Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Olmedo

Olmedo (Sardegna): cosa vedere, la Festa di Nostra Signora di Talia e gli altri eventi

Pagina 1/2

Probabilmente a molti il nome di Olmedo è sconosciuto, ma siamo di fronte a uno di quei borghi fuori dai circuiti turistici tradizionali, ma che invece permette di fare turismo alternativo. Una destinazione non di moda, una meta che non rientra nelle solite vacanze ma che tra natura, cultura, folklore e gastronomia, è davvero insolito e da scoprire.

Siamo nella Sardegna nord-occidentale, nel territorio di Alghero e non lontano da Sassari e Porto Torres: il villaggio di Olmedo è dolcemente adagiato su una collina ai piedi del Monte Rosso, in un contesto naturalistico e paesaggistico di rara bellezza nel cuore della Nurra, regione storico - geografica a forte vocazione agricola.

La storia di Olmedo

Olmedo è un paese le cui radici storiche si perdono nella notte dei tempi, come testimonia il fatto che le aree archeologiche qui abbondano e dimostrano l'insediamento umano sin dall'età preistorica, con insediamenti prenuragici e nuragici.

Bisogna arrivare al Condaghe di Silki, registro religioso del XIII secolo, per avere una ufficialità scritta che peraltro testimonia l'importanza strategica del centro, tanto che successivamente, nel XIX secolo, Olmedo fu coinvolto nella sanguinosa guerra che i Doria, legati da vincoli familiari alla casata dei Torres, combatterono, a partire dal 1325, dapprima con il Regno d'Aragona e, successivamente, col Regno d'Arborea, che lo conquistò nel 1336.

Nei secoli successivi il borgo ha consolidato la sua caratteristica di centro agricolo anche se nell'economia locale ha avuto un ruolo importante anche la miniera di bauxite.

Cosa vedere a Olmedo

Complesso prenuragico di Monte Baranta. A circa due chilometri dal centro abitato, troviamo un importante sito archeologico che comprendo una muraglia, un villaggio, una torre e una singolare area sacra formata da un circolo megalitico di lastroni.

Chiesa della Madonna di Talia. Raro e singolare esempio del primo Romanico sardo, la chiesa si trova appena fuori il centro abitato e sin dalla facciata esterna colpisce per le caratteristiche tipiche del suo stile: essenzialità, solidità e arcaicità.

Eventi e Manifestazioni

A Natale, le celebrazioni religiose sono caratterizzate da una tradizione tutta locale, il presepe di pane. Tutte le figure tipiche della Natività e anche le ambientazioni (la grotta, etc.) , vengono realizzate con il pane, prodotto tipico e simbolico di questa terra rurale. La rappresentazione avviene proprio nella chiesetta della Madonna di Talia.
... Pagina 2/2 ...
Sempre nei mesi invernali, è il carnevale qui a essere festeggiato con gioia e spettacolo, tra sfilate di carri allegorici e giochi tipici come la pentolaccia, per il divertimento di grandi e piccini.

Ad aprile si tengono le importanti celebrazioni della Festa di Nostra Signora di Talia, la patrona del borgo: oltre che ad una processione per le vie del paese nel weekend della manifestazione si svolgono concerti e spettacoli vari, anche con artisti di fama nazionale.

Domos & Carrelas è il nome di una manifestazione che si tiene d'estate e che esprime anche il tradizionale senso di ospitalità e convivialità delle genti locali. Durante la manifestazione di casa in casa e di strada in strada, il paese si trasforma in un museo delle tradizioni all'aperto anche per far conoscere al pubblico le tradizioni come il pane fatto in casa e cotto nel forno al legna, l'artigianato.

La comunità si esprime anche attraverso l'enogastronomia e Assazzos è una manifestazione che celebra la tradizione culinaria locale. Tra le viuzze del centro storico è possibile degustare i piatti locali ancora preparati sapientemente secondo la tradizione. Olmedo produce è la fiera dell'artigianato e dei mestieri della tradizione sarda: tra ceramiche, cestini intrecciati, decorazioni con il pane e uncinetto, il paese vanta grandi tradizioni rimaste pressochè intatte. La rassegna folk olmedese invece, si propone di far conoscere la grande tradizione del balletto sarso (su ballu tundu).

Come arrivare a Olmedo

Per chi arriva in auto e proviene da Sassari, prendere la Strada Statale 291var della Nurra e uscire a Olmedo, svoltare sulla Strada Provinciale 19bis; per chi arriva in treno, la stazione di Olmedo si trova lungo la linea Sassari - Alghero; per chi arriva in bus, Sassari - Olmedo - Alghero - Villanova - Montresta - Bosa; per chi preferisce l'aereo, l'aeroporto più vicino è quello di Alghero-Fertilia "Riviera del Corallo".

loading...
close