Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Churchill Museum e Cabinet War Rooms

Il Museo Churchill e le Stanze della Guerra a Londra

Pagina 1/2

Volete visitare il bunker sotterraneo in cui si rifugiava Winston Churchill con il suo governo durante la Seconda Guerra Mondiale? Oppure conoscere le più intriganti storie di spionaggio? Se siete a Londra, o se avete in programma di andarci, mettete in programma una visita al Churchill Museum and Cabinet War Rooms dove potrete scoprire tutto sulla vita privata e sul rifugio segreto del “British Bulldog”.

Considerato uno dei musei più interessanti della capitale (ogni anno accoglie circa mezzo milione di visitatori), questo spazio culturale comprende le Cabinet War Rooms, complesso sotterraneo che ospitava il centro di comando britannico negli anni del secondo conflitto mondiale, e il Museo di Churchill, area biografica in cui esplorare la vita dello statista inglese.

La storia delle Cabinet War Rooms

Costruite nel 1938, le Stanze della Guerra (Cabinet War Rooms) divennero operative nell’agosto 1939, poco prima dello scoppio della guerra in Europa: rimaste in funzione per tutto il secondo conflitto mondiale prima di essere abbandonate nell’agosto 1945 in seguito alla resa del Giappone, con il tempo si sono trasformate in uno dei luoghi storici più importanti di Londra.

Di competenza del Ministero dei Lavori e del Dipartimento per l’Ambiente che inizialmente le resero accessibili a un limitato numero di visitatori, dall’aprile 1984 (l’inaugurazione ha visto la presenza di Margareth Tatchter) sono state aperte al grande pubblico grazie anche all’intervento dell’Imperial War Rooms di cui oggi il museo fa parte.

Cosa vedere nelle Cabinet War Rooms

Ristrutturate e riportate agli antichi splendori per preservare gli arredi delle sale, le mappe storiche e molti altri documenti, le Cabinet War Rooms sono oggi una delle migliori attrazioni di Londra e permettono di ripercorrere i fatti più importanti per la storia del paese e dell’Europa. In questo luogo sotterraneo fuori dal tempo – gli orologi segnano le 16.58 del 15 Ottobre 1940 – sembra che volteggi nell’aria il fantasma di Churchill.

Nel 2003 le Cabinet War Rooms si sono ingrandite grazie all’aggiunta di una serie di stanze utilizzate come alloggio dallo statista inglese, dalla moglie e dai suoi collaboratori tanto che gli 850 metri quadrati dell’area museale hanno preso il nome di Churchill Museum and Cabinet War Rooms (ora più semplicemente Cabinet War Rooms) diventando un interessante spazio che utilizza ampiamente la tecnologia audiovisiva: il pezzo forte è infatti un tavolo lungo 15 metri che permette al pubblico di accedere a materiale digitalizzato attraverso un archivio elettronico.

Definito come una fusione fra architettura e scultura, nel 2012 l’edificio è stato dotato di un nuovo ingresso a cui si accede tramite un viale in bronzo mentre l’interno si presenta con muri in pietra.

La visita del quartier generale di Churchill è resa ancora più reale dalle esibizioni interattive in touchscreen che riportano in vita gli anni della guerra; da non perdere è la stanza della mappa dove il politico discusse le strategie con i suoi consiglieri: questa sala è rimasta intatta dal momento in cui ne sono state spente le luci alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

... Pagina 2/2 ... Fra i leader più apprezzati, si può scoprire molto sulla vita privata di questo personaggio visitandone il museo e grazie ai suoi discorsi, alla corrispondenza e agli aneddoti che lo riguardano, tutto qui raccolto in una favolosa collezione. Cinque sezioni dedicate ai suoi 90 anni a partire dall’infanzia sino ai primi anni in qualità di ministro britannico per arrivare al periodo noto come “Gathering Storm”. Foto e filmati sul leader britannico ve ne sveleranno i tanti segreti: sapevate ad esempio che la nonna paterna di Churchill era parente di George Washington e che lo statista fu il primo in assoluto a essere riconosciuto cittadino onorario degli Stati Uniti? O che l’uomo dell’anno del Times Magazine (così eletto nel 1940) impiegò ben tre tentativi prima di superare l’esame di ammissione al Sandhurst Military Academy?

Ascoltare estratti dei suoi discorsi, leggere lo scambio di lettere fra lui e la moglie Clementine, scoprire gli oggetti della sua infanzia e camminare nel labirinto di passaggi segreti sono solo alcune delle interessanti attività offerte ai visitatori.

Informazioni utili, orari e biglietti del museo

Situato a Clive Steps, in King Charles Street, il museo è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 18 (ultimo ingresso alle 17). Chiuso il 24,25 e 26 Dicembre.

Tariffe di ingresso: adulti 19£ (17.25£ senza donazione); bambini dai 5 ai 15 anni 9.50£ (8.60£); biglietto famiglia 1 adulto e 2 bambini 32.30£ (29.35£); ridotti per anziani, studenti e
disabili 15.20£ (13.80£).

Per raggiungere il Churchill Museum si possono utilizzare la metropolitana (Westminster e St.James’s Park le stazioni più vicine); il treno (stazioni Charing Cross, Victoria e Waterloo); il bus (linee 3, 11, 12, 24, 53, 87, 88, 109, 148, 159, 184, 211 e 453). Per chi desidera recarsi in auto si ricorda che il museo non dispone di parcheggi per i visitatori ma nelle vicinanze sono previste aree apposite (Abingdon Car Park in Great College Street e Trafalgar Car Park in Spring Gardens).

Info su www.iwm.org.uk

 Pubblicato da il 31/04/2017 - 2.205 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close