Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Isola d'Elba

Vacanza all'Isola d'Elba, cosa vedere e cosa sapere

Pagina 1/2

Con la sua forma che vagamente ricorda quella di una scarpa l'Elba invita ad un tipo di vacanza attivo, in cui la passeggiata a e la scoperta di angoli nascosti risultano tra le attività preferite dei vacanzieri che in tutte le stagioni vengono a visitare questa splendida isola, regina dell'Arcipelago Toscano.
Per arrivare all'Isola d'Elba il collegamento è tra Piombino e Portoferraio, l'approdo principale dell'isola. Qui giornalmente i traghetti collegano le due località anche con ferry-boat in modo da traghettare anche la vostra automobile.

L'elba è un isola molto varia, con montagne elevate come il massiccio del Monte Capanne, rilievo granitico che supera i 1000 metri di altitudine e una serie di insenature che racchiudono spiagge di rara bellezza.
Quando il traghetto si avvicina a Portoferraio, la prima Elba che vi appare è quella della costa nord-est dell'isola, una delle più incontaminate. Non esiste infatti una strada litoranea che collega capo di Vito a Punta di Nisporto e la costa è accessibile unicamente con la barca, dove si aprono calette tra rocce di colori diversi.

Portoferraio è un porto naturale tra i piuù sicuri del mondo, ed è una cittadina dal grande fascino: per chi arriva con il traghetto la vista è meravigliosa, con la città cinta da mura che si protende sul mare, la torre del Martello e la sagoma del Forte Stella dall'inconfondibile forma e tutto il borgo dominato dall'alto dall'impomenza del Forte Falcone, possente fortificazione di origine medicea. La cittadina ospita anche due pregevoli ville napoleoniche.
Ad est si trova Bagnaia, bella spiaggia ghiaiosa con panorama su Portoferraio. Se invece si prosegue verso ovest, in direzione di capo Enfola, troviamo alcune tra le più belle spiagge dell'isola. Tra esse spiccano le spiagge di Capo Bianco e e quella della Padulella, tra arenili candidi, rocce bianche e falesie e ovviamente il magico mare turchese dell'isola. Le spiagge sono raggiungibili anche da terra con una strada che parte da Portoferraio e arriva a Capo Enfola. Proseguendo lungo la costa altre magnifiche spiagge si trovano a Forno, Biodola e Scaglieri ma poi oltre fino a Marciana MArina è un tutto susseguirsi di calette e speroni rocciosi co le pinete e la macchia mediterranea che si spingono fin quasi sulla tiva.
... Pagina 2/2 ...
La costa meridionale è caratterizzata da tre profonde insenature. Su quella più occidentale si affaccia Marina di Campo. bel borgo di pescatori dalle case colorate. L'insenatura centrale ospita la bella spiaggia di Lacona mentre ad est si apre l'ultima insenatura che porta fino a punta calamita dove in pasatto si trovavano delle miniere di ferro. Le spiagge vicine a punta calamita hanno proprio il colore rossiccio dell'ossido di ferro ed è facile vedere la spiaggia luccicare proprio per la presenza dei minerali metallici. Tutta la costa orientale era dominata dall'attività estrattiva e Rio Marina era il porto del ferro. I colori del prezioso metallo e suoi composti dominano tutta l'area e le spiagge assumono un fascino del tutto particolare proprio per la presenza dei metalli.

Infine una delle attrazioni dell'isola è il Monte Capanne, sublime punto panoramico e meta principale delle attività di trekking grazie ai numerosi sentieri che solcano le sue pendici. La montagna è abitata da specie di mufloni, falchi ed altri uccelli rapaci oltre che avere varietà di alberi, foreste di conifere e conabbondanza di fiori selvatici. Ma la cima non è prerogativa degli instancabili camminatori: esiste una cabinovia che in estate vi porta in cima al Monte Capanna partendo da Marciana e allora con poca fatica il magnifico panorama che spazia dalla Corsica fino e tutta la costa toscana e l'arcipelago, sarà vostro!


loading...
close