Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Terme di Genova: lo stabilimento termale dell'Acquasanta

Situate nell'entroterra a ridosoo del capoluogo ligure, le Terme dell'Acquasanta offrono acque alcaline ideale per chi cercano soluzioni all'invecchamento delle cellule e alle terapie contro gli inestetismi delle pelle.

Terme di Genova sono uno degli stabilimenti idrotermali della Liguria che sfrutta la storica sorgente terapeutica dell’Acquasanta, che sgorga nella località omonima, qualche kilometro nell’entroterra di Voltri (da cui dista un quarto d’ora in macchina). Utilizzate da secoli per scopi terapeutici, e ritenute pressoché miracolose, le loro caratteristiche sono probabilmente all’origine dell’edificazione, sul luogo, di un famoso Santuario mariano, intitolato infatti a ‘Nostra Signora dell’Acquasanta’. 

Un tempo famose solo per le efficaci cure termali (inalazioni e bagni soprattutto), le nuove Terme di Genova offrono oggi occasioni di relax e di divertimento come TermeNight (percorso Spa serale 19h – 23h) e AperiTerme (aperitivo a bordo vasca presso l’Aquam Bar, al costo di soli 10 euro in più). Ospitano inoltre eventi come addii al nubilato/celibato e mettono a disposizione servizi sportivi ed animazione come i campi estivi per i bambini, il campo da tennis ed il corso di aqua-gym. Il tutto in aggiunta ai classici trattamenti O.R.L., somministrati tramite inalazione, aerosol, humage e nebulizzazione, alla Spa ed ai variegati trattamenti della Beauty Farm.

Aperto tutti i giorni, inclusi festivi, lo stabilimento richiede la prenotazione per tutte le topologie d’ingresso. Il prezzo per un ingresso di 4 ore dal venerdi alla domenica, più festivi e pre-festivi, é di 35 euro; 25 euro invece dal lunedi al giovedi, con riduzione del 50% per i bambini disponibile tutti i giorni. 

Acque e trattamenti termali

Le acque della sorgente Acquasanta sono classificate come oligominerali, alcaline e sulfuree, e sono particolarmente indicate a livello terapeutico per la cura delle patologie di tipo otorinolaringoiatrico e delle basse vie respiratorie, nonché delle malattie della pelle. Peculiarità di quest’acqua é il pH particolarmete elevato, pari a 11,49, grazie al quale é in grado di indurre e stimolare il processo di ricambio cellulare con un effetto anti-ageing: l’accelerazione di questo processo permette infatti all’epidermide di apparire più tonica, luminosa e giovanile già dopo poche applicazioni tramite fango-balneoterapia.

Oltre ai trattamenti curativi termali, lo stabilimento dell’Acquasanta di Genova mette oggi a disposizione dei suoi visitatori tutta una seria di trattamenti welleness ed estetici tramite l’uso delle acque curative e dei prodotti da esse derivate. In una struttura separata rispetto all’impianto in cui vengono proposi i trattamenti curativi come le inalazioni e la balneoterapia, si trova infatti il Centro Benessere, che si estende su un’area di ben 2000 mq e propone percorsi Spa, trattamenti estetici e centro massaggi. Questa Beauty Farm é l’area dedicata al benessere ed al relax, e comprende tre vasche idromassaggio di cui due interne, Victoria ed Iris, ed una esterna, Calypso, alimentate con acqua a 35 gradi e provviste di docce cervicali e dorsali, cromoterapia e percorso vascolare Kneipp con massaggio plantare. Si procede con il Bagno di Vapore, la Sala per la Nebulizzazione Termale e le due piscine termali per un bagno tonificante e rilassante, di cui una indoor ed una outdoor, entrambe con acqua a 35 gradi. Sono presenti inoltre un’area relax con chaise-longue e tisane, giardino con solarium e punto ristoro Aquam Bar.
Fra i trattamenti estetici proposti dalla Beauty Farm di Terme di Genova, particolarmente interessante sono quelli della esclusiva linea Bella Zena (‘Bella Genova’) che si avvalgono delle proprietà dei prodotti tipici della zona come il basilico e i pinoli: fra questi, scrub corpo ai pinoli, massaggio antistress al basilico e trattamento viso detox al basilico.

Vengono proposti massaggi sia ayurvedici che della tradizione orientale, oltre al classico massaggio californiano; troviamo inoltre una linea completa di trattamenti estetici detti ‘Benessere e Splendore’ per corpo, viso, mani e piedi. Di rilievo i trattamenti che si avvalgono del fango termale prodotto con le acque terapeutiche: il fango di Acquasanta possiede un intenso effetto decontratturante, idratante e drenante che viene reso ancora più efficace grazie all’abbinamento con il massaggio de-stress, indicato soprattutto per schiena e zona cervicale.

Storia dello stabilimento termale

La devozione legata in tutti i tempi alle sorgenti termali in virtù della loro efficacia curativa, ritenute miracolose in epoca pagana, é qui antichissima: basti pensare che l’attuale Santuario di Nostra Signora dell’Acquasanta sorge sulle rovine di un tempo pre-cristiano dedicato alla Ninfa Eja, nume tutelare delle acque salutifere. Il nome stesso di 'Acquasanta' testimonia le prodigiose proprietà curative riconosciute a queste sorgive prima ancora del riconoscimento ufficiale da parte del Ministero della Sanità.
Utilizzate come mezzo di cura miracoloso sin dal Medioevo, la prima testimonianza documentale delle sorgenti risale al 1465, anche se il loro sfruttamento sistematico risale al 1830 con la costruzione del primitivo stabilimento termale. Di proprietà della Fondazione Opere Pie Riunite, lo stabilimento é stato ristrutturato negli anni ’60 del Novecento ed é nuovamente fruibile da pochi anni (2011), dopo ben vent’anni di chiusura.

Informazioni utili per visitare le Terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Via Acquasanta, 245, 16158 Acquasanta GE

tel. 010 638178
www.termedigenova.it


Come arrivare
Una volta arrivato nel capoluogo ligure si hanno due possibilità: se si viaggia coi mezzi pubblici, si può prendere il treno dalla stazione Genova Piazza Principe o Genova Brignole, per raggiungere Voltri in poco più di mezz’ora, e poi cambiare per prendere il bus della linea 101 che sale ad Acquasanta oppure anche dirigersi allo stabilimento termale a piedi in un quarto d’ora di camminata. Con l’auto, invece, si percorre l’Autostrada A26 o la Statale Aurelia fino a Voltri per poi svoltare verso l’entroterra fino alla località Acqusanta, per un tempo di percorrenza totale di una quarantina di minuti.