Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Foro Annonario

Il Foro Annonario a Senigallia, la storia e la visita

Pagina 1/2

Il Foro Annonario è a Senigallia il fulcro urbano della bella città in provincia di Ancona, un pezzo di storia ottocentesca turisticamente e architettonicamente ineccepibile.
Costituisce l’emblema della concezione stilistica di stampo neoclassico, una struttura completamente in laterizio le cui forme aderiscono a un sincronismo pressoché perfetto in relazione all’estetica totalizzante, a portata di qualunque frequentatore del centro storico.

Il canone costruttivo di riferimento è tipico di altri esemplari fori d’Italia, seppur non risalendo all’epoca romana bensì a quella moderna del XIX secolo, ha le fattezze esplicite di una piazza ariosa e accogliente che al tempo della sua realizzazione – nel 1834 su progetto dell’architetto Pietro Ghinelli – doveva servire a estendere gli spazi riservati al commercio e alla compravendita cittadina. Oggi, difatti, ricopre una funzione similare ospitando il quotidiano mercato ortofrutticolo (gli abitanti lo hanno soprannominato per questo motivo “Piazza delle Erbe”) entro i confini dell’area circolare, delimitata da un lungo porticato perimetrale le cui 24 colonne presentano capitelli dorici preposti a una notevole scenografia. Sotto tale porticato prende posto uno stuolo pingue di botteghe e negozietti trattanti l’enogastronomia autoctona.

Per Senigallia il Foro Annonario rappresenta chiaramente un luogo simbolo, cruciale, con l’antica pescheria a fare da attrazione non solo caratteristica ma anche utile e molto attiva per incrementare il mercato ittico.
Si gioca a carte scoperte e la dichiarata beltà intesse in breve un largo palcoscenico in grado di incentivare il panorama artistico e culturale che vive di manifestazioni, eventi e sipari che non possono prescindere da una location così accomodante. Il comune ne è ben consapevole, a tal punto che il Foro Annonario viene adeguatamente “coccolato” e preservato, curato con regolari interventi di ristrutturazione e implementazioni decorative doverose per un siffatto tesoro urbanistico.
Ne deriva una riqualificazione generale che ha interessato nello specifico i locali del sottotetto, ove s’incastonano la Biblioteca Antonelliana nonché l’Archivio Comunale.

... Pagina 2/2 ... Il fascino che il binomio Piazza-Pescheria sa sprigionare ha certamente dell’eccezionale, cattura sguardo e cuore del turista in visita, che si ritrova a calcare la lucida e anticata pavimentazione come se si trovasse in un altro tempo, in un limbo meraviglioso dove la pace coesiste col fermento popolare arrecato dal tradizionale quanto fervido mercato.
Pensare che il Foro di oggi è il risultato finale di una sintesi che in vero ha inglobato ben dieci diversi progetti, concretizzatisi con l’inizio dei lavori nel 1810, protrattisi fino al 1834. Non c’è che dire, il cuore di Senigallia pulsa più che mai, sprizza arte da tutti i pori di pietra, l’eleganza di un salace costrutto a iniezione emotiva, insomma un luogo che soverchia con seduzione e provocazione.

Da vivere di giorno, è da ammirare soprattutto di sera, quando le luci si accendono, le insegne dei bar e dei ristoranti splendono e la luna alta si riflette sull’arenaria liscia con le sue fulgide tonalità notturne.
L’atmosfera che si respira ha ben pochi eguali, i concerti che si tengono qui hanno il sapore dei grandi appuntamenti musicali imperdibili, specialmente se inseriti in questo splendido contesto, appropriato anche per girarvi un ammiccante spot pubblicitario, proprio come ha fatto nel 2010 la BMW, che per alcuni giorni ha effettuato per il lancio sul circuito di vendita automobilistico della sua serie 6 diverse riprese sotto lo sguardo dei curiosi.

Ogni anno al Foro Annonario avviene il ritrovo per il festoso Carnevale di Senigallia e da qui parte la coinvolgente sfilata di maschere e carri allegorici. E’ inoltre main stage dell’estivo Summer Jamboree, la celebre festa hawaiana.

Come arrivare

In automobile si arriva uscendo a Senigallia dall’Autostrada A14. Attenzione perché l’area immediatamente prossima al Foro Annonario è ZTL, quindi occorre parcheggiare la vettura poco fuori; in treno si arriva comodamente alla stazione cittadina, collocata in pieno centro; Ancona-Falconara costituisce l’aeroporto di riferimento.

 Pubblicato da il 29/09/2017 - 445 letture - ® Riproduzione vietata

close