Foto 1 di 10

Incidente della Costa Concordia, le foto della nave durante le operazioni di recupero all'Isola del Giglio

4 Vota   

1° immagine: La prua squarciata della Costa Concordia - Il nome con il quale venne battezzata la nave, Concordia, fu scelto come inno all’unità e alla pace tra le nazioni europee. Non per niente i tredici ponti di cui è composta portano i nomi di altrettanti stati membri dell’Unione: partendo dal “basso” Olanda, Svezia, Belgio, Grecia, Italia, Gran Bretagna, Irlanda, Portogallo, Francia, Germania, Spagna, Austria e Polonia.

Dal gennaio del 2012 Isola del Giglio fa tristemente rima con Costa Concordia. La tragedia, costata la vita a 32 persone, ha fatto conoscere a livello internazionale una perla del nostro mare, un’isola dalla bellezza accecante, tra le migliori del Mediterraneo in quanto a mare, storia e natura. Cannelle, Caldane, Arenella, Campese: tante e incantevoli sono le spiagge sparse lungo il litorale dell’isola, che culmina con gli oltre 400 metri di altezza di Giglio Castello, l’avamposto fortificato sede del capoluogo comunale da cui si gode di una vista mozzafiato. Altrettanto pittoreschi sono gli scorci offerti da Giglio Porto che, dalle 21.42 di venerdì 13 gennaio 2012, è anche un punto di osservazione privilegiato per i tanti curiosi attratti in Maremma dal relitto della Costa Concordia.

Varata a Civitavecchia il 2 settembre 2005, la nave, tra le più grandi della flotta griffata Costa, era uno scrigno contenente 5 ristoranti, 13 bar, 4 piscine, casinò, discoteca, teatro a tre piani, cinema 4d, centro benessere di oltre 2.000 mq e campo polisportivo. Non a caso la Costa Concordia detiene il triste primato di nave passeggeri più grande mai naufragata, battendo per distacco anche una leggenda come il Titanic. Tante parole sono già state spese per descrivere l’accaduto, stabilire le responsabilità e individuare le possibili soluzioni ad un’emergenza che, da un lato, a creato non pochi problemi alla tranquilla comunità gigliese, dall’altro ha marchiato a fuoco il nome dell’isola tra le pagine della storia.

Le informazioni sul progetto di rimozione della nave.

Condividi: