Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Gallerie d'Italia in Piazza Scala a Milano

Un solo progetto che racchiude tanti spazi votati all’arte e alla cultura, poli museali e culturali, voluto e promosso da Intesa Sanpaolo. L’idea nacque dalla volontà di mettere a disposizione di tutti beni di incommensurabile valore artistico e culturale, i palazzi storici di proprietà del Gruppo, collocati nel cuore delle città, facendoli diventare dei centri espositivi nei quali fosse possibile ammirare le più importanti raccolte di proprietà.

Venne così creato un network che ben presto si estese su tutto il territorio nazionale, tramite il quale esporre mostre temporanee, iniziative a carattere culturale e scientifico, ma anche appuntamenti musicali e laboratori didattici. Furono così messi a disposizione della collettività stupende collezioni d’arte, reperti archeologici, ma anche edifici di incredibile bellezza architettonica e civile e materiale d’archivio altrimenti non accessibile. Beni e opere d’arte che provenivano dai circa 250 istituti bancari sparsi nelle varie regioni italiane e confluiti nel Gruppo.

Questo progetto, Gallerie d’Italia, vede il suo parziale compimento nell’apertura dell’ultima sede (dopo quelle di Vicenza e Napoli), quella di Milano, appunto, con le Gallerie di Piazza Scala, che si estendono sulla notevole superficie di 8.300 mq. Una visita alle Gallerie di Piazza Scala che trovano sede tra le stanze dei palazzi storici Anguissola Antoni Traversi e Brentani, tra Via Manzoni e Via Morone, permette ai visitatori di percorrere un viaggio nell’arte, dalle collezioni del XX secolo all’arte dell’Ottocento.

Simboli della Milano storica
I palazzi che ospitano le Gallerie d’Italia sono essi stessi opere d’arte a tutti gli effetti. Progettati da importanti architetti italiani tra la fine del XVIII secolo e l’inizio del XIX, il Palazzo Anguissola Antona Traversi e il Palazzo Brentani accolgono i visitatori in location uniche ed eccezionali. Il primo, costruito tra il 1775 e il 1778 per conto del Conte Antonio Carlo Anguissola dispone di una superba facciata che dà sul giardino interno, vera e propria oasi di pace rispetto al caos del mondo esterno. Tra le sue stanze si possono ammirare elementi architettonici di pregio, marmi, bronzi, stucchi e specchi. Sul lato strada, invece, la facciata presenta undici medaglioni che propongono busti di personalità di spicco della storia del capoluogo lombardo come, tra gli altri, Leonardo da Vinci, Antonio Canova, Cesare Beccaria, Giuseppe Parini.

Diverso il discorso per Palazzo Brentani, più giovane di quasi un secolo, che propone elementi decorativi e d’insieme più votati allo spirito borghese pratico, che al sentimento aristocratico e nobiliare. La nuova porzione delle Gallerie, infine, in cui ammirare le opere del Novecento, trova dimora all’interno del palazzo della sede storica della Banca Commerciale in Piazza della Scala, il cui gusto e la progettazione raffinata richiamano lo stile degli edifici preesistenti, tra cui Palazzo Marino e il Teatro alla Scala.

Le esposizioni

L’Ottocento
La sezione dell’Ottocento è ospitata nei Palazzi Anguissola Antona Traversi e Brentani.
Da Canova a Boccioni. Le collezioni della Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo permette di ammirare tredici stupendi bassorilievi di Antonio Canova, passando per opere che mostrano la Milano di un tempo, il Duomo e i Navigli oggi scomparsi, passando per il Risorgimento ed arrivando a quattro capolavori del prefuturista Umberto Boccioni. Tredici sezioni per ventitré sale, da ammirare in (quasi) religioso silenzio. Tra le opere da segnalare, inoltre, si ricordano dipinti di Francesco Hayez, Giuseppe Molteni, Giovanni Segantini e Gaetano Previati.

Il Cantiere del ‘900.2
Opere delle collezioni di Intesa Sanpaolo che, come denota il nome stesso, sono in continuo cambiamento e vengono esposte a rotazione. I filoni tematici spaziano dal colore al tempo, dallo spazio al paesaggio, proponendo opere d’arte che si relazionano a queste diverse categorie. Tra le meraviglie esposte si trovano opere di De Chirico, Fontana, Aricò e Tirelli.

Le Gallerie d’Italia Piazza Scala sono aperte dal martedì alla domenica, dalle 9.30 alle 19.30, il giovedì dalle 9.30 alle 22.30. Lunedì giorno di chiusura. Costo del biglietto d’ingresso 10 €, 5 € per i giovani sotto i 25 anni e gli over 65. Audio e video guide sono a disposizione dei visitatori a titolo gratuito e, ogni prima domenica del mese, si entra gratis.
Informazioni e prenotazioni su www.gallerieditalia.com/it
close