Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Kensington Palace

Kensington Palace: a Londra il palazzo dove nacque la Regina Vittoria

Pagina 1/2

Costruito a partire dalla prima metà del XVII secolo, Kensington Palace a Londra è una delle residenze reali inglesi più prestigiose, avendo avuto l’onore di ospitare alcuni tra i personaggi più influenti della storia del paese. Si trova appena ad ovest dei grandi Kensington Gardens. Tra gli ospiti illustri ricordiamo la Regina Vittoria, che nacque a palazzo nel 1819 e fu l’ultima sovrana a risiedervi stabilmente prima del definitivo trasferimento a Buckingham Palace. Tuttavia, ancora oggi alcuni componenti della famiglia reale di minor prestigio abitano i lussuosi saloni del palazzo, ed in particolare la dependance situata alle spalle dell’aranceto esteso a destra del prospetto principale.

Il cantiere di Kensington Palace ebbe inizio nel 1605, sebbene solo nel 1689 il palazzo divenne la principale residenza reale inglese; qui vissero Guglielmo e Maria d’Orange, oltre ai loro successori fino all’incoronazione di Giorgio III (1738-1820), che trasferì la corte a Buckingham Palace. In realtà, all’inizio del XIX secolo i reali decisero di risiedere nuovamente a Kensington, dove nacque la Regina Vittoria. A cavallo tra il XVII e il XVIII secolo Kensington Palace fu oggetto di un’ingente opera di restauro supervisionata da Sir Christopher Wren e William Kent, a cui si debbono l’impostazione della facciata, le scuderie, la riprogettazione degli appartamenti reali e la realizzazione del magnifico King’s Staircase, lo scalone in ferro battuto decorato da affreschi trompe l’oeil al quale lavorò uno dei fabbri più rinomati del tempo: il francese Jean Tijou. A primavera 2012 Kensigton Palace è stato ristrutturato, rinnovando i locali visitabili dal pubblico, e preparando gli appartamenti che verranno utilizzati dal 2013 come residenza dei Principi William e Kate.

Attualmente gli eredi della famiglia reale occupano gli appartamenti dell’ala ovest del palazzo, mentre la parte nord-orientale è interamente aperta al pubblico. Qui, al primo piano, ci sono gli State Apartments, particolarmente rinomati per le numerose testimonianze d’arte inglese ed europea del periodo compreso tra XVII e XVIII secolo. In particolare si segnalano: la Queen’s Drawing Room, decorata da quadri di Van Dick e Carlo Maratta, oltre che da pregiate finiture eseguite da Kent; la Queen Mary’s Gallery, interamente rivestita da pannelli in legno databili all’epoca di Guglielmo; e la Queen’s Bed Chamber, progettata in stile palladiano da Kent con le stesse decorazioni presenti anche nella Privy Chamber e nella Presence Chamber. Tuttavia, la maggior parte dei visitatori ritiene che l’attrattiva principale di Kensington Palace sia la Royal Ceremonial Dress Collection, una vasta collezione d’abiti di corte che spazia dal 1750 ai giorni nostri; tra i vestiti più rinomati ricordiamo una dozzina di abiti appartenuti alla Principessa Diana, che visse nell’appartamento fino al giorno della sua morte nel 1997.

L’ambiente più caratterizzante del palazzo è senza dubbio la Cupola Room, all’interno della quale si tenevano le cerimonie di iniziazione all’esclusivo Ordine della Giarrettiera e dove fu battezzata la Regina Vittoria. A rendere unico il salone è lo splendido affresco trompe-l’oeil del soffitto che, mediante un sofisticato gioco prospettico, aumenta la percezione spaziale dell’ambiente, facendolo sembrare una cupola nonostante il solaio sia piano. Da non perdere poi l’elaborato orologio musicale conosciuto come “il tempio delle quattro monarchie” assemblato in Inghilterra tra il 1730 ed il 1750. Poco distante si trovano i Queen’s Apartments, gli “Appartamenti della Regina”, all’interno dei quali la Regina Maria intratteneva i suoi ospiti illustri.

Nella King’s Gallery, il più esteso degli State Apartments, sono in mostra alcune opere d’arte dell’immensa collezione reale, tra cui quella che è passata alla storia come l’unica tela di soggetto classico dipinta da Van Dyck. Del ritrattista fiammingo si possono vedere anche altri quadri, a fianco dei quali trovano posto maestri del calibro di Guido Reni, Jusepe de Ribera e Orazio Gentileschi, ma sono soprattutto le decorazioni del soffitto che attirano l’attenzione dei visitatori, ammaliati dalla bellezza degli affreschi che illustrano la storia di Ulisse eseguiti da Kent che, tuttavia, rappresentò erroneamente i ciclopi con due occhi.

Successivamente si entra nella King’s Drawing Room, il “Salotto del Re”, dominata dal celebre “Venere e Cupido” dipinto da Giorgio Vasari nel 1543. Da questo ambiente estremamente sfarzoso si apprezza anche un bel panorama sul parco e sui giardini che circondano il palazzo, intorno al quale si può vedere il cosiddetto Round Pond, il laghetto di forma tondeggiante un tempo era pieno di tartarughe e oggi divenuto teatro di pittoresche sfilate di modellini di barche a vela. Accanto al palazzo ci sono poi il Sunken Garden, il “Giardino incassato”, particolarmente affascinante d’estate quando la natura indossa il suo vestito più nobile, e l’Orangery, disegnata da John Vanbrugh e Nicholas Hawksmoor nel 1704 come serra indipendente ed oggi trasformata in un raffinato caffè-ristorante ideale per prendere il tè pomeridiano.
... Pagina 2/2 ...
Con la ristrutturazione del palazzo nel 2012 sono state aggiunte una mostra dedicata alla Regina Vittoria, del titolo di “Victoria Revealed”, mentre al pianto terra una piccola stanza è stata dedicata al ricordo della Principessa Diana Spencer, ricordata con 5 suoi abiti ed alcune fotografie.

Kensington Palace è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 da marzo a ottobre, fino alle 17.00 da novembre a febbraio.
Per accedere al palazzo è necessario acquistare un biglietto al costo di 13.50 £ (intero), 11 £ (ridotto), mentre i bambini entrano gratis.
Sia il parco che i giardini si possono visitare gratuitamente.
Se vi muovete in metropolitana, le fermate più vicine sono Queensway, Notting Hill Gate e High St Kensington. Per maggiori informazioni consultate http://www.hrp.org.uk/KensingtonPalace/ o chiamate il numero londinese 0844 482 5170.

Fonte foto e maggiori informazioni: www.visitlondon.com/it

 Pubblicato da il 21/05/2012 - 15.743 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
23 Maggio 2017 Festa del Risotto a Villimpenta: la sagra ...

Decine di quintali di riso cucinati dai mastri risottai, una vera e ...

NOVITA' close