi database, semplicemente, i voli vengono caricati sulle mappe per un facile utilizzo.
E se vedendo le mappe pensate che ci siano un sacco di aerei nel cielo, sappiate che in realtà ce ne sono molti di più di quelli che mostra il sito: ad oggi solo circa il 60% di tutti gli aerei passeggeri (70% in Europa, 30% negli USA) è dotato di un transponder ADS-B.
Questa percentuale è in costante aumento, dal momento che il sistema ADS-B è destinato, nel prossimo futuro, a sostituire i radar come metodo principale di sorveglianza per il controllo aereo.

Oltre ai dati ADS-B, Flightradar24 utilizza, negli Stati Uniti, anche i dati dalla Federal Aviation Administration (FAA). Questi si basano su dati radar a terra e includono tutto il traffico aereo commerciale dello spazio aereo degli Stati Uniti e del Canada (vale a dire non solo aerei con ADS-B transponder).
A differenza degli altri dati, che sono presentati in tempo reale, i dati ottenuti dalla FAA presentano però un ritardo di circa 5 minuti, e sulla mappa di Flightradar24 tutti gli aerei tracciati con questo sistema sono di colore arancione.

Come funziona Flightradar24?

Non tutti sanno che il servizio è fruibile anche grazie alla gente comune ed è supportato da un gruppo di appassionati che raccoglie e invia i dati. Non solo: con una piccolissima spesa, chiunque di noi può partecipare al progetto.
Visto che il transponder degli aerei invia la telemetria di volo (il tipo di aereo, le sue coordinate, le destinazione, ecc...) usando la frequenza radio non cifrata a 1090 MHz, basta avere un Raspberry Pi2/3 con una connessione internet, un ricevitore RTL-SDR e una semplice antenna composta da due fili da 6,8 cm ciascuno (dipolo da 1090 MHz a 1/4 d'onda) e sistemare il tutto in un luogo dove il cielo visibile sia sgombro da case o alberi.

La spesa complessiva dell'attrezzatura si aggira sulle poche decine di euro. Tuttavia, sia Flightradar24 che Flightaware (un sito concorrente) inviano i kit gratuitamente agli utenti che vivono in località di cui non hanno ancora una buona copertura. Chiunque può mandare una richiesta, anche se ovviamente le persone provenienti da aree remote hanno maggiori possibilità di approvazione.
In ogni caso, per chi fa da sé, come incoraggiamento i siti offrono l'accesso premium alle funzionalità delle loro pagine.

Oltre che sulla pagina web, Flightradar24 è disponibile anche in App, sia per Android che per sistemi operativi iOS: vanta milioni di downloads ed è una delle applicazioni di viaggio di maggiore successo.
Ora non vi resta che dargli un'occhiata per scoprire dove sta andando quel punto lontano in cielo e, magari, sognare la vostra prossima vacanza.
  •  

 Pubblicato da il 21/02/2019 - - ® Riproduzione vietata