Cerca Hotel al miglior prezzo

Howth (Irlanda), visita alla piccola localitą a due passi da Dublino

Pagina 1/2

Se Dublino è una città irlandese dalle mille sfaccettature, variegata e mutevole come ogni capitale vivace e coinvolgente, allora Howth ne rappresenta l’indole più romantica, magica e affascinante, nonché la zona più autentica e dal paesaggio più sublime. Abbarbicata all’omonima penisola rocciosa, Howth è una incantevole località situata a nord della capitale, appollaiata alle sponde di una baia dal disegno frastagliato.

Inclusa nell’area amministrativa di Dublino, in origine era una semplice borgata di pescatori immersa tra la scogliera e la campagna, e oggi, al sapore antico e genuino di una volta, unisce il fermento di una località turistica accogliente, facilmente raggiungibile dalla città coi mezzi pubblici. La vocazione marinara si sente ancora adesso, grazie alla presenza del fiorente porto, e nelle acque fredde della baia si possono scorgere i musi simpatici delle foche attratte dal profumo di pesce fresco, che proviene dai pescherecci ormeggiati al molo.

In ogni stagione, qualunque sia la condizione atmosferica, Howth regala un panorama incredibile: nelle giornate grigie e fredde, quando il mare è plumbeo, il vento fischia tra le case del porto e crea un’atmosfera misteriosa e squisitamente malinconica; in estate, invece, l’acqua del mare riluce di mille bagliori e si può apprezzare la lunga passeggiata lungo le scogliere che conduce alla località “The Summit”, il punto più elevato della costa, o all’Head of Howth, capo roccioso da cui ammirano splendidi panorami sul villaggio.

Il clima della zona, in effetti, muta velocemente e offre scorci molto differenti a seconda delle stagioni, sempre e comunque spettacolari. Il mese più rigido è gennaio, con temperature medie comprese tra una minima di 1°C e una massima di 8°C, mentre il più caldo è luglio, con valori compresi tra gli 11°C e i 20°C. Una presenza costante è quella delle precipitazioni, che vanno dai 9 giorni di pioggia di marzo ai 14 giorni piovosi di dicembre, ma lungi dal guastare la vacanza a Howth non fanno altro che accrescerne la magia nostalgica.

Di fronte al borgo, immersa tra le onde, c’è la piccola isola chiamata Ireland’s Eye, un vero e proprio paradiso naturalistico per la grande vatrietà di uccelli marini che ospita. La sua spiaggia, lunga e sabbiosa, si presta ad una passeggiata coi piedi nudi e lo sguardo perso all’orizzonte, e durante l’esplorazione dell’isola si possono ammirare le rovine della St. Nessans Church del 700 d.C. e una antica torre difensiva.
... Pagina 2/2 ...
Ritornati sulla terraferma potete vedere Howth Castle, imponente maniero che in passato fu teatro di un famoso avvenimento, sospeso tra realtà storica e leggenda. Vuole la tradizione che la piratessa Grace O’ Malley, conosciuta anche come “La regina del Mare di Connemara”, mentre navigava verso Dublino decise di far visita all’ottavo Barone di Howth. Essendo stata rifiutata rapì, per vendetta, il figlio erede del Barone, che venne rilasciato solo dopo aver ottenuto una promessa solenne: da quel momento in poi i cancelli del castello sarebbero sempre stati aperti ai visitatori inattesi, e ad ogni pasto sarebbe stato preparato un piatto in più. Che si tratta di leggenda o realtà, una cosa è certa: ancora oggi la famiglia dei St. Lawrence, attuale proprietaria del maniero, rispetta questa nobile promessa.

Ai turisti, tuttavia, non è concessa la visita al castello, ma intorno all’edificio si estende un bel giardino verdeggiante, che d’estate esplode di colori e profumi irresistibili: non c’è niente di più rilassante che una passeggiata tra i rododendri, e i più curiosi possono visitare, al piano terra, l’interessante Museo Nazionale dei Trasporti. E aldilà degli edifici storici e dei monumenti vale la pena di visitare Howth anche solo per scoprire le bellezze del centro, un intreccio pittoresco di stradicciole affascinanti, intrise di storie passare, bordate di negozi vivaci, osterie e locali caratteristici. Nelle taverne del borgo, alcune delle quali fondate qualche secolo fa, si possono gustare piatti squisiti a base di pesce oppure si può sorseggiare l’originale Irish Coffee, con l’accompagnamento immancabile di musiche tradizionali e balli popolari.

Essendo ormai un vero e proprio sobborgo della capitale irlandese, raggiungere Howth non è difficile. Dal centro di Dublino partono numerosi autobus ma anche il DART (Dublin Area Rapid Transit), un treno speciale che va da nord a sud lungo la baia della città. Quest’ultimo è un mezzo molto vantaggioso perché consente di raggiungere il borgo in meno di mezz’ora e in più regala dal finestrino visioni paesaggistiche straordinarie. Attenzione però a non scendere alla fermata “Howth Junction”, che non corrisponde al centro di Howth.

Chi deve raggiungere Dublino da lontano può contare su un aeroporto efficiente, collegato a numerose mete europee ed italiane quali Bologna, Milano e Roma.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close