Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Dyker Heights

Dyker Heights, tour nel quartiere residenziale di Brooklyn a New York City

Pagina 1/2

Dyker Heights, questo sconosciuto. Certo, nomi ben più noti balzano in mente quando si pensa a New York City, ma forse è il caso di scoprire un quartiere residenziale di incredibile bellezza e storia. Posto a sud-ovest nella circoscrizione di Brooklyn, questo quartiere si trova incastonato tra Bay Ridge, Bensonhurst e Gravesend Bay. E’, da sempre, una delle zone residenziali più lussuose di tutta New York.

Ma sfortunatamente anche una delle meno conosciute e pubblicizzate. Diciamo che, quando si va in visita nella Grande Mela, solitamente non lo si include nel carnet di viaggio. E a torto. Costruito nel 1895 in una zona all’epoca piuttosto boscosa, al limitare dell’inizio della zona suburbana della metropoli, da subito l’architetto che sviluppò il progetto, Walter Loveridge Johnson, propose un programma che prevedeva la costruzione di abitazioni signorili, non più alte di due piani, che doveva rispondere a standard qualitativi molto rigidi. Vennero costruite in tutto 150 dimore signorili di cui, ad oggi, ne rimangono all’incirca solo la metà e la maggior parte di esse sono state sottoposte a ristrutturazione e rimodernamento. Ma il fascino e lo charme di questo quartiere non cambia. Anzi.

Dyker Heights regala un’atmosfera borghese, con tocchi di eleganza italiani mixati a elementi tipici americani: dalle facciate decorate con raffinati tocchi di marmo e pietra ai barbecue, dai vialetti alberati alle aiuole curatissime.

Ma è soprattutto durante il periodo natalizio che questo quartiere mostra il meglio di sé. Il Dyker Lights è un evento-tributo al momento più allegro e colorato dell’anno: i giardini vengono letteralmente riempiti di lampade colorate, festose ghirlande e tanti, tantissimi soldatini vestiti in stile Schiaccianoci. Per un mese all’anno, insomma, Dyker Heights diventa la capitale indiscussa dello sfarzo natalizio, oltre che il Re assoluto delle luci di Natale. Perché tutte, ma proprio tutte le case vengono addobbate. Ed è anche per questo motivo che, annualmente, vengono organizzati i tour Dyker Lights alla scoperta di questa quartiere multicolore. Ma anche, e soprattutto, per ammirare decorazioni e luci fuori dai soliti schemi: moltissimi, infatti, sono animati e rendono le case di questa elegante zona newyorkese più simile ad una Las Vegas in miniatura, che ad un elegante quartiere della Grande Mela.

Con il Christmas Lights Tour, si avrà la possibilità di assistere ad una spettacolare presentazione multimediale che comprenderà performance di personaggi del calibro di Frank Sinatra e Bing Crosby, si potrà visitare la casa di Lucy Spata, la primissima abitante del quartiere a dare vita al Dyker Lights negli anni ’80, ammirare la dimora di Polizzotto, che propone il più grande Babbo Natale di tutto il circondario (ben 4,5 metri di altezza), assistere allo spettacolo di milioni di luci sincronizzate all’esterno della casa di Robert DeLauro e tanto altro ancora. Il Tour dura circa 3 ore e mezza, viene organizzato tutti i giorni (tranne la vigilia di Natale e il giorno di Natale) e costa 50 $ per gli adulti e 40 $ per i bambini sotto i 12 anni. Per maggiori informazioni e prenotazioni, visitare il sito www.asliceofbrooklyn.com
... Pagina 2/2 ...
E se poi deciderete di trascorrere un’intera giornata ai Dyker Heights, eccovi un paio di suggerimenti dove potervi ricaricare, con gusto, e rilassarvi. Prima di ripartire per un tour del quartiere.

Al Mussels and More, nei pressi di Dyker Heights, la specialità della casa è il pesce. Sempre freschissimo e cucinato in mille modi diversi. Il locale è piuttosto spartano, ma il fatto che sia praticamente solo frequentato da gente del posto lo rende un indirizzo genuino ed una garanzia di qualità. I piatti forti, come suggerisce il nome, sono a base di cozze, ma si può spaziare dai calamari fritti al polpo croccante, dai granchi freschi ai gamberetti. Costo, a persona, da 28 $ a persona, bevande escluse.

In alternativa, per i nostalgici dell’Italia, vi suggeriamo di provare il Ristorante Babbo Enoteca. E’ uno dei locali più chic (e costosi) della zona, ma vale la pena provarlo per sfatare il mito della pasta scotta all’estero. Tra i primi piatti più gustosi ed apprezzati consigliamo di prenotare gli Gnocchi al Telefono (con mozzarella di bufala) o i Garganelli, con bietole, pancetta ed Asiago. Per viaggi sensoriali tra i sapori più paradisiaci, vi consigliamo infine di prenotare gli “specials” uova di anatra con guanciale e tartufo bianco o il maiale “francobollo” con funghi e zucca arrosto. Costo, a persona, da 100 $, bevande escluse.

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittà World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close