Cerca Hotel al miglior prezzo

Fujairah, in viaggio nel pił orientale degli Emirati Arabi

Pagina 1/2

L'Emirato di Fujaira è l'unico degli Emirati Arabi Uniti ad affacciarsi unicamente sul golfo dell'Oman, ed è perciò il solo, tecnicamente, a non fare parte del bacino del Golfo Persico, dato che è bagnato unicamente dalle acque dell'Oceano Indiano. Anche se non è il più piccolo tra i vari emirati, Fujairah possiede una superfice piuttosto limitata, che copre meno dell'1,5% della estensione degli Emirati Arabi Uniti, sviluppandosi su di un territorio di appena 1.450 chilometri quadrati. Inoltre, a causa della sua conformazione montuosa, quest'Emirato è anche scarsamente popolato, con appena 130.000 abitanti che lo rendono il secondo meno abitato tra i sette Emirati Arabi.

Fujairah è forse l'emirato con minor appeal turistico, ma comunque custodisce luoghi interessanti da esplorare. Il suo nome deriva da una sorgente di acqua che si trova sotto una delle sue montagne. E certo qui i rilievi non mancano: la catena montuosa Hajar che divide gli Emirati Arabi Uniti in due, a partire da Ras Al Khaimah sul mare fino a Al Ain nell'interno, ha mantenuto separato il territorio Fujaira dal resto del paese. L'importanza storica di Fujairah risale ad un periodo prima della nascita di Cristo, quando in quei secoli era conosciuto come la terra dei giganti del mare. Proprio per la presenza di montagne, Fujaira è una terra dotata di notevole bellezza paesaggistica.

Spiagge assolate , montagne maestose e tutto sommato condizioni meteorologiche gradevoli per la maggiorparte dell'anno, sono punti di forza che contribuiscono a presentare Fujairah come una terra esotica, matura per la scoperta da parte dei turisti e soprattutto per le persone d'affari, dato che attualmente il suo successo è più che altro nell'ambito del commercio del petrolio, nell'industria degli allevamenti e nella pesca. Infatti il mare è una delle risorse cardine di questo stato, anche a livello turistico dato che sono numerosi gli eventi di sport acquatici come il nuoto, vela, acqua surf e pesca d'altura che si svolgono lungo tutto l'arco dell'anno e che attirano appassionati e sportivi provenienti da tutto il mondo. Fujairah è giustamente conosciuta come il gioiello del Medio Oriente. La sua posizione rende i suoi porti importanti, dal punto di vista strategico per molti imprenditori internazionali . Le principali città e villaggi della costa sono Dibba Fujairah, il secondo insediamento per abitanti, con 30.000 anime e che rimane condivisa con altri due emirati, poi seguono le cittadine di Qidfa, Murbeh, Al Bidiyah, Masafi e Al-Siji.

Da vedere nell'emirato di Fujairah
Presso Al Ain Madhab troviamo dei giardini, che si trovano ai piedi delle montagne di Hajar, appena fuori la città di Fujairah. Il giardini contano di una sorgente termale, un parco, le rovine del Fort Fujairah e l'Heritage Village, con un teatro all'aperto che viene utilizzato per festival di canto e tradizionali danze folkloristiche durante che si svolgono nei giorni di festa

Il Villaggio vi mostra il tradizionale modo di vita dei residenti negli Emirati, con case tradizionali, attrezzi agricoli, utensili da cucina, e sistemi d'irrigazione del tipo Al Yazrah che utilizzano la forza dei tori. Il villaggio contiene la fortezza di Fujairah ed altre antiche costruzioni. Il forte fu ostruito nel 1670, ed è la più antica fortezza negli Emirati Arabi. Situato su una collina ai margini dei giardini la fortezza è stata un edificio difensivo, ed una abitazione per la famiglia regnante, anche se fu gravemente danneggiato nel corso del 20esimo secolo. Il forte è una struttura in mattoni di fango con tre sezioni principali, tra cui una torre quadrata, varie sale e due torri circolari. La fortezza è l'unico edificio in pietra lungo la costadi Fujairah, e rimane circondato da resti di poche case della città vecchia.

