Cerca Hotel al miglior prezzo

Narni (Umbria): cosa vedere e visitare nel borgo medievale al centro dell'Italia

Narni, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Localizzata nel centro geografico d'Italia, Narni è una splendida cittadina della provincia ternana, dalle origini antiche e dalla storia "fantastica", fu infatti il luogo che ispirò C.S. Lewis per "Le Cronache di Narnia".

Le antichissime origini di questa città risalgono agli inizi del primo millennio a.C., quando gli Osco-Umbri chiamarono Nequinum il loro insediamento, divenuto poi colonia strategica di Roma lungo la via Flaminia. Furono Romani a rinominare la cittadella Narnia, nome cambiato in Narni in tempi non accertati.

Si pensa che questo passaggio avvenne gradualmente a partire dal XIII secolo. Il medioevo fu poi un'età importantissima per lo sviluppo storico e urbanistico della città. Essa fu infatti vittima delle invasioni barbariche per poi essere assegnata dai Franchi allo Stato Pontificio, sotto i quali subì notevoli trasformazioni. Si costruirono grandi e imponenti edifici religiosi e la Rocca Albornoz. Successivamente, durante la Rivoluzione Francese, Narni divenne parte della prima Repubblica Romana, di breve durata, per poi tornare sotto lo Stato Pontificio, da cui si staccò definitivamente tra il 1859 e il 1860, con l'annessione dell'Umbria all'Italia.

Questa travagliata e complessa storia ha fatto sì che Narni si arricchisse nel tempo di tanti tesori di grande importanza dal punto di vista storico, artistico e architettonico. Passeggiando entro ciò che resta delle antiche mura in doppia cinta, si trovano resti di un passato romano, medievale, ma anche rinascimentale in un susseguirsi di splendide piazze, vie, chiese e palazzi storici che rendono Narni comune tra i più turisticamente rilevanti della zona.

Per avere un assaggio della sua bellezza, sarebbe sufficiente ammirare Piazza dei Priori, un tempo chiamata Platea Major, che andò a sostituire l'antico foro romano e, sempre in quel periodo, fu arricchita del Palazzo dei Priori. Sede delle magistrature cittadine in epoca medievale, è uno dei monumenti più belli della città. La sua bellezza si fonda sugli elementi che lo compongono: il portale, la loggia del Gattapone, gli affreschi, fino alla parte superiore di epoca rinascimentale. A incrementare il pregio della piazza, oltre al Palazzo dei Priori, vi sono l'imponente Torre Civica, costruita intorno al 1200, e Palazzo Sacripante, oggi sede universitaria.

Percorrendo la caratteristica Via del Monte, si giunge alla suggestiva Rocca Albornoz, la fortezza altomedievale che fu dimora di papi e cardinali. Anticamente la rocca era circondata da un fossato e da mura che nascondevano all'interno un cortile e al primo piano dell'edificio, la residenza signorile. Oggi quel cortile è stato adibito a parco tematico ispirato al medioevo. I poli d'interesse artistico e culturale sono ancora molti altri: dall'antichissimo Ponte di Augusto al Castello di San Girolamo, alla Cattedrale di San Giovenale e così via, in un susseguirsi di bellezze storiche che sono anche sotterranee.

Il percorso di Narnia sotterranea, infatti, apprezzatissimo da cittadini e turisti, porta alla scoperta di antiche meraviglie sepolte sotto la città, come l'acquedotto della Narnia romana o la Stanza dei Tormenti, antica cella del Tribunale dell'Inquisizione.

Narni è insomma una città ricca di storia, una storia che non manca di essere valorizzata, ricostruita e rivissuta attraverso diverse iniziative. Una su tutte, è la Corsa all'Anello, una manifestazione ricca di eventi a tema medievale che va a riprendere un'antichissima tradizione narnese vigente dal XIV secolo, ovvero la festa in onore del Santo Giovenale.

La festa prevedeva anticamente processioni ma anche canti, danze e giochi equestri, tra cui la Corsa all'Anello, per cui i partecipanti dovevano cavalcare lungo la Piazza dei Priori e infilare, con la propria asta, il bersaglio. Oggi questa festa assume le qualità di una grande e lunga rivisitazione storica, suddivisa in due settimane di festeggiamenti culminanti, la seconda domenica di maggio, proprio nella Corsa all'Anello. Per questa splendida festa medioevale sono previsti artisti di strada, danze, mercati medievali, tornei di scherma ma anche tanta gastronomia con le tradizionali taberne, grazie a cui vengono offerti sapori autentici medievali della cucina umbra.

Per raggiungere Narni in automobile, è necessario percorrere l'A1 fino all'uscite Orte, poi l'E45 in direzione Terni e uscire a Narni. Arrivando in treno, invece, la stazione di Narni-Amelia è collegata con le linee Roma-Ancona e Roma-Perugia. Gli aeroporti più vicini sono infine a Roma e Perugia.
  •  

 Pubblicato da - 09 Gennaio 2016 - © Riproduzione vietata

16 Dicembre 2017 La Mostra del Radicchio Rosso a Mogliano ...

Nel cuore della marca trevigiana, nel comune di Mogliano Veneto, dal 16 ...

NOVITA' close