Cerca Hotel al miglior prezzo

Atollo di Malè Sud, vacanza di lusso alle Maldive

Atollo Male Sud, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Atollo Male Sud dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

A sud della capitale delle Maldive si estende l'Atollo di Malé Sud (o South Malé), una collana di isole che si allunga per 36 km di estensione in latitudine e una larghezza in longitudine di circa 16 km.

Seppur meno conosciuto dell'atollo “gemello” di Malé Nord, l'atollo di Malé Sud sta crescendo rapidamente in fatto di popolarità, poiché offre gli stessi standard delle zone più famose delle Maldive, ma con la comodità di trovarsi molto vicino alla zona dell'aeroporto internazionale di Malé.

Le isole di Malé Sud

La parte più settentrionale dell'atollo di Malé Sud è separata dalla capitale dal Vaadhoo Kandu, il canale che divide i due atolli; nonostante la vicinanza, il loro aspetto è molto diverso.
Delle trenta isolette che compongono South Malé, solo tre sono abitate, e per questo il senso di isolamento è più percettibile, seppure sia in fase di realizzazione un enorme investimento (Crossroad Project) che sta facendo sorgere otto nuovi resort su una serie di isole artificiali collegate tar loro, le quali inevitabilmente modificheranno l'ambiente e l'atmosfera della Embudhoo Lagoon.

Maafushi è l'isola principale, nonché il luogo più frequentato delle Maldive dai viaggiatori indipendenti, grazie alla presenza di numerose guesthouse che ospitano quanti decidono di visitare il paese senza per forza dovere scegliere un resort.
L'atmosfera sull'isola è dunque più internazionale e anche la presenza di una spiaggia per stranieri testimonia questa sua indole. A tal proposito, ricordiamo che le Maldive sono un paese musulmano e non sono consentiti il nudismo né il topless, ma su questa spiaggia è permesso alle donne di stare in bikini.

L'isola di Guraidhoo, seppure di dimensioni più ridotte rispetto a Maafushi, è abitata da quasi 2000 persone, il ché la rende la più popolosa dell'atollo. Guraidhoo è una destinazione molto frequentata dai viaggiatori indipendenti: le guesthouse sono praticamente ovunque e accolgono i turisti desiderosi di entrare in contatto con la realtà locale.
Ovviamente anche a Malé Sud esistono i tradizionali resort dai nomi esotici con le formule all inclusive e le palafitte sull'acqua (ricordiamo ad esempio il Taj Exotica, l'Embudu Village, il Naladhu Maldives e l'Ananatara Dhigu), ma le guesthouse offrono qui una valida alternativa per chi ha un po' meno soldi da spendere.
Non sempre, comunque, le strutture sono esageratamente costose; il Biyadhoo Island Resort, ad esempio, sorge sull'omonima isola ricoperta di palme e contornata da splendide spiagge proponendo prezzi e pacchetti vacanze più accessibili rispetto a molti altri.
Biyadhoo Island è particolarmente amata dai sub, che da qui partono alla volta dei migliori siti per le immersioni. Tra l'altro, il versante orientale dell’isola è affacciato direttamente sui cosiddetti Coral Gardens, un sistema corallino che scende a una profondità di circa 30 metri, ottimo per le immersioni anche dei principianti.

Tra le isole abitate, infine, Gulhi è popolata da circa 900 persone e si trova a nord di Maafushi. Anche in questo caso alcune guesthouse permettono ai viaggiatori di soggiornarvi risparmiando qualcosa rispetto ai grandi resort.

Cosa fare a Malé Sud: immersioni ed escursioni

Le immersioni, come nel resto delle Maldive, sono l'attività più ricercata dai turisti. I migliori siti si trovano generalmente nelle vicinanze del Vaadhoo Kandu, ma anche i canali minori offrono diverse possibilità davvero notevoli.
Le Vaadhoo Caves sono grotte molto visitate dagli appassionati; qui, a seconda delle correnti, si può optare per le immersioni o per un più semplice snorkelling.
Le Velassaru Caves si trovano sulla parete del Vaadhoo Kandu; oltre a vedere gli immancabili coralli, i sub più esperti possono spingersi fino sul fondo e ammirare gli squali e le razze che lo popolano. Più semplici sono invece le immersioni presso le Vaagali Caves, dove anche i meno esperti possono osservare le grotte colme di coralli a una profondità di circa 15 metri.

I principianti possono provare a Kuda Giri, dove si trova lo scafo di un mercantile affondato; l'effetto è altamente suggestivo e molto apprezzato dai turisti. Diverso il discorso per quanto riguarda il sito di Embudhoo Express: all'interno dell'Area Marina Protetta di Embudhoo Kandu solo i sub più esperti effettuano impegnative ma affascinanti immersioni in corrente per vedere la grande varietà di fauna sottomarina, tra cui squali e razze.

Come indicazione generale, qualunque sia il sito prescelto, è utile sapere che la visibilità durante le immersioni raggiunge l'apice da gennaio ad aprile.

Clima. Quando andare alle Maldive?

Il clima alle Maldive è sempre piuttosto buono e per questo non esiste in assoluto un periodo migliore per visitare l'atollo di Malé Sud.
Segnaliamo tuttavia che l'alta stagione è quella compresa tra dicembre e marzo, quando le piogge sono meno frequenti e il sole splende quasi ininterrottamente. È però anche il periodo più caro economicamente parlando.

Come arrivare a Malé Sud?

La capitale Malé è molto vicina ed è collegata alle isole dell'Atollo di Malé Sud dai traghetti che partono quotidianamente da/per il Villingili Ferry Terminal di Malé (escluso il venerdì, giorno musulmano di festa), mentre motoscafi di servizi privati propongono il servizio transfer da/per Malé o l'aeroporto tutti i giorni.
Gli ospiti dei resort trovano invece generalmente ad attenderli all'Aeroporto Internazionale Ibrahim Nasir di Malé una lancia che li conduce direttamente alla struttura dove alloggeranno.
  •  

News più lette

06 Agosto 2020 Vacanze in Croazia: natura, monumenti, isole ...

Con oltre 1200 tra isole e scogli che costellano l’Adriatico e quasi ...

NOVITA' close