Cerca Hotel al miglior prezzo

Tour tra i borghi della Repubblica Ceca durante la vendemmia

Accanto a quelle storiche Mikulov e Znojmo, che aprono il calendario delle feste popolari d’autunno richiamando visitatori da ogni dove, sono tante le vendemmie spettacolari di altri borghi vinicoli di Boemia e Moravia. Melnik, in Boemia centrale, celebra l’appuntamento agricolo di settembre con una grande festa municipale il cui programma prevede, tra gli altri, mercatini d’artigianato tipico, duelli di scherma, musica, danze antiche, esibizioni di artisti di strada, la ricostruzione di un accampamento militare, spettacoli pirotecnici e, sabato sera, l’attesissimo corteo di Carlo IV. Il sovrano arriva in paese con la sua corte al seguito, supervisiona la raccolta dell’uva e assaggia per primo il nuovo nettare di Bacco. Vero protagonista resta infatti il vino locale, cui la prima festa fu dedicata nel lontano 1878, in occasione dei 500 anni dalla scomparsa di Carlo IV.

A Litomerice, nel Massiccio centrale ceco, a contorno della vendemmia vanno in scena spettacoli per bambini, performance di artisti di strada, concerti jazz… Il paese per l’occasione risprofonda nel passato con un antico mercato, un accampamento di cavalieri, musiche gotiche e danze antiche, giullari, trampolieri, spettacoli teatrali, scene di vita medievale, tornei cavallereschi e il corteo regale capitanato anche qui da Carlo IV. Oltre al vino sfuso, è possibile assaggiare il burcak, ovvero il mosto d’uva parzialmente fermentato.

Assolutamente da non perdere la vendemmia di Karlstejn. Ospitata come sempre nella cornice d’eccezione dell’omonimo castello, vede sfilare un corteo storico con ben 250 figuranti in costume gotico, al seguito dell’imperatore del Sacro Romano Impero e Re di Boemia, l’indimenticato Carlo IV. Insieme alla consorte Elisabetta di Pomerania e ai loro sudditi, accompagna il pubblico in un tuffo nel passato e più precisamente nel XIV secolo. A ricreare l’atmosfera contribuiscono anche giullari, pifferai, artisti di strada, duellanti, artigiani e danze d’epoca (è anche possibile impararne i passi). Diverse anche le seduzioni enogastronomiche: buon vino locale, mosto d’uva e robusti piatti della cucina di stagione. Infine la suggestione più bella, per l’occhio e per l’anima: i fuochi d’artificio disegnano i loro ricami di luce nel cielo sopra il borgo.

E questi non erano che alcuni spunti. L’intero calendario di rassegne, kermesse, feste, sagre e festival folkloristici in Repubblica Ceca può essere consultato al sito www.fos.cz.
Fonte: Ente Nazionale Ceco per il Turismo
Ufficio Stampa - Zuzana Rolna
Visita Turismoceco.it
 
  •  

 Pubblicato da il 12/06/2012 - 2.472 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close