Cerca Hotel al miglior prezzo

Nettuno: la cittą sulla costa laziale e le sue bellezze

Pagina 1/2

A Nettuno, in provincia di Roma, le testimonianze imponenti del passato incontrano le strutture del turismo moderno, incorniciate dalla distesa luminosissima del Tirreno e abbracciate sui due lati dall’agro romano e dall’agro pontino. Città di circa 43 mila abitanti incastonata lungo la costa laziale, Nettuno confina con Anzio e con Aprilia, e si trova a circa 60 km dalla capitale.

Proclamata città nel 2003, si tratta di un centro in fase di sviluppo, dove la popolazione aumenta di anno in anno anche a causa dei costi elevati delle abitazioni a Roma, ma di recente ha attraversato una grave crisi economica. Tuttavia oggi, a poco a poco e con una grande voglia di farsi apprezzare e conoscere, Nettuno sta rifiorendo: i cittadini prima di tutto si stanno impegnando per la ripresa, l’amministrazione sta valorizzando il patrimonio culturale, e i turisti che le fanno visita ogni estate contribuiscono in maniera preziosa alla sua crescita.

Tra le bellezze del luogo c’è il centro storico della città, un vero e proprio gioiello a picco sul mare. Costellato di torri del 1300, realizzate durante la signoria degli Orsini, il cuore antico di Nettuno è cinto dalle mura ed è percorso da vicoletti suggestivi, che collegano le piazze e i palazzi storici più eleganti come il Palazzo Baronale appartenuto alla famiglia Colonna, simbolo del potere feudale. Particolarmente imponente è il Forte Sangallo, maniero costruito tra il 1501 e il 1503 da Antonio da Sangallo, su commissione di Cesare Borgia. Nato con il preciso scopo di difendere Nettuno dagli attacchi nemici, il castello ha una struttura quadrangolare massiccia, con pareti spesse ben 5 metri e, al centro, un mastio di dimensioni sorprendenti.

Oggi la fortezza è la sede del Museo dello Sbarco Alleato e dell’Antiquarium, collezione di reperti archeologici, storici ed artistici provenienti dalla zona circostante.

Tra gli edifici di culto più interessanti c’è la Chiesa di santa Maria delle Grazie e di Santa Maria Goretti, collocata all’estremo del lungomare Matteotti, non lontano dalla foce del fiume Loricina, dove un tempo sorgeva la chiesetta dell’Annunziata. Particolarità della chiesa sono la cripta della Santa Maria Goretti, e la leggenda legata alla statua lignea della Nostra Signora delle Grazie. Secondo la tradizione, la statua sarebbe giunta sulle coste di Nettuno nel 1550, in seguito a un naufragio mentre veniva trasportata in nave dall’Inghilterra a Napoli.

Spingendosi un poco fuori città, cinque chilometri in direzione sud, si incontra la Torre Asturra, fortezza marittima realizzata nel XII secolo per poter meglio controllare le coste. Eretta sopra un antico porto romano, tuttora visibile, la torre ha una pianta pentagonale interamente circondata dal mare, collegata alla terraferma soltanto da un ponte. Ma non bisogna dimenticare che Nettuno, con un nome mitologico che ricorda la divinità del mare, offre prima di tutto le acque blu del Tirreno, e una rassegna dorata di spiagge dalla sabbia fine. Tra il centro della città e il lungomare, oltre alle stazioni balneari e alle attrezzature moderne per la vita da spiaggia, sorge anche il porto cittadino. Nato nel 1986 e provvisto di 800 posti barca, 14 pontili e 3000 metri di molo, si tratta di uno dei porti più grandi che si affacciano sul Mar Tirreno.
... Pagina 2/2 ...
Chi si sdraia in riva al mare verrà accarezzato dal sole caldo del litorale romano, addolcito dalla brezza fresca che spira costantemente sulle spiagge: il clima di Nettuno è infatti di tipo mediterraneo temperato, con valori sempre piuttosto miti: in gennaio,il mese più freddo, le temperature medie vanno da una minima di 3°C a una massima di 13°C, mentre in agosto, il mese più caldo, si passa da una minima di 17°C a una massima di 30°C. Le precipitazioni, quasi assenti in estate, si concentrano prevalentemente in autunno: il mese più colpito, con una media di 142 mm di acqua, è novembre.

Un clima così mite e piacevole, oltre a favorire la vita da spiaggia, rende possibile lo svolgimento nel corso dell’anno di una lunga serie di manifestazioni ed eventi, tutti all’insegna del divertimento, della cultura e della tradizione. Tra le occasioni più note c’è la festa della Madonna delle Grazie, che si tiene il primo sabato di maggio e consiste in una processione solenne per le vie del centro, a cui si aggiungono nella settimana seguente i festeggiamenti ludici del Maggio Nettunese, con concerti e stand gastronomici.

Nelle prime settimane di agosto si celebra la Festa dell’Immacolata, mentre nella prima metà di settembre si dà l’arrivederci all’estate con la Sagra del fungo Porcino, quando la cittadinanza si riunisce nel Parco Palatucci e gusta in compagnia le specialità a base di funghi.

Infine, il primo giorno dell’anno, a Nettuno si ha l’abitudine di fare un coraggiosissimo “Bagno di Capodanno”: persone di ogni età, non solo del posto ma anche venute da più lontano, si incontrano in spiaggia a mezzogiorno per sfidare le temperature invernali e salutare l’anno nuovo tra le onde.

Per raggiungere Nettuno, a poche decine di chilometri da Roma, ci sono varie possibilità. Chi viaggia in auto e viene da Roma deve percorrere la Strada Statale Pontina; chi viene da Napoli deve prendere l’Autostrada A1 Roma-Napoli, uscire a Valmonte e prendere la Strada Provinciale 87 bis fino a destinazione. Per chi preferisce il treno la stazione di Nettuno è collegata con Roma Termini, mentre gli aeroporti più vicini sono quello di Roma Ciampino e Roma Fiumicino.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close