Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Parzanica

Parzanica (Lombardia): il belvedere sul Lago d'Iseo

Pagina 1/2

Dall’alto dei suoi 750 metri s.l.m. osserva l’attiguo lago d’Iseo distando solo 47 km da Bergamo in Lombardia. Parzanica si sporge con i suoi 370 abitanti dalla terrazza naturale conforme a un magnifico belvedere di elevata statura tanto all’alba quanto al crepuscolo che precede la luce del tramonto.

Cenni di storia

Abituato praticamente da sempre a una vita di volontario isolamento, quasi una scelta eremitica che, però, gli ha dato ragione fin da subito, il comune dell’area lacustre si fa desiderare e fino all’inizio del XX secolo esso risultava addirittura irraggiungibile se non per mezzo di angusti sentieri e mulattiere precarie.

Antropizzandolo, si potrebbe assimilarlo a un vecchio burbero in vita dal X secolo, quando da borgo si faceva chiamare Gromol – dal latino grumus – indicante la sua particolare collocazione sulla collina. Assume il nome Parzanica in pieno Medioevo, l’epoca dei grandi conflitti irrisolti fra Guelfi e Ghibellini, fazioni che arrivarono a sfiorare il paese senza tuttavia condizionarne il prosieguo né l’inamovibile tranquillità perdurante sia nella modernità che nella contemporaneità.

Cosa vedere a Parzanica

Con questi presupposti è facile ritenere la località arridente al turismo, purché esso non sia massivo e ne rispetti l’anima acquiescente. Sagittabondo fino a risultare profondamente salace, il borgo storico s’apre alla vista del visitatore mostrando celermente il proprio grande orgoglio, la Parrocchiale di San Colombano, cinquecentesca chiesa il cui censo si traduce materialmente in un bagaglio nutrito di affreschi, decorazioni e arredi di lustro, mentre fa da ideale guardia all’esterno il trionfale campanile che si fregia di un concerto campanario costituito da cinque ancelle bronzee molto loquaci, frutto della fusione operata nel 1953 da Ottolina di Bergamo.

Più distante e molto più in alto si cela invece la Chiesa della Santissima Trinità, edificio romanico riccamente affrescato con raffigurazioni risalenti al XV secolo. Le due strutture sono delimitate dall’abitato di Parzanica e tenute d’occhio dal borghetto della frazione Acquaiolo che, a valle, si palesa di matrice rustica sfoggiando case in pietra molto graziose e caratteristiche.

... Pagina 2/2 ... Il tessuto naturale che conserva intatta la bellezza del dittico d’estrazione provinciale orobica si traduce in un manto boschivo invidiabile, che dà adito all’esistenza millenaria di cospicue legioni di castagni il cui riccio compare direttamente nello stemma comunale: in questo modo Parzanica ne rivendica il possesso facendo suoi tesori di una vegetazione calorosa che non abbraccia soltanto il lago d’Iseo ma l’intero nugolo di figli e figlie (comuni, frazioni, cittadine e contrade) disposti a coronare lo specchio d’acqua dal forte appeal attrattivo.

Eventi, sagre e manifestazioni

Inutile dire che la castagna è tra i prodotti principi della gastronomia locale, che si accompagna a delicati vini evinti da vigneti sparsi un po’ in tutta l’area e proposti nei numerosi stand assiepati durante la Festa patronale di San Rocco in coabitazione con la Sagra di Ferragosto il 15, 16 e 14 agosto, una tre giorni estiva di divertimento collettivo ch’è in fondo un’occasione aggregativa sia per rendere omaggio alla figura religiosa del Santo patrono, sia per celebrare l’apice della stagione più calda in cui i pensieri volano e la vicinanza al lago induce gli abitanti più giovani a riversarsi sulle spiagge dove è permessa la balneazione o la navigazione, compresi giochi d’acqua che anche i turisti possono provare rischiando di maturare una dipendenza da queste zone davvero incantevoli.

Inoltre Parzanica è un buon posto dove pernottare o pranzare, considerata la disponibilità di punti di ristoro come l’agriturismo "La Freschera", che coniuga l’accoglienza all’appetibilità della sua cucina semplice e tipica, contraddistinta da piatti essenziali ma corposi legati prettamente alla tradizione bergamasca indirizzata su salumi, formaggi, verdure in carpione, tortini di riso, polenta, casoncelli fatti in casa e marmellate di mele e cannella, i sapori evocativi di una volta.

Come arrivare a Parzanica

Da Bergamo bisogna immettersi nell’Autostrada A4, seguire per Milano fino all’uscita di Palazzolo sull’Oglio, imboccare la SS 469 per superare Capriolo e giungere finalmente a Parzanica; il comune ha una propria stazione ferroviaria; l’aeroporto più vicino è quello di Bergamo, distante ca. 45 km dalla località.


01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close