Cerca Hotel al miglior prezzo

La Porta e la Torre di San Michele a Bratislava

La porta di San Michele introduce al centro storico di Bratislava. E' sormontata da una torre barocca altra 51 metri, e da qui si gode di uno dei panorami pił belli della capitale della Slovacchia, dopo quello del Castello.

"Girando per la città, fra incantevoli piazze barocche e angoli abbandonati, si ha l'impressione che la storia, passando, abbia dimenticato qua e là tante cose, ancora piene di vita, che riaffiorano".

Forse quando Claudio Magris completava il suo capolavoro "Danubio", aveva gli occhi rivolti verso la Porta di San Michele (Michalská Brána) a Bratislava, il simbolo estemporaneo di una città che ha cavalcato le onde di una storia spesso incerta. Ora, in una città moderna, frizzante e leggiadra come poche, giovanile e ariosa come solo una capitale mitteleuropea riesce ad essere, la porta affiora come un gioiello prezioso, eretto a simbolo di un passato travagliato che racconta le glorie e le incertezze della città.

La Porta di San Michele è messa un po' a casaccio, quasi appoggiata esausta su una città che cresce e si sviluppa man mano che il suo passato diventa un ricordo di cui andare orgogliosi. La porta fa da crocevia tra la zona nuova e la città vecchia, collocata proprio in mezzo a quel mix perfetto di antico e moderno, in quel connubio piacevole di speranza per il futuro e fierezza per il passato. Felice e gioiosa del nome che porta, simbolo di coraggio e determinazione, fiera per la sua bellezza speciale, la Porta di san Michele accoglie ogni giorno numerosi visitatori e passanti. La leggenda racconta che se la si attraversa parlando si morirà entro un anno e un giorno. Per impedire che la maledizione faccia il suo corso bisogna attraversare il portico senza respirare ed esprimendo un desiderio.

L'intera fortezza che racchiudeva la capitale slovacca dagli attacchi nemici, fu eretta nel 1300 a protezione dell'antica città medioevale di Bratislava. Il corso della storia e le vicissitudini di un passato turbolento alla ricerca di pace e libertà, hanno portato quel mantello di protezione e sicurezza, su cui la città si era rifugiata, a sgretolarsi a poco a poco. La città ha perso la sua corazza nel momento esatto in cui si abbandonava ai nemici.
Il fato ha voluto che solo la più piccola delle quattro porte che conducevano alla città vecchia, quella utilizzata dai pescatori fluviali che entravano in città, fosse risparmiata dalla distruzione. La porta di San Michele è quindi l'unica fortificazione rimasta intatta, quasi a ribadire l'assoluto attaccamento alla vita e alla nazione in cui i suoi abitanti hanno fortemente creduto. Oggi che Bratislava può sfoggiare tutta la sua bellezza e la sua ritrovata serenità, non stupisce che cittadini e visitatori ne siano così appassionati: la porta è il simbolo unico e meraviglioso di una città che è stata un prezioso scrigno di storia e cultura. Nonostante sia stata modificata nel 1758 nell'attuale forma barocca, l'opera mantiene ancora tutto il fascino di un tempo.

La porta San Michele è un monumento suggestivo e romantico, di quelli speciali che si rimarrebbe ad osservare per delle ore. Un monumento che sprigiona tutta la sua passione e la sua forza, con i suoi 51 metri di altezza e con il suo campanile di rame a forma di doppio turbante dal quale spiccano le statue di San Michele e il Drago, aggiunte a seguito delle ristrutturazioni avvenute nel XVIII secolo.

All'interno dell'edificio si trova un piccolo museo delle armi; mentre al sesto piano della torre si apre un piccolo balcone affacciato su Michalskà, dal quale è possibile godere di una magica vista sull'intera città vecchia e sul castello di Bratislava, che svetta austero in tutta la sua bellezza e maestosità. A terra, all'interno del portico, è presente un anello di ottone dove sono indicate le distanze di Bratislava con le principali città del mondo,

Informazioni utili:
Dove si trova: Michalska 22, Bratislava
Orario Museo delle Armi: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 17, sabato e domenica dalle 11 alle 18
Prezzi: adulti 4,30 euro, ridotto: 2,50 euro

 Pubblicato da il 24/12/2015 - 4.306 letture - ® Riproduzione vietata

close