Cerca Hotel al miglior prezzo

La Casa di Cristoforo Colombo a Genova

E' la casa-museo in cui trascorse la giovinezza lo scopritore dell'America. Distrutta da un incendio nel 1684 stata ricostruita e permette di vedere come era lo stile di vita dalla famiglia Colombo.

La Casa di Cristoforo Colombo è uno dei monumenti della città di Genova situati nell’area di Porta Soprana – Piazza Dante. Si tratta dell’edificio di proprietà del padre Domenico Colombo, di professione lanaiolo, in cui il celeberrimo scopritore del continente americano, nato nel 1451, avrebbe passato gli anni della sua giovinezza, approssimativamente fra il 1455 ed il 1470, assieme alla famiglia.

Storia della casa

Il piccolo edificio a due piani in pietra e mattoni, a pochi metri dalla monumentale Porta Soprana, rappresenta una ricostruzione integrale, anche se molto scrupolosa in base ai documenti dell’epoca, dell’edificio originale purtroppo andato distrutto nel corso di un incendio provocato nel 1684 dai bombardamenti effettuati dalla flotta francese del Re Sole.

L’attuale Casa di Cristoforo Colombo sorge oggi, isolato, a pochi metri dalle Torri di sant’Andrea e dal prezioso Chiostro di sant'Andrea, ma la sua conformazione suggerisce che la facciata facesse parte di un muro di edifici continuo che bordeggiava Vico Dritto del Ponticello: per apprezzare al meglio questo luogo bisogna fare un piccolo sforzo di fantasia, e tornare all’epoca in cui al posto dell’enorme piazza Dante si trovava la spianata detta ‘Piano di Sant’Andrea’, cioè il vasto spiazzo creato sbancando la sommità del colle omonimo, per fare spazio al monumentale monastero, purtroppo demolito per ragioni di espansione urbanistica a inizio Novecento, e di cui non residua oggi che il piccolo Chiostro a doppia fila di colonnine che si trova giusto alle spalle della Casa del navigatore. A quell’epoca, la Casa della famiglia Colombo, appena fuori il perimetro delle mura del Barbarossa costruite a protezione della città vecchia, così come le dimore adiacenti, si sarebbe affacciata sul vicolo che da Porta da Soprana arrivava diritto fino alla strada proveniente dal borgo di San Vincenzo, attraversando un piccolo ponte, detto ‘Ponte delle Conchette’, che scavalcava il Rio Torbido.

Oggi rimane una piccola area alberata nell’angolo di Piazza Dante a ridosso di Porta Soprana, in cui la ricostruzione della Casa di Cristoforo Colombo è visitabile all’interno di un medesimo percorso che comprende anche le Torri di sant’Andrea e l’adiacente Chiostro di Sant’Andrea.

La visita alla casa di Colombo

L’ingresso alla Casa di Cristoforo Colombo permette di farsi un’idea di massima di quale dovessero essere la vita e gli ambienti domestici, posti al primo piano, della famiglia del celebre scopritore e navigatore: vi si possono osservare infatti una tavola imbandita, un focolare, un bacino in pietra integrato nell’angolo delle pareti per lavarsi ed altri cimeli o informazioni concernenti Cristoforo Colombo e la casa della sua giovinezza.

Poiché nonostante l’immenso valore simbolico e culturale di questo monumento, della vita di Colombo, e soprattutto della sua fanciullezza sappiamo ancora oggi molto poco, il principale pregio della piccola casa-museo non risiede ovviamente nei pochi oggetti presenti o nei piccoli ambienti ricostruiti, quanto nel suo valore come simbolo di appartenenza alla città di Genova del grande navigatore e scopritore.

Se quindi non volete restare delusi, come la maggior parte dei visitatori, dal rapporto qualità-prezzo di una visita che prende al massimo cinque minuti, conviene recarcisi per vederla solo a chi va a visitarla come tributo ad un grande uomo ed è in grado di percepire, all’interno dei modesti ambienti, il fascino della passata presenza di Cristoforo Colombo e del grande avvenire che lo attendeva. D’altra parte, la possibilità di visitare nel giro di un’oretta sia la casa-museo che Porta Soprana ed il Chiostro di Sant’Andrea, passeggiando lungo il Vico Dritto del Ponticello, aiuta senza dubbio i più fantasiosi a ritornare con la fantasia a quel momento storico, così prossimo ad un avvenimento epico quale la scoperta dell’America.

Informazioni utili, orari e prozzo biglietti della visita

La Casa di Cristofo Colombo si visita tutto l’anno dal martedì alla domenica (chiusa il lunedì) con orari differenti a seconda della stagione: apre sempre alle 11 di mattina ma chiude alle 18 da maggio ad agosto, mentre negli altri mesi chiude a seconda del periodo fra le 15 e le 17.  Il biglietto di ingresso integrato, che permette di accedere alla Casa di Colombo ed alla sommità delle Torri, costa 5€ (biglietto intero) o 3€ (ridotto) e si acquista direttamente presso la biglietteria all’interno della Casa-Museo.

Per maggiori dettagli su orari e riduzioni sul biglietto si può consultare l’apposito sito.

Come arrivare

Per raggiungerla, basta prendere come punto di riferimento Piazza De Ferrari, che dista al piccolo museo meno di trecento metri: la centrale pizza genovese è infatti capolinea di numerose linee del bus, che permettono di lasciare la macchina ed utilizzare i mezzi pubblici. Si può utilizzare inoltre il metrò, sempre direzion Piazza De Ferrari, scendendo alla fermata Sarzano-Sant’Agostino. Bus e metrò permettono di raggiungere Piazza De Ferrari anche dalle stazioni ferroviarie di Genova Brignole e Genova Piazza Principe, e dalla Stazione Marittima.