Cerca Hotel al miglior prezzo

Hauraki, le isole del nord: Kawau, Great Barrier e Little Barrier island

La parte più a nord del Golfo di Hauraki è quella più scomoda da raggiungere, ma possiede alcuni luoghi incantevoli, perfetti per chi ha intenzione di trascorrere una serena vacanza al sole ala mare. Tre isole su tutte possono catturare l’attenzione del turista più attento, e si tratta di Kawau Island e le due isole barriera, Little e Great Barrier islands, quest’ultima la meta più celebre e che offre le maggiori opportunità turistiche.

Si raggiungono con servizi di traghetti dal porto di Auckland o in aereo se il vostro obiettivo è la grande Great Barrier Island. Il periodo migliore per visitare queste isole è quello estivo da novembre ad aprile, con tempo mediamente più soleggiato e caldo, anche se non mancano gli acquazzoni e i temporali di tanto in tanto.

Kawau Island
E’ una piccola isola ricoperta dal bush, ed è una popolare località di villeggiatura marina situata a circa 8 km al largo di Sandspit, un villaggio posto a nord di Auckland City a circa 7 km ad est di Warkworth. E’ la più vicina tra le isole a Nord di Auckland, e questo spiega in parte la sua popolarità.

L’isola misura circa 8 km di lunghezza e 5 km di larghezza e possiede una profonda insenatura, la baia Bon Accord, che rientrando per circa 3 km quasi la divide in due. E’ un isola che sta scoprendo il turismo solo di recente, ed la sua parte più interessante per chi ama il mare è la sua costa occidentale. Prima dell’avvento del turismo Kawau era un isola famosa per i suoi depositi minerari, nella fattispecie il manganese.

Ora l’isola è un popolare luogo di ritrovo per gli appassionati di vela, l'isola e i suoi dintorni offrono incantevoli scenari perfetti per gite di un giorno o per viaggi più lunghi. Considerando le modeste dimensioni dell’isola e il numero limitato di alloggi, in alta stagione è conveniente prenotare per tempo.

Great Barrier Island
E' l'isola più grande nel Golfo di Hauraki, oltre ad essere la più grande isola al largo della Isola del Nord della Nuova Zelanda. Situata a circa 90 km dalla terraferma, a nord-est di Auckland, si estende da nord a sud per circa 40 km di lunghezza ed in totale conta una superficie di 285 kmq, in pratica oltre la metà delle dimensioni generali del distretto metropolitano di Auckland. Si tratta di un isola magnifica, forgiata dall’energia della terra, con il più alto, il Mt Hobson che si eleva a 621 metri, e domina un paesaggio vario fatto da gole strette, ripide scogliere, pinnacoli frastagliate con una costa ricca di insenature e promontori frastagliati.
Mole zone dell'isola sono coperte da foreste, alcune delle quali ancora originarie con ancora degli antichissimi alberi Kauri che danno sfoggia di se, con le loro imponeti chiome. L’isola si rende famosa poi per alcune spiagge, piuttosto frequentate e per i percorsi di trekking che tagliano l’interno tra paesaggi naturali, silenziosi e perfetti per chi cerca un contatto assorto con l’ambiente.

Shoal Bay è il porto principale dell’isola ed ha collegamenti diretti con il porto di Auckland, con una corsa giornaliera che viene aumentata di frequenza durante la stagione estiva. La traversata è piuttosto lunga, mentre se utilizzate l’aereo il trasferimento da Aukland ha una durata che supera di poco la mezz’ora. Alcune agenzie propongono un biglietto comminato traghetto + volo, con andata via mare e ritorno con via aerea.

Da vedere a Great Barrier Island ci sono le sue belle spiagge: Whanagapoua e Medlands. La prima è un gioiello situato nella parte nord-orientale dell’isola, quindii opposta alla zona di Shoal Bay e il vicino capoluogo di Tryphena. Si tratta di un arenile molto famoso tra gli amanti del surf. Più frequentata, in quanto più accessibile lungo la costa sud-orientale dell’isola, è la spiaggia di Medlands, famosa per le sue sabbie bianche. E’ separata da un promontorio e un isola (Pitokuku island) dalla vicina Kaitoke beach.

Per gli appassionati di natura e trekking la zona da esplorare è quella a nord del villaggio di Whangaparapara, situato in una stretta insenatura lungo la costa occidentale. Qui si trovano notevoli foreste che sono percorse da sentieri. Un traciato piuttosto famoso è quello che collega la vetta del Hirakimata ed il Windy Canyon, ricco di punti panoramici e con la possibilità di ammirare alcuni vecchi alberi di kauri. Le origini vulcaniche dell’isola sono svelate da alcune sorgenti geotermali. Il Kaitoke Hot Spring Track si raggiunge sempre nei dintorni di Whangaparapara, e qui si possono ammirare alcune piscine di acqua calda. Alcuni percorsoi possono essere percorsi facilmente in mountain bike, e tra le varie attività segnalamo la possibilità di compiere escursioni a cavallo, immersioni subacquee ed esplorazioni in kayak delle coste.

Little Barrier Island
E' l’ultima delle tre isole più importanti della parte nord del Golfo di Hauraki. Si tratta di una una piccola isola selvaggia e montagnosa con i pendii ricoperti da dense foreste e rimane situata tra l’isola di Kawau e Great Barrier Island. Non si tratta di una meta turistica in quanto protetta, ma possiede un grande fascino per chi ama la natura.

Dista circa 85 km a nord-est di Auckland, e pur essendo più piccola della sorella maggiore il suo punto più elevato raggiunge i 722 m di altezza, superando la cima più elevata di Great Barrier Island. La sua caratteristica più importante è quella di possedere foreste naturali pressoché intoccate dall’uomo e dagli animali europei ed è quindi interessante per la abbondanza di rari uccelli nativi ed anche la presenza di rettili particolari, i Tuatara, delle specie di lucertole, una specie di fossile vivente. E’ un isola protetta e per accedervi è necessario avere permessi o partecipare a delle specifiche escursioni organizzate.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close