Cerca Hotel al miglior prezzo

Alla scoperta dell'isola Fionia in Danimarca, da Odense alle Svanninge Bakker (4 pagine)

.

Il mercato di Odense, i castelli di Nyborg e Egeskov e Svendborg

Il secondo giorno in Fionia inizia con una passeggiata al mercato di Odense, tra le colorate bancherelle dei mercanti che espongono gli ortaggi e la frutta di stagione peculiari dell’isola da loro stessi coltivati, come gli asparagi bianchi, i ravanelli, le patate novelle, il rabarbaro e le fragole.

Successivamente raggiungiamo la località di Kerteminde , dove ordinate e curatissime villette si susseguono in un armonico alternarsi di colori affacciandosi su un fiordo. Una antica dimora dalla classica struttura in legno e pietra ospita il suggestivo b&b Købmandsgårdens. Questa cittadina, molto amata e vissuta anche dai suoi stessi abitanti, propone ai turisti una serie di eventi culturali che ne vivacizza e riscalda anche i mesi più rigidi dell’anno. Un grande mulino a vento perfettamente conservato e funzionante domina dall’alto la bellissima spiaggia al largo della quale si esercitano spinti da un vento pressochè costante surfisti e velisti.

A Nyborg ci attende una giovane guida esperta di storia medievale per illustrarci uno dei castelli più belli e importanti, ma purtroppo sottovalutati, dell’isola e la “casa del sindaco”, un caratteristico complesso a graticcio oggi sede di un museo che ben presto offrirà anche servizi di alloggio ristorazione. Nyborg è oggetto di un importante opera urbanistica tesa a rivalorizzarne l’impianto medievale, reso unico da una grande piazza nata per i tornei cavallereschi.
La mattinata si conclude con la visita al microbirrificio Ørbæk, dove l’appassionato mastro birraio ci illustra i procedimenti necessari alla produzione della bevanda tanto cara ai danesi, dopo un’opportuna degustazione delle sue specialità che prevedono l’utilizzo di materie prime esclusivamente biologiche.

A pranzo ad ospitarci è invece lo chef francese Lieffroy, patron dell’omonimo ristorante che gode di un’incantevole posizione incastonata tra il mare ed il bosco. Ottimi vini francesi abbinati ad una cucina raffinata e genuina , unitamente a prezzi ragionevoli e ad un’atmosfera dallo charme difficilmente descrivibile, rendono imprescindibile una sosta presso questo locale ai visitatori dell’isola.

Dopo pranzo ci trasferiamo alla volta del castello privato di Egeskov, uno dei più famosi e fotografati della Danimarca. La sua sagoma imponente e severa ed il suo aspetto romantico e sognante rapiscono lo sguardo dei turisti, che inevitabilmente vengono catapultati nel più suggestivo medioevo raccontato nelle favole. Il superbo maniero è caratterizzato da stanze perfettamente preservate e completamente arredate con preziosi complementi di diverse epoche. Il complesso offre diverse altre attrazioni fruibili per avventori di ogni età: il labirinto di siepi più grande del mondo, una incredibile casa delle bambole, un museo di mezzi di trasporto, un percorso di passerelle sospesi tra gli alberi del bosco ed un nuovo percorso di segway.

Ritornati con grande sforzo alla realtà, abbiamo lasciato il castello alla volta della cittadina di Svendborg, dove ad ospitarci ci attendeva il moderno ed efficiente hotel omonimo. Il villaggio è caratterizzato da un’ampia zona industriale , un suggestivo porto commerciale e turistico e dalle immancabili case a graticcio di cui è ricco il centro storico.
Una pittoresca passeggiata lungo mare ci conduce verso l’hotel Christiansminde, sofficemente adagiato su un colle di fronte una bellissima spiaggia dotata di una piccola banchina di ormeggio. Il panorama è godibile dai balconi delle camere dell’albergo e regala sensazioni indimenticabili dal terrazzo del ristorante presso il quale consumiamo una gustosissima cena. La lunga ed appassionante giornata volge  al termine verso le ore 23, con il sole che ancora stenta a tramontare completamente dietro la linea dell’orizzonte. Un'altra magia del nord...

 Pubblicato da il 26/01/2013 - 23.417 letture - ® Riproduzione vietata