Cerca Hotel al miglior prezzo

Suva (Viti Levu), vacanza nella Capitale delle Isole Fiji (Figi)

Suva è una città di quasi 350.000 abitanti situata sulla costa sud-orientale dell’isola di Viti Levu, all’interno della divisione amministrativa di Central Fiji, di cui è capoluogo. La capitale dell’arcipelago delle Fiji è anche il maggior polo commerciale e politico dello stato ed il centro urbano più esteso del Pacifico meridionale, escluse ovviamente Nuova Zelanda e Australia. Suva vanta un porto di discrete dimensioni al quale attraccano navi mercantili, ma anche e soprattutto lussuosi yacht e crociere gremite di turisti provenienti da tutto il mondo.

La fondazione del villaggio avvenne verso la fine dell’Ottocento, quando gli europei giunti sull’isola di Viti Levu decisero di creare una nuova capitale al posto della vecchia Levuka, giudicata priva di possibilità di espansione. Così, nel 1882, nacque Suva, una cittadina che fin dai primi anni di vita si dimostrò estremamente attiva e laboriosa, accrescendo le proprie dimensioni in maniera sensibile di decennio in decennio. Il vecchio villaggio figiano di Suva fu trasferito qualche anno dopo la fondazione a tre miglia di distanza dal sito precedente con il nome di Suvavou, ovvero “Nuova Suva”. A far scattare il definitivo passaggio da città a metropoli fu l’espansione del 1952, anno in cui Suva incorporò i vicini insediamenti di Muanikau e Samabula.

La capitale delle Fiji è un’afosa città di forma irregolare, contraddistinta da un’atmosfera cosmopolita, che occupa una piccola penisola protesa nell’Oceano Pacifico. Maestosi edifici coloniali sorgono accanto a moderni grattacieli e centri commerciali. Curry house, negozi di sari e botteghe di cianfrusaglie si susseguono ininterrottamente lungo piccoli vicoli che ricordano un po’ quelli delle città indiane. Un’ariosa spianata con magnifiche vedute del Suva Harbour e del Joske’s Thumb si estende al confine occidentale della città, mentre la densità abitativa del quartiere commerciale del centro diminuisce procedendo verso le zone residenziali abbarbicate sulle colline. A Suva il cielo è spesso coperto e piove di frequente, il che tutto sommato può essere piacevole, dal momento che la pioggia rinfresca un po’ l’aria. Circa la metà della popolazione di Suva vive in insediamenti sovraffollati su terreni privi di titoli formali, dove criminalità e povertà rappresentano un grave problema. Ciononostante, gli abitanti sono incredibilmente cordiali e l’atmosfera è molto piacevole; se a ciò si aggiungono i negozi, le attrazioni turistiche ed i ristoranti, Suva può diventare la meta ideale per una visita di due o tre giorni.

Le cose da vedere sono molte. Su tutte ricordiamo: il Fiji Museum, uno splendido museo che ripercorre l’evoluzione archeologica, politica, culturale e linguistica delle Fiji attraverso reperti autentici, come strumenti musicali, ceramiche, gioielli ed una magnifica canoa a doppio scafo; i Thurston Gardens, piccoli ma splendidi giardini dagli ambienti tropicali, con macchie di flora indigena sparse sui prati di un color verde smeraldo; ed il Colo-i-Suva Forest Park, un parco caratterizzato da una lussureggiante foresta tropicale situato a 11 chilometri dal centro ad un’altezza di 1.800 metri che rappresenta un fresco e tranquillo rifugio dal caos urbano.

Altre attrattive sono gli splendidi ed imponenti edifici governativi, situati in fondo a Carnarvon St, che poggiano su pesanti fondamenta sopra ad un terreno bonificato. Aperti nel 1992, gli edifici parlamentari, adornati con tradizionali tessuti tapa ed opere d’arte di diverso tipo, sono di gran lunga più interessanti. Immerso in ariosi giardini, il Laucala Campus della University of the South Pacific è un luogo piacevole per fare una passeggiata ed osservare il viavai dei passanti. L’università è frequentata da studenti provenienti dalle isole di tutto il Pacifico, così che questa facoltà risulta essere contraddistinta da una varietà culturale davvero molto stimolante. Appena superato l’ingresso nord-occidentale, sulla destra, si incontra un piccolo giardino botanico con sentieri che serpeggiano tra alberi e piante tipiche del Pacifico. Per completare la visita si potrà passare in rassegna l’Oceania Centre for Arts & Culture, che ospita mostre temporanee e spettacoli di danza. Spesso è possibile assistere gratuitamente alle prove nelle mattine dei giorni feriali.

Il clima presenta sia caratteristiche marittime che tropicali, così da risultare mite ed umido per quasi tutto l’anno. Le temperature difficilmente superano i 30 gradi e scendono al di sotto dei 20, mantenendosi pressoché costanti intorno ai 25. Durante la stagione delle piogge, che si estende da novembre ad aprile, cade buona parte delle abbondanti precipitazioni che ogni anno bagnano la capitale delle Fiji, situata su una delle isole più piovose dell’arcipelago. Il periodo più indicato per partire è quello compreso tra maggio ed ottobre, la stagione che da queste parti corrisponde all’inverno, quando le precipitazioni sono più scarse e l’afa meno opprimente.

La città è servita dal Nausori International Airport, il più importante scalo aereo del paese, situato 23 chilometri a nord-est del centro. Per quanto riguarda i trasporti urbani, oltre ai frequenti autobus locali che percorrono Queens Rd e Kings Rd partendo dal terminal principale di Suva, vi sono alcuni piccoli autocarri e furgoncini che trasportano passeggeri lungo Queens Rd. Se vi capita di viaggiare in gruppo, scoprirete che spesso un taxi costa poco più di un autobus, anche se il consiglio è di visitare il centro spostandosi a piedi.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close