Il Museo Fujairah si trova a sud del Forte, e mostra ai visitatori oltre 3.000 anni di storia, con splendidi manufatti trovati negli scavi archeologici di Bithnah e Qidfa. Si trovano qui dei pezzi che risalgono all'età del bronzo. Il Museo mostra reperti di ferro, ottone, bronzo, argento e oro, oltre a vasi scolpiti in pietra ollare, ceramiche dipinte, armi di varie età, monete d'argento pre islamiche, spade di varie forme e dimensioni, un bella collezione di gioielli in argento, come anche vari tipi di erbe e esempi di medicina naturale. Un altro pezzo unico è l'uovo di struzzo risalente a 2200 ann fai, utilizzato dagli antenati locali come una ciotola.

... Pagina 2/2 ... Una seconda fortezza da vedere è la fortezza di Bithna, che rimane situata lungo la strada principale vicino a Fujairah. Il Forte Bithna è stato costruito nel 1735 ed è stato considerato la fortezza più importante nella parte orientale degli Emirati Arabi Uniti. Il Forte si affaccia dalla montagne di Hajar in corrispondenza del torrente Ham Wadi. Un terzo castello da vedere è quello di Hayl, che è stato fondato più di 250 anni fa, ed è stato utilizzato come struttura di osservazione della costa oltre che per copi difensivi. Una moschea di una certa importanza è quella di Al Bidyah, una delle più antiche moschee negli Emirati Arabi. E' anche conosciuta come la moschea ottomana, e spicca per la presenza di quattro cupole, e le sue piccole dimensioni.

Tra le cose pià interessanti da vedere nell'emirato di Fujairah ci sono sicuramente i sui Wadi. Si tratta di letti di fiumi secchi che presentano acqua solamente dopo delle forti piogge. il Wadi Ham è il più grande il e più lungo nella zona di Masafi, mentre lo spettacolare Wadi Al Tawian può essere raggiunto attraverso un percorso di montagna. Una città oasi, Dhaid, si trova all'ingresso del Wadi Siji. L'oasi è stata formata dall'acqua piovana che siconcentra qui ruscellando dal Wadi Al Wurayah. In questa zona davvero panoramica, si trovano anche delle cascate. Tra le le varie spiagge dove fare dei bagni rilassanti segnaliamo quella di Khor Kalba, famosa per le sue mangrovie.

Il Porto di Fujairah è un importante approdo per le navi da container e per le aziende più grandi del mondo che operano nel settore del bestiame, dato che questo emirato svolge da fulcro principale dell' import/esport di ovini e bovini per l'intera penisola arabica.

Dal punto di vista del clima l'Emirato di Fujaira presenta apporti di piogge leggermente superiori rispetto agli altri stati della federazione. Questo dipende dalla sua posizione sul versante oceanico, cosa che lo espone, in inverno, a venti di origine orientale, che ricchi di umidità scaricano un po' di piogge su questo versante est dei monti Hajjar. Non si tratta di apporti clamorosi, ma sufficienti allo sviluppo di anche un po' di agricoltura, avendo qui la possibilità di ottenere una raccolta all'anno, cosa impossibile negli altri stati degli Emirati Arabi Uniti. In estate fa comunque molto caldo, con la colonnina del mercurio che può tranquillamente salire oltre i 40°C, ma fortunatamente un caldo secco, quindi più sopportabile. Raramente l'emirato può essere interessato marginalmente dai cicloni tropicali, l'ultimo passaggio risale al 2007 con il Ciclone Gonu, che apportò qualche danno.

Si arriva qui grazie al Fujairah International Airport che è stato costruito nel 1987, rendendo Fajuairah di facile accesso per via aerea. C'è però da dire che alcune autostrade e una buona rete stradale rendono il viaggio in auto una valida opzione: Fujaira rimane ad appena 2 ore di macchina da Dubai, il cui aeroporto ha maggiori possibilità di voli dall'Europa. Fajairah è anche raggiungibile con l'autobus e ci sono pullmann regolari sia da Dubai che dai paesi limitrofi. Gli autobus sono a buon mercato e il servizio è affidabile, ricordiamo però che gli uomini e le donne hanno posti a sedere separati. I taxi sono un altro valido metodo di trasporto per raggiungere l'emirato o viaggiare al suo nterno. Se ne trovano in gran numero e il prezzo è regolato da qualche anno anche dai tassametro, cosa che dovrebbe far evitare, qualsiasi discordanza di prezzo.


 Pubblicato da - 03 Marzo 2012 - © Riproduzione vietata

loading...
close