Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Atollo Male Nord

Malč Nord, Maldive: l'atollo delle vacanze perfette

Pagina 1/2

Situato lungo la fascia orientale delle Maldive, il grande atollo di Malé Nord (North Malé) ha un'estensione di circa 60 km in latitudine e circa 40 km in longitudine. Al suo interno trovano spazio centinaia di isole, di cui 29 principali e abitate. Fa parte della suddivisione amministrativa del Kaafu Atoll che comprende, oltre a Malé Nord, anche Malé Sud, l'isola di Kaashidhoo e l'atollo di Gaafaru.
Fa parte fisicamente dell'atollo anche la capitale Malé, il cuore pulsante del paese, situata nell'isola più meridionale di North Malé; tuttavia, in quanto distretto amministrativo indipendente, non è da considerarsi il capoluogo dell'atollo, che è invece Thulusdhoo.

Malé Nord è uno degli atolli più sfruttati turisticamente: pensiamo infatti a Kurumba, un'isola-resort con casette immerse tra le palme e circondata per 360° da una splendida laguna turchese, protetta da un cordone di scogli che segnala il rischio che vive l'arcipelago per l'innalzamento del livello marino.
Più a nord si supera l'isola di Faru per raggiungere l'isola di Furanafushi, dove si trova lo Sheraton Full Moon Resort, che affitta gli immancabili bungalow su palafitte.
Da qui è possibile visitare le isole di Bandos e Kuda Bandos, dove si trova una fantastica spiaggia.
Salendo ancora verso nord, lungo il bordo orientale di Malé Nord si incontra il gruppo delle tre isole di Kaafu, Hudhuveli e Himmafushi, unite da un reef comune. A Himmafushi molti turisti giungono per compiere brevi escursioni e, benché si tratti di un'isoletta abitata da poco più di 800 persone, esistono parecchi negozi che vendono souvenir artigianali prodotti dagli stessi abitanti.
Sulla vicina isola di Gaamaadhoo, i surfers più esperti possono provare un fantastico break rigthand chiamato Jailbreak; l'isola era infatti utilizzata in passato come prigione.

Uno stretto braccio di mare separa Himmafushi con Girifushi, mentre appena a nord dell'isola disabitata di Thaburundhoo si trova Dohnveli, famosa per il Dhonveli Beach Resort & Spa.
Una grande laguna separa quest'ultimo dalle palafitte dell'isola di Kuda Huraa.

Ancora più a nord, a circa 12 miglia nautiche dal ferry terminal di Malé, a circa 30 minuti di navigazione, il Club Med Kani sorge sull'omonima isola; qui l'oceano Indiano sviluppa onde interessanti che rendono la zona circostante le isole di Loifushi e Thulusdhoo particolarmente indicata per gli amanti del surf, uno degli spotrt più praticati alle Maldive.
L'isola di Huraa è tranquilla e, data la presenza di diverse guesthouse, è una meta particolarmente apprezzata anche dai viaggiatori indipendenti.
A Dhiffushi abitano soprattutto pescatori, ma esistono anche alcune coltivazioni di frutta che viene venduta in tutto l'arcipelago.
Spingendosi ancora più a nord, oltre Meeru, l'atollo di North Malé presenta una serie di isole prive di strutture turistiche, prima di arrivare sulla punta settentrionale dell'atollo, di fronte al quale si trova il piccolo atollo di Gaafaru, amministrativamente parte di Malé Nord. Conta circa 1100 abitanti ed è famosa soprattutto per quello che si può trovare sui suoi fondali: i relitti della SS Seagull, dell'Erlangen e della Lady Christine giacciono sul fondo del mare dopo essersi scontrate (rispettivamente bnel 1879, 1894 e nel 1974) contro la barriera corallina. Molti tour organizzati propongono immersioni in questo tratto del canale chiamato Kaashidhoo Kuda Kandu.
... Pagina 2/2 ...
Le isole disposte sul lato interno dell'arcipelago, dunque nella parte occidentale dell'atollo di Malé Nord, sono altrettanto belle: anche qui le immersioni nella barriera corallina sono la principale attività a cui si dedicano gli ospiti, come nel caso di Shark Point, detto anche Kuda Faru, situato all'interno di un'Area Marina Protetta e caratterizzato dalla presenza di squali grigi e squali pinna bianca, oltre ad alcune maestose grotte sottomarine. Non distante, il sito di Blue Canyon (o Kuda Thila) i coralli blu ricoprono le pareti di un canyon profondo fino a 30 metri particolarmente apprezzato dai sub più esperti.

Come nel resto delle Maldive, i siti d'immersione a North Malé sono davvero numerosi: chi vuole provare l'emozione di avvistare le grandi mante può avventurarsi al Manta Point nel periodo compreso tra maggio e novembre, mentre da dicembre a marzo se ne possono incontrare a Bodu Hithi Thila, dove transitano anche gli squali.
Uno dei siti più conosciuti è infine quello dell'Area Marina Protetta di Banana Reef, dove si può trovare di tutto: enormi formazioni coralline, grotte, squali, barracuda, pesci tropicali e una parte più tranquilla dove fare snorkelling.

Quando andare
Il periodo migliore per visitare l'atollo di Malé Nord dipende ovviamente da molti fattori. In generale il clima alle Maldive è sempre piuttosto buono, ma l'alta stagione è quella compresa tra dicembre e marzo, quando piove raramente; da maggio fino a novembre, invece, le piogge sono più frequenti ma sono i mesi preferiti da chi fa surf perché si trovano le onde migliori.
La visibilità durante le immersioni, invece, è al massimo da gennaio ad aprile.

Come arrivare
Il punto d'approdo per partire alla scoperta dell'atollo di Malé Nord è ovviamente la capitale Malé, nel cui aeroporto, situato sulla vicina isola di Hulhulé, atterrano i voli internazionali provenienti da tutto il mondo (dall'Italia esistono voli diretti da Milano e Roma).
All'uscita dall'Aeroporto Internazionale Ibrahim Nasir i turisti sono solitamente indirizzati verso l'imbarcadero da dove partono gli idrovolanti e le imbarcazioni verso i resort di tutto l'arcipelago maldiviano.
Nel caso di Malé Nord non occorrono mezzi aerei: le lance dall'aeroporto conducono a qualsiasi isola dell'atollo in meno di un'ora.
Dall'isola di Malé, invece, i traghetti partono dal Viligili Ferry Terminal.
loading...
close