Cerca Hotel al miglior prezzo

Mondello e la sua spiaggia, uno dei lidi pił belli della Sicilia

La Sicilia è una delle due grandi isole dello Stivale e, come tale, si offre quale regione in grado di sfoggiare alcune delle più belle spiagge del Paese, inserite nel contesto di località miti che si accompagnano a industriosi centri urbani alquanto popolati. Mondello spicca per essere inscritta in una selezione di bellezze marittime promiscue all’affaccendata Palermo.

La sicula Munneddu ricopre il ruolo di frazione, avvolta dall’abbraccio caloroso del Parco La Favorita e racchiusa nell’area compresa fra i monti Pellegrino e Gallo, una zona gettonata in quanto lido che coniuga la logica della vacanza estiva all’ammirazione culturale magnetizzata dalle stupende ville in stile Liberty disseminate lungo itinerari comprensivi inoltre di siti a interesse storico. Mondello è, ancor prima che ricettacolo di litorali sabbiosi rinomati (per complessivi 1,5 km di bianche distese), fulcro di una forma architettonica espressa attraverso la delicatezza moderna dell’Art Nouveau, ben amalgamata alla pletora di strutture ricettive predisposte ad accogliere flussi di turisti in continuo crescendo nel corso degli anni.

C’è poi quell’apprezzamento del famoso scrittore Johann Wolfgang von Goethe che farebbe venire a chiunque la pelle d’oca, rivolto in particolar modo al paesaggio caratterizzato dal golfo sabbioso e dalle riserve naturali di Capo Gallo e del Monte Pellegrino, culle peraltro di molte grotte che, ancora oggi, danno adito alla scoperta di reperti fondamentali per tracciare la storia del paese: “Il promontorio più bello del mondo” – così si espresse a riguardo il teutonico virtuoso della letteratura, autore tra gli altri de “I dolori del giovane Werther” (1774).

La connotazione di località di villeggiatura appartiene a Mondello fin dal XVIII secolo, sebbene allora l’attuale spiaggia non esisteva, con l’aggravante - a quanto pare ignorata – di un hinterland piuttosto malsano ma destinato a bonifica nel corso dell’Ottocento. Si pensi che il re Ferdinando di Borbone le conferì il lusinghiero epiteto di “angolo di paradiso terrestre” osservando un panorama divenuto sfarzoso nell’accezione aristocratica rinforzata dall’edificazione di circoli esclusivi, dimore nobiliari e lussuose ville di evidente bellezza grazie a colonne sontuose, fregi, pitture e verdi balconate decorate a piante e fiori delle miglior specie.

Necessitante di adeguata valorizzazione ai fini di un pieno inserimento nella vita vacanziera, la frazione deve buona parte della propria fortuna all’interessamento dell’imprenditore milanese Luigi Scaglia che, rimasto impressionato dalla beltà del luogo durante una visita di lavoro nel 1906, propose al comune un progetto semplicemente grandioso, sintetizzato in un complesso annoverante un Grand Hotel, un kursaal, una chiesa, 300 villini, appropriate reti idriche e fognarie, un campo da golf, svariati elementi incorporati nell’arredo urbano e, non ultimo, un fruttuoso stabilimento balneare disegnato dall’architetto Rudolf Stualker e realizzato come un’estesa piattaforma sostenuta da robusti piloni immersi nell’acqua.

La parentesi della Seconda Guerra Mondiale ne svilì in quegli anni le funzioni, ma un successivo restauro, datato 1995, l’ha restituito ai fasti abbellendolo ulteriormente e dotandolo persino di un ristorante prestigioso, “Alle Terrazze”, frequentato da numerosi vip. Il turismo, già ai massimi livelli, gode dal 1985 del World Festival on the Beach, una kermesse sportiva che accoglie molteplici discipline coreografate da un paesaggio splendido nel quale risuonano le arie di pomposi spettacoli musicali, e poi ancora coreografie da sogno, concerti, contest fotografici in parallelo a campagne di sensibilizzazione rivolte principalmente ai giovani in relazione alle energie rinnovabili.

Una curiosità: a Mondello il regista Luchino Visconti ha girato nel 1962 il masterpiece cinematografico “Il gattopardo”, ambientato proprio in Sicilia.

Come arrivare
Escludendo l’arrivo a Mondello in auto, sconsigliato per l’enorme flusso di villeggianti, la città di Palermo ha messo a disposizione un servizio stagionale di linee circolari all’interno della borgata, in particolare le linee AMAT 806 Politeama-Mondello e la linea 677 Stadio-Mondello, coadiuvate da altre navette.

  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close