Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale dei Bagni Nuovi a Bormio

I bagni nuovi di Bormio offrono il pił grande parco termale delle Alpi, i Bagni di GIove le Cascate dell'Olimpo e la Sauna di Vesta vi accompagnano in piacevoli percorsi benessere.

I Bagni Nuovi di Bormio in Alta Valtellina (Lombardia) rappresentano una spa termale d’avanguardia ed un centro wellness&beauty ultra-moderno, dedicato a tutti i trattamenti adatti al relax, al riequilibrio psico-fisico contro lo stress, al miglioramento estetico, o anche semplicemente al piacere termale.

E’ l’ultimo nato fra i tre stabilimenti termali di Bormio e, assieme ai Bagni Vecchi, completa la proposta termale del prestigioso Gruppo QC Terme a Bormio, che li possiede entrambi e raggruppa inoltre altre celebri strutture di benessere come Terme di Milano e Terme di Prè St. Didier. Si trova qualche km fuori dell’abitato di Bormio, ad un paio di minuti di auto proseguendo sulla Statale verso il Passo dello Stelvio, a poca distanza da insigni monumenti della zona come il Sasso di Garibaldi e la cosiddetta “tomba dei Luter”.

Immerso all’interno di un vastissimo e suggestivo parco monumentale, il complesso termale dei Bagni Nuovi comprende oltre allo stabilimento anche il lussuoso Grand Hotel Bagni Nuovi, albergo a cinque stelle. Inaugurati nel 1836, i Bagni Nuovi sono stati completamente ristrutturati nel 2004, diventando una vera e propria beauty-farm dotata di 5 settori benessere e in grado di erogare oltre 70 trattamenti termali diversi, cui dal 2009 si aggiungono tre novità, rappresentate dalla Baita di Pan, dalla Sauna di Pan e dalla vasca delle Naiadi.

Storia dello stabilimento termale

La storia dello stesso toponimo della località è strettamente legato alle fonti termali della zona: le interpretazioni prevalenti ritengono che “bormio” derivi dal germanico “warm” (caldo), oppure da una divinità gallica di nome “Bormo” che presiedeva al culto delle acque. In ogni caso risulta acclarato che il primo insediamento locale nasce proprio in funzione delle abbondanti scaturigini di acque calde medicamentose.

In effetti, già nel periodo del tardo Impero Romano, e precisamente nel 565 d.C., risulta la menzione delle cosiddette Aquae Burmiae in una lettera che Cassiodoro scrive al re ostrogoto Teodato. Ancora prima, nel I secolo d.C., il grande naturalista Plinio il Vecchio cita le sorgenti termali di Bormio nella sua Naturalis Historia.

A testimonianza di un impiego ultramillenario, esistono ancora oggi rovine archeologiche di epoca romana nei pressi degli impianti termali. La più famosa delle testimonianze circa la tradizione termale di Bormio ci arriva però, addirittura, da Leonardo da Vinci che, a seguito dei suoi numerosi viaggi nel nord della Lombardia, riportò le seguenti parole: “In cima alla Valtellina c’è Burmi. A Burmi sono i bagni”.

Ulteriori testimonianze circa le terme di Bormio e le relative virtù terapeutiche comprendono la citazione che ne fa nel 1540 il fisico Pietro Andrea Mattioli, che ne effettua una prima rudimentale analisi chimica a seguito della quale le consiglia per strettezza di petto, difficoltà di respirare e tossa umida e le suggerisce inoltre come ottime per favorire la digestione e contro le malattie gastriche.

La fiducia nella loro efficacia porta nel tempo a credere addirittura che bagni frequenti e prolungati in queste acque fossero un valido rimedio contro l’infertilità, cosa che portò anche l’Arciduchessa d’Austria a immergersi presso queste terme.

Importantissima nel Novecento la visita ai bagni di Bormio da parte del re Vittorio Emanuele III, che arrivò qui nel 1917, in piena Guerra mondiale, per visitare le truppe al fronte.

Acque e trattamenti termali

I Bagni Nuovi presentano il più grande parco termale outdoor di tutto l’arco alpino, che prende il nome di Giardini di Venere e comprende ben sette vasche termali all’aperto con temperature e trattamenti diversificati, e due saune in baita.

E’ presente inoltre un ampio percorso di bagni termali indoor, denominato Bagni di Giove, dedicato alla purificazione dell’organismo ed al relax, grazie alle proprietà detossinanti, depuratrici e sedative delle acque che alimentano gli impianti. Collocati sotto le volte ad arco del seminterrato del Grand Hotel Bagni Nuovi, i Bagni di Giove comprendono la vasca termale di Vulcano e quella di Giunone, i getti delle Cascate dell’Olimpo, la sala relax Riposo di Marte, la Sauna di Vesta e le aree per i trattamenti a calore secco e umido che prendono il nome di Vapori dell’Olimpo e di Regno di Plutone.

I bagni di Ercole sono invece la zona specificamente dedicata a saune ed hammam, oltre che l’area con la temperatura più elevata di tutto lo stabilimento. Comprende la Sala del Braciere con veduta panoramica e la Sauna delle Colonne con sauna biologica aromatizzata e bagno turco decongestionante. La Grotta di Nettuno, infine, rappresenta l’area dedicata ai percorsi di antroterapia: per questo comprende un’alternanza di ambienti caldi e freddi all’interno di uno speciale tunnel, in modo da favorire la circolazione sanguigna e l’eliminazione delle impurità della pelle.

Si susseguono l’Antro della Sibilla, il Concilio degli Dei, la Sauna di Minerva e molte altre aree benessere in cui usufruire di esclusivi trattamenti di sauna, bagno turco e, soprattutto percorsi vascolari Kneipp.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Via Bagni Nuovi, 7, 23038 Valdidentro SO, Italia

tel. 0342 910131
www.qcterme.com/it/bormio/qc-terme-bagni-nuovi/


Come arrivare
A causa della grande distanza da tutti i principali centri abitati, raggiungere Bormio con mezzi differenti dall’auto/moto/camper richiede un tempo piuttosto lungo ed è abbastanza complicato; per questo motivo viaggiare con mezzi propri è sicuramente la scelta più vantaggiosa. Chi viaggia in auto/moto/camper percorre prima la Statale che collega Sondrio e Bolzano, dopodichè, a seconda della direzione, imbocca la Statale 38 o la Provinciale 29 via Santa Caterina Valfurva fino a Bormio. Una volta a Bormio, si prosegue per un paio di km verso nord sulla Statale 38 dello Stelvio fino in località Bagni di Bormio. Col bus si può arrivare a Bormio senza cambi da Milano con le corse delle autolinee Perego, oppure da Sondrio con le corse della STPS.


close