Cerca Hotel al miglior prezzo

Vado Ligure (Liguria): visita alla cittą, il porto e il mare

Vado Ligure, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La Liguria è come una parentesi tonda che abbraccia il mare, lunga e stretta: una terra di confine sottile tra il Mar Ligure e l’Italia del nord. Lungo la sua superficie allungata si inseriscono, come gioielli incastonati nella roccia, paesi e borghi marittimi suggestivi, spesso estesi dalla fascia costiera all’entroterra, composti da ambiente di mare e di montagna.

E’ il caso di Bado Ligure, che si afaccia direttamente sulle onde ma possiede alcune frazioni situate nell’interno, lungo la valle del torrente Segno, sul versante meridionale della Rocca dei Corvi. Situata a 6 km circa da Savona, il capoluogo provinciale, e a 54 km da Genova, Vado Ligure conta quasi 9 mila abitanti e una ricca collezione di monumenti, edifici, scorci pittoreschi e aree naturali da ammirare e godere. Situata lungo la Riviera di Ponente, agghindata da uliveti e vigneti, la cittadina è uno scrigno colmo di tesori imperdibili.

Tra gli edifici di culto spicca la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, realizzata nel Settecento secondo lo stile barocco, ad unica navata sormontata da una grande cupola. Ristrutturata in seguito al secondo conflitto mondiale, la chiesa ha una facciata importante, ornata da due sculture del XIX secolo realizzate da Antonio Brilla. Non è da meno la chiesa di Nostra Signora della Visitazione, in località Porto Vado, edificata nel 1952 nel punto in cui, già dalla prima metà del Seicento, si ergeva la cappella dedicata alle Grazie. Della struttura originaria rimangono la campana e il marmo della Madonna col Bambino. Infine vale la pena di visitare la chiesa di Nostra Signora Regina della Pace, in frazione Valle di Vado, e quella si Sant’Ermete nella frazione omonima.

Numerose anche le strutture militari meritevoli di un’occhiata: il forte di San Lorenzo e la fortezza di Santo Stefano erano due strutture difensive che vennero costruite sul litorale nel corso del Seicento, che dovevano proteggere la costa dagli attacchi ma presto si rivelarono inadatte per la dominazione delle alture vicine, tanto da essere distrutte e venire sostituite dal nuovo Forte di San Lorenzo, presso la foce del torrente Segno, poi rinominato Forte di San Giacomo. Nella seconda metà del XVIII secolo iniziò la costruzione del bastione di San Giovanni, mentre nella frazione Segno si possono vedere i ruderi del castello medievale realizzato dai marchesi Del Carretto. In cima al colle nella frazione San Genesio ci sono i resti di un’altra fortezza e di un bastione di avvistamento risalente probabilmente all’epoca romana.

Da non perdere, per completare la visita di Vado Ligure, alcuni gioielli archeologici e architettonici di grande valore: la casa di Pertinace è tra la frazione di Sant’Ermete e la borgata Ponte dell’Isola, e comprende i resti della villa romana dell’imperatore romano Pertinace; le fornaci di calce di Sant’Ermete risalgono probabilmente al tardo medioevo; il Ponte Filippo Maria Visconti è del 1434 e collega Savona a Vado Ligure; infine l’antico frantoio Vigliola, funzionante ad acqua, si trova nei pressi del torrente Segno nella suggestiva borgata di Ponte dell’Isola.

Aldilà di tutte le testimonianze storiche interessanti, Vado Ligure offre anche un repertorio appassionante di tradizioni ed eventi, ideali per assaporare a fondo l’ospitalità locale ed entrare in contatto con gli usi più caratteristici. Il 24 di giugno, ad esempio, si celebra la festa di San Giovanni Battista, santo patrono di Vado Ligure. I festeggiamenti, a dire il vero, cominciano il 23 di giugno con un sorprendente spettacolo pirotecnico serale, che si tiene sul pontile proprio in riva al mare, e proseguono il giorno seguente con un ricco mercato sul molo. Fulcro della festa è però la tradizionale processione, durante la quale il carro con l’immagine di San Giovanni viene trasportato lungo le principali vie cittadine.

Ad incorniciare il tutto c’è il piacevolissimo clima mediterraneo della zona, caratterizzato da estati soleggiate ma miti, accarezzate da una brezza ristoratrice, e inverni non troppo rigidi, con valori medi gradevoli. Le temperature medie di gennaio vanno infatti da una minima di 1°C a una massima di 12°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 16°C ai 29°C. Le precipitazioni, scarse in estate, si concentrano soprattutto in ottobre, quando cadono in media 106 mm di pioggia mensili.

Per raggiungere la cittadina si può scegliere tra diverse opzioni. Vado Ligure è situata sulla Strada Provinciale (già Strada Statale 1) Aurelia, ed è raggiungibile mediante il casello Savona-Vado sull’autostrada A10. Per chi sceglie il treno la stazione ferroviaria più vicina è quella di Quiliano-Vado, che serve anche la cittadina di Quiliano, lungo la linea Ventimiglia-Genova. Infine gli aeroporti più vicini sono quello di Genova, a circa 50 km, e quello di Nizza (Francia) a circa 156 km.
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close