Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Cape Town

Cape Town (Città del Capo), viaggio nella penisola della Tavola

Pagina 1/2

Cape Town (Città del Capo), situata proprio sulla punta più meridionale dell’Africa, è la capitale legislativa della Repubblica Sudafricana e conta una popolazione che nel 2007 toccava le 3.500.000 unità.

La città è anche capoluogo della Provincia del Capo Occidentale, e fu fondata da coloni olandesi nel 1652 all’interno di una baia a nord di una piccola penisola dai paesaggi mozzafiato, chiamata per l’appunto Penisola del Capo. La particolarità di quest’ultima è che all’incantevole costa della “Mother City”, unisce un grande altopiano costituito dalla “Table Mountain” (o “Tafelberg”), che vista la vicinanza potrebbe specchiarsi sulle acque cristalline dell’Oceano Atlantico. I picchi più alti, come il “Lion’s head”, il “Devil’s peak” o il “Signal hill” raggiungono la sorprendente quota di 1080 metri di altezza, e spesso sono coperti da un fitta coltre di nebbia chiamata “table cloth”, ovvero “la tovaglia”.

Il centro della città, il “City Bowl”, si sviluppa proprio all’interno di una depressione tra i numerosi rilievi, e si presenta come un crogiuolo di edifici di stili ed epoche diverse, in cui alle influenze coloniche olandesi, si sono sovrapposte costruzioni “cape dutch”, moderni grattacieli e centri commerciali. Sempre dal centro è possibile prendere una funivia che conduce in pochi minuti in cima al tavoliere, da cui nella giornate di vela chiara è possibile ammirare anche il Capo di Buona Speranza, dove gli oceani si incontrano dando vita ad uno spettacolo suggestivo, sublimato dalle insenature color verde smeraldo e dalla fauna che popola queste coste frastagliate. Prima di riscendere verso la città vale la pena di fermarsi al “Kirstenbosch National Botanical Gardens”, un giardino botanico che ospita più di 5000 specie di piante.

Una volta tornati sul livello del mare, si possono cominciare a visitare il “The Houses of Parliament” o il “Castle of Good Hope”, costruito tra il 1666 ed il 1679 e per questo il più antico palazzo sul suolo sudafricano, situato in “Buitenkant Street” e sede di un museo militare e della collezione di opere d’arte di William Fehr. Da non perdere anche il “South African Museum”, dove oltre ad una galleria dedicata alle balene è possibile vedere fossili di diverse ere e svariati reperti archeologici. Proprio tra le vie centrali, a poca distanza dai giardini “The Company Garden”, sorge il “South African National Gallery”, sede in una mostra di opere di artisti locali e spesso completato da allestimenti temporanei dedicati ad opere di pittori internazionali.

Sulle numerose spiagge è possibile praticare ogni sorta di sport acquatico, dal surf allo snorkeling, dalla vela al canottaggio, e non, dato che anche trekking, rafting, pesca d’altura e golf sono passatempi tipici della zona costiera. Per cambiare il punto di vista da cui osservare le meraviglie di Cape Town, ci si può imbarcare su uno dei battelli che organizzano brevi crociere intorno al promontorio o nelle isola vicine, come la “Robben Island”, sede dell’ex carcere dove per 20 anni fu rinchiuso Nelson Mandela, quasi tutte riserve naturali abitate dalle colonie di pinguini africani e ricoperte di fynbos, la ricchissima flora arbustiva della zona.
... Pagina 2/2 ...
Rilassarsi in città è possibile spulciando tra le bancarelle del mercatino di “Green Market Square”, aperto tutti i giorni, dove acquistare prodotti dell’artigianato locale come oggetti in pelle, gioielli e stoffe colorate, o del mercato malese, inebriato dal profumo delle spezie e degli incensi asiatici, mentre per uno shopping più internazionale bisogna incamminarsi in “St. George’s Mall”, un vialone su cui si aprono boutique di rinomate marche e gioiellerie dove spiccano i diamanti prodotti nella regione. Ricca di negozi ma non solo, è la zona del vecchio porto “Victoria & Albert Waterfront”, recentemente restaurata e sede di grandi centri commerciali, cinema, bar, discoteche e ristoranti dove a farla da padroni sono i piatti a base di pesce e crostacei, qui particolarmente a buon mercato.

L’aeroporto Internazionale di Città del Capo è il secondo del Sudafrica per dimensione, ed è servito da tutte le maggiori tratte internazionali, oltre che da voli commerciali e passeggeri nazionali.

Come in tutta la provincia il clima è mite e mediterraneo, caratterizzato dalla presenza del “Cape Doctor”, un vento proveniente dal mare che soffia in maniera piuttosto sostenuta per buona parte dell’anno; la stagione invernale, che va da maggio a settembre, è il periodo più piovoso e presenta temperature massime tra i 20 ed i 18 gradi, mentre le minime variano tra i 10 e gli 8; l’estate, che si prolunga da novembre a marzo, è calda e secca, con massime intorno ai 28 gradi e minime che si attestano verso i 15 gradi e rappresenta indubbiamente il periodo migliore per la vacanza.


loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittà World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close