Cerca Hotel al miglior prezzo

Mrčara (Croazia): visita all'isola selvaggia della Dalmazia

Mrcara, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Mrcara dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Facente parte del mirabile arcipelago di Lagosta che decora un grosso lembo di Mar Adriatico, l’isola di Mrčara – altresì nota con il nome italiano di Marchiara – rappresenta uno dei tanti biglietti da visita della Croazia turistica, quella che in estate richiama visitatori interessati a divertirsi tanto spendendo non poco ma perlomeno il giusto senza doversi svenare.

Il carattere piuttosto brado e selvaggio dell’isola, una tre le isole sconosciute della Dalmazia, che annovera complessivamente 7 km di costa e una superficie totale di 170 ettari ad altissima densità boschiva, aiuta in questo senso non vessando eccessivamente le tasche e assicurando soggiorni magari un po’ avventurosi ma sicuramente gratificanti. Dimenticate i tubi di scappamento delle rumorose vetture, il grigiume delle metropoli, clacson, stress e schiamazzi: a Mrčara regna la pace tipica dell’isola deserta, ex presidio militare attualmente votato al minimalismo catartico che tanto piace a chi vuole seriamente staccare la spina lasciando da parte qualunque compromesso.

Cosa fare a Mrcara

In questa minuta terra si trovano una vecchia casetta ben ristrutturata e un trittico di cottage inanellati lungo la spiaggia, vicinissimi a un accogliente ristorantino che serve menù rigorosamente a base di pesce fresco e carne di maiale allevato in loco, tanto che le grigliate preparate la sera dai proprietari hanno il sapore della soave perdizione epicurea. Mrčara è un luogo che rende concreta l’idealizzazione del ritmo “a passo di natura”: stare qui significa assecondare la luce e la tenebra, il calore del sole e la frescura del chiaro di luna, il vento e il carico di piacevole adrenalina infusa dalle escursioni fra le selve, dalle gite organizzate e da tante altre iniziative (pure softair e softball), non ultima la pesca notturna che non capita certo tutti i giorni di praticare.

Armatevi di maschera, boccaglio e pinne (magari arpione e fiocina lasciateli da parte per una volta) al fine di poter contemplare la fauna marina che sguazza facendosi cullare dalle miti correnti accarezzanti il fondale. Parliamo allora di snorkeling, un’intensa scoperta di vita subacquea che assume le fattezze quasi aliene di pesci variopinti e specie forse mai viste prima, laddove l’eden sotto la superficie cristallina regala i riflessi di alghe, coralli e resti di antiche imbarcazioni. Pensare che Mrčara piace persino a chi non va molto d’accordo con il mare della Croazia, perché non si è obbligati a immergersi per fruire dell’abbacinante bellezza del posto: dal molo, la cui lunghezza raggiunge i 50 metri, partono e approdano barche e battelli preposti a tour intorno all’isola, giri a dir poco entusiasmanti.

Il turista e la natura, un rapporto che a Mrčara diventa quasi esclusivo, avviluppante e in certe fasi persino tenero, scevro di troppe interferenze, caldeggiato da un approccio spartano ma con qualche comfort sufficiente a farvi vivere un’esperienza edificante, in equilibrio fra piacere e riflessione. Così per alcuni giorni si può provare l’ebbrezza di sentirsi come Robinson Crusoe, pronti a passare la notte all’interno di una capanna (o bungalow se preferite) e passeggiare liberi calcando la finissima sabbia dell’arenile, circondati da un paradiso che, tuttavia, non trattiene risultando però irresistibile.

Come arrivare a Mrčara

Per arrivare a Mrčara bisogna prima raggiungere il porto di Ubli a Lastovo, collegato a Spalato grazie alla compagnia Jadrolinija il cui servizio è giornaliero.

  •  

News più lette