Cerca Hotel al miglior prezzo

Piazza Roma a Senigallia: la Fontana del Nettuno e il Palazzo del Governo

La forbita Senigallia è trionfante in quel della provincia di Ancona nelle Marche, ha nel suo speciale palmares di riconoscimenti la Bandiera Blu e quella Verde, sicché il motivo del suo successo turistico va addotto al suo guadagnato blasone e al valore delle sue splendide attrazioni cittadine.

Fra questi si deve annoverare indubbiamente Piazza Roma, l’agorà cittadina a metà del nodale corso II Giugno in cui convivono le maggiori strutture governative e gli edifici principi del palcoscenico locale. In essa è marcata l’impronta di un Rinascimento che ha lasciato un’orma importante in un contesto quasi completamente romano, Senigallia stessa, storico fundus assurto ad ancella dell’Impero.

Rimaniamo però sul suggestivo spazio cinquecentesco tutt’intorno al quale sono sorti luoghi tanto monumentali quanto significativi in termini soprattutto politici, il seicentesco Palazzo del Governo in primis, fatto erigere da Francesco Maria II Della Rovere su ordinanza emessa nel 1609, cioè 35 anni prima dell’effettiva realizzazione strutturale a opera di Muzio Oddi, architetto originario di Urbino.

Il Municipio s’affaccia ridente e maestoso sulla piazza coinvolgendo la bella Fontana del Nettuno, altresì detta I’monc in piazza, ovvero "Il monco in piazza" considerando la mancanza degli arti. La nascita della statua e la sua fattura sono avvolte ancor oggi nel totale mistero e su di esse si possono soltanto avanzare congetture e ipotesi che svelano una probabile ma non sicura origine romana senonché anche una possibile mano della scuola fiamminga del Gianbologna risulterebbe in qualche modo accreditata come teoria.

La ricchezza di Piazza Roma è infusa non soltanto dai maestosi edifici ma perfino da una sequela di eleganti negozi e una memorabile facciata appartenente alla vecchia dimora del matematico senigalliese Giulio Fagnano dei Toschi. La torre municipale svetta alta elevandosi poco oltre i tetti dello skyline del centro storico, l’orologio scandisce le ore, le finestre del palazzo sorridono ai viandanti e le giornate in sé risentono positivamente di una mondanità popolare che trae linfa dai locali prolungati con i loro dehors e tavolini.

Piazza Roma è un ritrovo per tutti i cittadini e una sorta di metronomo che in un certo senso sa dettare i tempi a una località piacevole in qualunque sessione dell’anno, nelle stagioni fredde quando si vede la neve imbiancare ciottoli e sanpietrini, o nelle stagioni calde nelle quali i colori decisi offrono ai pittori un modello ritrattistico ideale per immortalare uno scorcio così affascinante e suggestivo.

La sera si accendono le luci, primavera ed estate consentono un clima piacevole che lascia la popolazione circolare liberamente disegnando su Piazza Roma arie e flussi armoniosamente ridondanti, con i turisti, gli abitanti e semplici visitatori che fanno capolino prima di dirigersi verso la periferia e poi prontamente tornare in centro.

La Fontana del Nettuno assiste a tali spostamenti nel ruolo di artistico testimone silenzioso, giacente in un angolo che inevitabilmente attira ammiratori pronti a regalare alla scultura sguardi rapiti e l’obiettivo della macchina fotografica prodiga di scatti ambiziosi.

Piazza Roma è inoltre il crocevia essenziale per lo svolgersi di diversi eventi, più una tappa che un main stage vero e proprio per appuntamenti quali la Fiera di Sant’Agostino, il Summer Jamboree e il Pane Nostrum.


Come arrivare in Piazza Roma

In automobile si arriva usufruendo dell’uscita per Senigallia dall’Autostrada A14, si seguono le indicazioni fino a giungere a corso II Giugno, sul quale si consiglia di parcheggiare l’auto prima di scorgere la piazza, in area ZTL; la stazione ferroviaria è ubicata in pieno centro, quindi da lì val la pena proseguire a piedi; Ancona-Falconara è l’aeroporto di riferimento.

 Pubblicato da il 27/10/2017 - 247 letture - ® Riproduzione vietata

close