Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Zhouzhuang

Zhouzhuang in Cina: la vera Venezia dell'Oriente

Pagina 1/2

Situata all’interno della provincia del Jiangsu, in prossimità di Jinxi, lungo il Canale Imperiale, Zhouzhuang è una località turistica piuttosto rinomata, che deve la propria fortuna ai molti canali che ne attraversano il centro e che le sono valsi il soprannome di “Venezia d’Oriente”. Il pittoresco borgo è infatti circondato da una trentina di canali e da alcuni laghi, tra cui spiccano il Denghu, il Baiyanhu, il Dianshanhu e il Nanhu, anche noto come “Lago del Sud”. Qui l'acqua non manca, ci troviamo nella zona del delta del grande fiume Yangtze, l'iconico Fiume Azzurro. Tutte le case di Zhouzhuang sono state costruite addossate ai canali sotto forma di decine di bei complessi dall’aspetto rustico e tremendamente pittoresco, immortalati in alcuni quadri del celebre pittore cinese Wu Guanzhong.

Nei Periodi della Primavera e dell’Autunno (770 - 476 a.C.), Zhouzhuang, all’epoca chiamata Zhenfengli, era un microscopico villaggio facente parte del feudo Yaocheng. L’attuale denominazione le fu assegnata solo intorno al XI secolo, durante la dinastia Nothern Song, quando il centro si caratterizzò per la spiccata devozione buddhista. Da quel momento fino ai giorni nostri la città non è mutata nella sua essenza, mantenendo pressoché inalterati i propri caratteri di semplice e tranquillo villaggio.

Scivolando lentamente lungo i placidi canali di Zhouzhuang, la prima cosa che si noterà saranno le meravigliose residenze che li fiancheggiano. Tra queste, uno degli esempi più significativi è rappresentato dalla Shen House, un edificio risalente al 1742 di proprietà di un discendente di Shen Wansan, il primo milionario del Jiangsu nei primi anni della dinastia Ming. Costruita in stile Qing, la residenza occupa una superficie complessiva di quasi 2.000 metri quadrati e vanta un centinaio di camere suddivise in tre sezioni collegate da portici e corridoi. Nella prima sezione c’è il molo, dove sono ormeggiate alcune pittoresche imbarcazioni, la parte centrale comprende la torre d’ingresso e la sala da tè, la terza sezione è invece l’abitazione vera e propria, arredata secondo il classico stile del luogo. Non molto distante si può visitare la Zhang House, costruita dalla famiglia Xu nell’era Zhengtong (1436-1449), ma successivamente acquistata dalla famiglia Zhang nei primi anni della dinastia Qing. Le dimensioni di questa residenza sono inferiori rispetto alla precedente, ma le 70 stanze del complesso, alcune delle quali splendidamente arredate, ne fanno comunque un’attrattiva da non perdere.

Oltre alle suggestive abitazioni, il centro di Zhouzhuang vanta alcuni magnifici ponti in pietra che meritano di essere ammirati. I più affascinanti sono i Shuang qiao, anche noti come “Twin Bridges”, ovvero lo Shide Bridge e lo Yongan Bridge. Costruiti tra il 1573 e il 1619 nella parte nord-orientale del centro dalla dinastia Ming, i due ponti presentano una vistosa differenza: lo Shide Bridge copre un arco a tutto sesto, mentre lo Yongan Bridge un arco quadrato. Molto bello è anche il Fuan Bridge, realizzato nel 1355 sotto la dinastia Yuan all’estremità orientale di Zhongshi Jie.
... Pagina 2/2 ...
Per quanto riguarda gli edifici di carattere sacro, il Tempio Chengxu, situato di fronte al Puqing Bridge, rappresenta indubbiamente la massima espressione a livello locale. Innalzato tra il 1086 e il 1093 sotto la dinastia Song, il Chengxu è uno dei templi taoisti più famosi della Wuzhong Region; al suo interno, su un’area complessiva di 1.500 metri quadrati, si possono ammirare le sale Shengdi e Doumu, il padiglione Wenchang e alcune splendide chicche di architettura taoista. Per concludere la visita al centro di Zhouzhuang si può passare in rassegna la Torre Milou, nella quale erano soliti riunirsi i letterati della città.

Il clima è subtropicale, caldo e umido in estate, tra i mesi di maggio e agosto, fresco d’inverno, tra dicembre e febbraio, quando la visibilità è spesso ridotta a causa della nebbia. La primavera, soprattutto nei mesi di marzo e aprile, è una stagione molto suggestiva, durante la quale i colori si fanno brillanti conferendo un’aura particolare alla regione; l’autunno, il periodo più secco dell’anno, è invece il momento migliore per visitare Zhouzhuang. Tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate si concentra la maggior parte delle precipitazioni.

Raggiungere Zhouzhuang una volta arrivati nel Jiangsu è facile e veloce, dato che il centro si trova tra Suzhou e Shanghai ; da e verso queste città partono ogni giorno numerosi autobus. Per muoversi tra i canali del centro il mezzo migliore è ovviamente la barca, con la quale si vivrà ancor più intensamente l’esperienza di scoprire la “Venezia d’Oriente”.
loading...
close