Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Cattedrale di San Patrizio

St. Patrick Cathedral: a Dublino l'antica chiesa di San Patrizio

Pagina 1/2

Una cattedrale ce la immaginiamo vuota, silenziosa, illuminata da una luce fioca e assonnata. Eppure, oltre il portale della St. Patrick’s Cathedral di Dublino , si possono ascoltare le voci di personaggi lontani: l’architettura austera, l’organo antico, le statue e i sepolcri raccontano la storia dell’Irlanda dal medioevo sino ad oggi, e non è raro che un concerto corale riempia di musica le ampie navate. C’è sempre un certo fermento in questa chiesa della capitale, visitata da numerosi turisti nell’arco dell’anno, protagonista di tour guidati e ambientazione di spettacoli sacri ed eventi.

Oggi è la chiesa più grande d’Irlanda, ma in origine era un’umile chiesetta di legno, costruita nel XII secolo in onore di San Patrizio. La leggenda narra che il santo si fosse fermato a Dublino per battezzare i cristiani convertiti. Lo faceva su un pozzo senza fondo, collegato direttamente alle porte del purgatorio, e predicando usava le piantine di trifoglio per spiegare ai fedeli il concetto della Trinità. Ecco perché il trifoglio è diventato il simbolo dell’Irlanda.
Quella prima chiesetta in legno, una delle quattro parrocchie celtiche della città, divenne collegiata nel 1191, quando era arcivescovo John Comyn, e nel 1224 guadagnò lo status di cattedrale, dopo aver conquistato l’aspetto attuale.

Danneggiata in varie occasioni nel corso dei secoli, la St. Patrick’s Cathedral è stata restaurata tra il 1860 e il 1900 grazie al sostegno di privati, e oggi si presenta bella e imponente. Nonostante le linee semplici ed essenziali, povere di fronzoli, la cattedrale comunica una grande dignità e ha un fascino magnetico, che pretende rispetto. La torre, alta 69 metri, si staglia contro il cielo mutevole d’Irlanda, e le pietre scure delle pareti contrastano col verde dei prati vicini. Mentre un tempo, all’epoca della fondazione, era relegata all’esterno delle mura cittadine, oggi la chiesa è inserita nel cuore del tessuto urbano ed è una tappa obbligata di Dublino.

All’interno risiedono oltre 500 tombe di personaggi illustri, per lo più arcivescovi, ma vi è sepolto anche l’autore Jonathan Swift, che per un periodo fu decano della chiesa. L’organo della St. Patrick’s Cathedral è uno dei più grandi d’Irlanda, con oltre 4 mila canne, e alcune parti di esso risalgono al 1695; nel 1890 venne ricostruito e nuovamente restaurato nel 1963. Oggi viene usato in occasione dei concerti corali e di alcune cerimonie solenni.

Ma il dettaglio più noto e curioso della cattedrale è forse il suo portale in legno. Grande e massiccio, è protagonista di un aneddoto passato alla storia. Pare che nel Quattrocento, durante una disputa, il Conte di Ormond si fosse barricato all’interno della chiesa per difendersi dal Conte di Kildare, suo nemico. Questi gli aveva promesso la salvezza, ma il fuggitivo non si fidava e non osava uscire. Pertanto il Conte di Kildare, volendo dimostrare la sua onestà, fece un buco nel portale con la spada e vi infilò un braccio, offrendolo al Conte di Ormond che comodamente, se avesse voluto, l’avrebbe potuto amputare. A quel punto, chiarite le buone intenzioni dell’uno e dell’altro, non restava che stringersi la mano da una parte all’altra del portale: da qui deriverebbe l’espressione “metterci un braccio”, per indicare una situazione in cui è necessario rischiare.

Informazioni utili per la visita della Cattedrale

La cattedrale di San Patrizio è aperta nei seguenti orari:

Da marzo a ottobre
Lunedì – venerdì: 09.00-17.00
Sabato: 09.00-18.00
Domenica: 09.00-10.30 / 12.30-14.30 / 16.30-18.00

Da novembre a febbraio
... Pagina 2/2 ... Lunedì – venerdì: 09.00-17.00
Sabato: 09.00-17.00
Domenica: 09.00-10:30 / 12.30-14.30

Il biglietto d’ingresso per i turisti costa € 5.50 per gli adulti, € 4.50 per i ragazzi, € 15.00 per una famiglia composta da 2 adulti e 2 ragazzi sotto i 16 anni.
Le tariffe per i gruppi (applicabili con un minimo di 10 persone) sono di € 4.20 per gli adulti e € 3.70 per i ragazzi.

Giorni di chiusura
I visitatori non sono ammessi la vigilia di Natale, il giorno di Natale e il giorno di Santo Stefano, così come durante le cerimonie religiose quali matrimoni o funerali.

I tour guidati sono disponibili gratuitamente da marzo a settembre, tutti i giorni eccetto la domenica, a partire dalle ore 11.30, 14.30, 15.00 e 15.30. In alternativa si può visitare la cattedrale autonomamente con l’aiuto della guida cartacea scaricabile sul sito www.stpatrickscathedral.ie.

Con il Dublin Pass potrete visitare a prezzi vantaggiosi una trentina di attrazioni della città, compresa la cattedrale. Per maggiori informazioni visitate il sito www.dublinpass.ie.

Come arrivare
La St. Patrick’s Cathedral si trova all’incrocio tra Patrick Street e Upper Kevin Street, ed è comodamente accessibile a piedi dal centro città.
Autobus: (Eden Quay) 49, 49A, 54A / (Trinity College) 77,77A

Sito ufficiale: www.stpatrickscathedral.ie.

 Pubblicato da il 20/09/2012 - 20.554 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close