Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Castro Marim

Castro Marim (Algarve): visita alla cittÓ e al castello

A ridosso di un'altura che domina la bassa piana ocra e paludosa del Guadiana, vicino alla sua foce nel golfo di Cadice, sorge la città di Castro Marim, in posizione strategica di fronte alla città spagnola di Ayamonte. Con le sue case candide tipiche per via dei loro archi variopinti, con le terrazze ampie e i camini traforati che abbracciano le cornici di porte e finestre, questa località del Portogallo presenta diverse peculiarità dallo spiccato gusto per le forme geometriche e i motivi floreali, che ne riflettono la tipica architettura dell'Algarve.

La sua storia ha inizio già dal periodo romano, nel 1321 la città divenne la sede dei Cavalieri di Cristo, in seguito alla dissoluzione dell'ordine dei templari in Portogallo, prima del suo trasferimento a Tomar nel 1334. Le rovine della roccaforte in grès rosso, distrutta dal terremoto del 1755, si ergono a nord dell'abitato, mentre le vesti del forte San Sebastiao (XVII secolo) abbracciano la sommità di una collina a sud. Nell'attualità Castro Marim fa parte dei tre comuni che compongono la regione di "Baixo Guadiana".

Castro Marim oggi rappresenta una località portoghese delle più tranquille. Nelle sue ampie vie, nelle generose strade e in una natura che fa da protagonista, qui non esiste il caos nè la fretta. Il tempo sembra essersi fermato, forse mai fatto scattare per andare avanti, forse mai nato del tutto. Si respira una tranquillità che non sembra avere epoca né datazione, basti pensare che vi sono ancora le tipiche botteghe artigianali, specializzate soprattutto nel pizzo.

Importantissime poi le Serras che sfidano chiunque apprezzi i grandi spazi o praticare il bird-watching per identificare piante e uccelli, a non trovare entusiasmante Castro Marim. Passeggiare poi a piedi o in bicicletta qui è d'obbligo, in quanto la natura circostante e l'arredamento urbano permettono di rilassarsi in un modo sano e attivo al tempo stesso, dove non si subisce la passività di un luogo ma piuttosto, la sua compostezza e la sua semplicità.

A Castro Marim ovviamente non manca un'opportunità stupenda anche per vivere il mare: in un immenso arenile piatto, di cui non si vede la fine sia che si guardi verso oriente che verso occidente, sorge l’immagine della tranquillità e si tratta di Praia Verde. Il mare calmo e le gradevoli temperature di acqua e aria completano il quadro, delineando lo scenario ideale per vacanze di sole e di mare, arricchito da infrastrutture di servizio e noleggio di attrezzature per sport nautici che sono sempre ben accolte da tutti i turisti di ogni età.

Atro posto meritevole per la bella stagione si trova nei pressi della località di Altura, le cui basse case sono organizzate in strade perpendicolari su un terreno pianeggiante, si trova la Praia da Alagoa nota anche comunemente con il nome di Praia de Altura. Si inserisce in un arenile che si estende a perdita d’occhio, sia che si volga lo sguardo a est in direzione Monte Gordo, sia a ovest dove si trova il Parco Naturale della Ria Formosa. Separata dal borgo da basse dune, circondate da verdi pinete e cisti aromatici, questa spiaggia bagnata da un mare tranquillo e tiepido che invita a lunghi bagni, rappresenta un luogo ideale per il riposo e il divertimento.

A Castro Marim, oltre alla serenità e al mare che ne fanno un suo tipico binomio, vi è poi un imponente Castello che ne rappresenta il simbolo della sua bellezza più alta e significativa per la sua storia. Il Castello di Castro Marim fu fatto costruire da Alfonso III nel XIII secolo. La cappella all'interno era regolarmente visitata da Enrico il Navigatore, ma gran parte dell'edificio è andata distrutta nel terremoto del 1775. La roccaforte rappresenta un posto stupendo in cui passeggiare e salire sulle mura per ammirare di una vista generosa sul ponte per la Spagna.

La storia della roccaforte ha avuto un ruolo fondamentale durante la difesa del confine, quando vi era in corso una disputa con Castiglia. La sua posizione geografica altamente strategica, consentiva infatti una visuale perfetta per contrastare i nemici. In seguito alle nuove fortificazioni fatte erigere nel XVII secolo, il castello è andato in disuso e nell'attualità le mura, parzialmente restaurate, racchiudono le rovine del castello moresco. Ad ogni modo la camminata superba che si può fare ancora oggi nei suoi dintorni, ne garantisce un luogo di eccellenza per ammirare una vista unica e sensazionale.

Meritevole è anche il piccolo museo che espone i reperti archeologici piuttosto numerosi, trovati nella zona. Nell'attualità il castello di Castro Marim rappresenta anche il fulcro del Festival delle giornate medievali, che di solito avviene l'ultimo week end del mese di agosto. All'interno di questo bellissimo evento vi sono le ricostruzioni tipiche delle usanze medievali e vi sono anche proposti diversi intrattenimenti, tra cui l'accesso al Cinquecentesco Forte di San Sebastiao, situato sulla collina di fronte al villaggio e solitamente chiuso.

Il periodo migliore per visitare Castro Marim rimane quello estivo, con una marcia in più per il mese di agosto per via del suo Festival delle giornate medievali che ogni anno, attira moltissimo turismo. Meta del Portogallo perfetta per immergersi nella natura e nella tranquillità, Castro Marim riflette un tempo di qualità perfetto per ogni età. Nei dintorni poi impossibile non recarsi a Vila Real de Santo António, con la sua bellissima Riserva Naturale.

  •  

 Pubblicato da - 28 Gennaio 2009 - ę Riproduzione vietata

close