Cerca Hotel al miglior prezzo

Ninh Binh: visita alle grotte di Tam Coc e l'antica Hoa Lu

La provincia di Ninh Binh, nel nord del Vietnam, sta vivendo in questi ultimi anni una fase di sviluppo turistico molto importante grazie al forte richiamo della località di Tam Coc.
La provincia sorge pochi km a sud di Hanoi, ma il capoluogo – la città di Ninh Binh – si trova a circa 100 km dalla capitale, immersa in un paesaggio mozzafiato tra le risaie, i villaggi tradizionali, i fiumi e le formazioni calcaree che la circondano.

Oggi la città si presenta agli occhi dei visitatori come un luogo tranquillo, senza molte attrazioni da offrire, ma ideale come punto di partenza per le escursioni nelle vicine aree naturali.

Il luogo più famoso e visitato è senza dubbio Tam Coc, una zona costellata di spettacolari formazioni calcaree in mezzo alle quali scorre placido il fiume Ngo Dong, costeggiato dalle immancabili risaie. La bellezza surreale di queste enormi rocce ricorda quelle della famosa Baia di Ha Long, che si trova a meno di 200 km da qui.

Il termine Tam Coc significa, letteralmente, tre grotte, ed è visitabile con un'escursione in barca a remi sul fiume: la gita dura un paio d'ore e percorre i 2 km del fiume lungo i quali si trovano le tre grotte scavate dall'acqua nelle montagne. L'ingresso alle grotte di Hang Cuoi, Hang Giua e Hang Ca (rispettivamente di 45, 70 e 127 metri di lunghezza) avviene in barca.

Nei pressi di Tam Coc è possibile concedersi una visita anche al tempio della Pagoda di Bich Dong, una serie di templi rupestri risalenti al XV secolo situati su un rilievo del territorio.

Non è solamente per Tam Coc che i turisti giungono a Ninh Binh; non distante dalla cittadina si trova infatti un'altra località, Hoa Lu, che fu l'antica capitale del Vietnam nel X secolo. Nonostante gran parte degli edifici storici siano irrimediabilmente distrutti, si possono ancora ammirare due suggestivi templi. Uno di questi, conosciuto come Dinh Tien Hoang in onore dell'imperatore, presenta ancora il piedistallo del trono reale ed una statua dello stesso imperatore, mentre nel tempio di Le Dai Hanh si possono ancora vedere le statue del re e della sua famiglia, oltre a numerosi oggetti storici.

La località di Phat Diem, conosciuta anche con il nome di Kim Son, ospita invece una cattedrale cristiana del 1891 molto frequentata dalla gente del posto nonché da turisti provenienti da ogni parte del mondo. Questa chiesa deve parte della sua celebrità allo scrittore statunitense Graham Greene, che la citò nel suo romanzo "Un americano tranquillo", ma anche al particolare stile architettonico che fonde elementi della tradizione del sud-est asiatico con elementi europei.

Altri due importanti punti d'interesse per il turismo nella provincia di Ninh Binh sono quelli di tipo naturalistico della Riserva Naturale di Van Long e del Parco Nazionale di Cuc Phuong. Nel primo caso si tratta di una zona prevalentemente paludosa nei pressi di Tran Me, visitabile in barca, eccezionale per gli amanti del birdwatching ma non solo: volatili di specie rare o addirittura primati a rischio d'estinzione, come il Presbite di Delacour, vivono in assoluta tranquillità all'interno della riserva.

Proseguendo invece sulla strada che attraversa Tran Me si giunge al Parco Nazionale di Cuc Phuong, una delle principali aree naturali protette del Paese. Si estende su una superficie complessiva di 222 km quadrati in una zona montuosa che ricopre tre province vietnamite: Than Hoa, Hoa Binh e la stessa Ninh Binh. Purtroppo l'uomo minaccia seriamente la sopravvivenza di questo che è ufficialmente il primo parco nazionale vietnamita (fu inaugurato nel 1962), ed alcune specie faunistiche sono paradossalmente scomparse negli ultimi decenni, ma di questo si stanno occupando alcuni centri di tutela degli animali che si trovano proprio al margine del parco.

Chi volesse rilassarsi e concedersi una giornata in mezzo alla natura potrebbe scegliere tra una visita al giardino botanico o alla cosiddetta Grotta dell'Uomo Preistorico, ma per chi desiderasse cimentarsi con un trekking o un'escursione più impegnativa c'è solo l'imbarazzo della scelta: una passeggiata fino ad un albero millenario, raggiungibile seguendo l'apposito sentiero segnato nella cartina che è fornita all'ingresso del parco, oppure un'escursione alla Cima della Nube Argentata (circa 4 ore). Chi invece fosse interessato a passare una notte sul posto, potrebbe considerare l'idea di un trekking di 15 km attraverso la natura che porta al villaggio di Kanh, dove vive una popolazione di etnia muong che consente di soggiornare nel villaggio e che organizza escursioni sul fiume.

Informazioni utili

Quando andare

Le temperature medie della provincia di Ninh Binh si attestano suoi 23°C (i mesi più freddi sono gennaio e febbraio, quando le massime raggiungono i 19-20°C, mentre quelli più caldi sono giugno e luglio, quando si superano i 30°C) con un'umidità costante tra 80-85%.
I mesi più piovosi sono agosto e settembre, per cui la stagione migliore per visitare la regione è decisamente quella che va da novembre ad aprile, in corrispondenza della stagione secca.

Prezzi
L'ingresso a Tam Coc costa circa 2 euro più il prezzo dell'imbarcazione (può variare, comunque indicativamente sui 5 euro), e lo stesso vale per la Riserva Naturale di Van Long.
L'ingresso ai templi di Hoa Lu e al parco Nazionale di Coc Phuong costa meno di 2 euro.

Come arrivare
Ninh Binh è raggiungibile in treno da Hanoi e da Vinh, ma anche in autobus da alcune città importanti e da molte località vicine.
Una volta sul posto si possono noleggiare bici o moto a prezzi contenuti.
Tam Coc, a 9 km sud-ovest di Ninh Binh, può essere raggiunta con un'escursione organizzata direttamente dall'albergo oppure in autonomia con una bici o una moto a noleggio.
Hoa Lu, 12 km a nord-ovest di Ninh Binh, si può raggiungere solo con mezzi propri o con un taxi poiché non esistono, al momento, mezzi pubblici.
Per arrivare a Phat Diem si può utilizzare un autobus o un mototaxi in partenza da Ninh Binh, da cui dista 26 km.
La Riserva Naturale di Van Long si trova a circa 25 km da Ninh Binh; percorrendo la statale n°1 occorre svoltare seguendo le indicazioni per la riserva. Proseguendo su questa strada si giunge anche al Parco Nazionale di Cuc Phuong. In alternativa, il parco è raggiungibile anche in autobus da Ninh Binh o da Hanoi.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close