Cerca Hotel al miglior prezzo

Nagashima (Izumi), visita alla cittadina e alla sua Gyonindake

Nagashima, conosciuta anche come Nagashima-cho, è una cittadina di poco più di 12.000 abitanti situata sull’omonima isola nel distretto di Izumi, all’interno della prefettura di Kagoshima, al largo dell’isola di Kyushu. Le dimensioni estremamente ridotte, soprattutto se raffrontate a quelle della stragrande maggioranza delle città giapponesi, hanno fatto si che la città abbia mantenuto intatte le proprie tradizioni ed anche le proprie fonti di sussistenza, che sono tutt’ora prevalentemente la pesca e l’agricoltura. Il turismo è un settore non particolarmente affermato, un’attività in fase embrionale, che deve ancora sprigionare tutto il suo potenziale, fatto soprattutto di incantevoli scenari paesaggistici, sole, mare e buona cucina.

Fino al 20 marzo 2006 le dimensioni di Nagashima erano ulteriormente ridotte, dato che risale a quel la decisione di accorpare il centro con il prospiciente villaggio di Azuma. Dal punto di vista geografico, Nagashima è collegata all’isola di Kyushu tramite il grande ponte Kuronoseto, un’infrastruttura di vitale importanza per cercare di consacrare definitivamente la zona al turismo. Attualmente la città e l’intera isola si mantengono esportando nel resto del paese alcuni prodotti agroalimentari particolarmente apprezzati come le patate dolci, lo shochu, una bevanda distillata tipica del Giappone, e lo yellowtail, un pesce succulento che vive nelle acque circostanti all’isola.

La maggior parte delle attrattive di Nagashima è di carattere ambientale e paesaggistico. Tra queste spicca Gyonindake, la cosiddetta “montagna dei viaggiatori”, dalla cui vetta si possono apprezzare spettacolari scorci di Amakusa e delle tante piccole isole che circondano Nagashima. Una possibilità molto appetita dai turisti è quella di rilassarsi presso un onsen, ovvero un centro termale, che a Nagashima è anche sinonimo di wellness e cura per il proprio corpo, grazie soprattutto alle nuove strutture ricettive capaci di garantire un soggiorno molto lussuoso ai propri ospiti.

Se al relax in un centro benessere preferite l’avventura di un’escursione, sull’isola di Nagashima potrete visitare importanti testimonianze storiche di un periodo molto importante per la storia dell’isola di Kyushu e del Giappone, il periodo Jomon, antecedente di diversi secoli alla nascita di Cristo. Tra i siti più importanti ricordiamo alcune pregevoli ed ottimamente conservate tombe, presso le quali sono stati ritrovati anche oggetti di uso comune corredati alla salma del defunto che avrebbe dovuto farne uso nella sua nuova vita nell’aldilà.

Il clima dell’isola è temperato, caratterizzato da inverni moderatamente freddi e da estati umide, ma nel complesso gradevoli. Da dicembre a febbraio le temperature sono basse, ma difficilmente le minime scendono sotto lo zero; in luglio e agosto, invece, le massime si attestano mediamente al di sopra dei 30 gradi, anche se il refrigerio apportato dalle gradevoli brezze provenienti dal mare aperto rendono il caldo sopportabile. L’inizio dell’autunno è la stagione nella quale è più probabile che si verifichino dei tifoni, calamità apprezzate esclusivamente dai surfisti che non vedono l’ora di domare le possenti onde causate dai venti fortissimi.

Per quanto riguarda i trasporti, Nagashima può essere raggiunta in automobile, tramite il ponte Kuronoseto, o in traghetto partendo da Amakusa e Kumamoto. Una volta giunti a destinazione, il modo migliore per muoversi liberamente su tutta l’isola è noleggiare un’automobile o una bicicletta, mentre per visitare la cittadina sarà più che sufficiente spostarsi a piedi.
  •  
loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close