Cerca Hotel al miglior prezzo

Limenas, Limenaria, Theologos e le altre cittą dell'isola di Thassos

Thassos, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

  • Limenas - Thassos
  • Skala Rahoni - Thassos
Limenas, la città più importante già nell'antichità ed ancora oggi chiamata con il primitivo nome "Thassos", riveste un ruolo preminente quale capoluogo dell'isola e con il Municipio, gli uffici amministrativi centrali e il gran numero di negozi è diventata una città moderna, pur mantenendo ben custodite le tradizioni. Ha iniziato ad assumere l'attuale aspetto a metà del X secolo d.C. con lo spostamento di parte della popolazione dai paesi limitrofi e soprattutto dal paese di Panagia, ma all'effettivo sviluppo e al progresso contruibuirono i profughi provenienti dall'Asia minore e dalla Tracia e insediatisi qui nel 1922 dopo la catastrofe dell'Asia minore.

Il continuo sviluppo ha trasformato Limenas in una località turistica di fama internazionale. Viuzze pittoresche che invitano a passeggiate, bei negozi con i loro oggetti d'arte, taverne dove si prepara il pesce e ritrovi tipici che emanano profumo di ouzo (liquore secco ad alta gradazione alcolica, 40-50 gradi, prodotto a partire dall'anice) intrattengono il visitatore fino all'alba in attesa dello spettacolo del sorgere del sole. La vita notturna, uguale a quella delle altre isole dell'Egeo famose per la vita mondana, con il vociare dei giovani e la musica ad alto volume fino alle ore piccole, le numerose manifestazioni culturali, i siti archeologici e le stupende spiagge fanno di Limenas un'ottima scelta per le vacanze di migliaia di turisti che arrivano qui da tutto il mondo. Per scoprire più nel dettaglio le meraviglie archeologiche di Limenas e del resto dell'isola, vi consigliamo la lettura di questa guida.

Partendo da Limenas verso occidente ci viene incontro per prima Skala Rahoni: locali tipici dove si serve l'ouzo e un'interminabile spiagga sabbiosa sono lo scenario offerto dal suo lungomare. Nei pressi del monte Ipsario ci si dirige verso i paesi di Rahoni e Aghios Georgios adatti al relax nelle piccole taverne e nei caffè tipici. A Rahoni ci sono i più antichi oliveti dell'isola, obbligatoria quindi una sosta per acquistare un po' di prodotti tipici: olio e miele. Proseguiamo poi lungo la costa e raggiungiamo due località che ad oggi formano quasi un unico abitato: Prinos e Skala Prinos. Qui ci si può tuffare in mare da un ramo di pino, perchè i pini, nella zona nota come "Dasilio", sembrano proprio emergere dal mare. Nella zona viene coltivato l'olio d'oliva biologico "Kardiofilo". Mentre c'è un prodotto che il visitatore purtroppo non può procurarsi... dalla fonte: il petrolio!

Mikro e Megalo Kazaviti sono due paesini di montagna di incredibile bellezza, distano 500 metri fra loro e pochi chilometri da Prinos. Sono importanti per la loro storia e il loro ruolo nell'epoca in cui le coste erano infestate dai pirati. Qui si possono ammirare da vicino edifici signorili in pietra con balconi di legno e soffitti dipinti a mano che hanno fortunatamente ben superato i lunghi periodi di abbandono. Il caffè in piazza, la carne di capretto del luogo, le specialità tipiche delle taverne dei due paesi costituiscono un'ulteriore ragione per visitare questa magnifica zona. Gli abitanti di Sotiros e Skala Sotiros hanno dapprima osteggiato un po' il turismo, ma alla fine hanno deciso di condividere le bellezze del luogo con i numerosi turisti. Mentre Skala si sta sviluppando, i più esigente salgono a Sotiras per essere a contatto con la tradizione e per degustare i prodotti locali. Il paese è famoso per il clima mite e secco, vero rimedio per coloro che non sopportano l'umidità. Chi conosce bene i segreti di Thassos compera il pane dal forno di Skala, il suo gusto non ha eguali.

Kallirahi - Skala Kallirahis: nelle stradine tortuose di questo paesino di montagna l'architettura locale spicca in modo evidente. In un bell'edificio signorile è allestito il Museo delle tradizioni popolari. Sulla costa si può fare il bagno a Klisma una spiagga con bellissimi ciottoli e gustare ottimi stuzzichini (mezedes) e pesce fresco nelle numerose taverne. Per chi volesse conoscere come erano le isole greche prima del turismo organizzato può trovare in Maries un esempio unico: la vista al tramonto toglie il respiro, nelle piccole tarvene di Skala Marion il pesce è sempre freschissimo, sulla costa, Aspas, una piccola insenatura dall'acqua limpidissima e la sabbia finissima è luogo ideale per chi ama la spiagge solitarie.

Limenaria è la più grande cittadina dell'isola, sorta per dare alloggio ai minatori, oggi è una località ricca di alberghi e case vacanze con un'intensa vita notturna che si estende al golfo di Tripiti (dove il panorama e e spiagge sono imperdibili) fino al villaggio di Kalivia. A Limenaria, come già ricordato nella nostra precedente guida, visitate il Palataki un tempo sede della maggior società estrattiva dell'isola. Lungo la costa delle miniere, i resti delle antiche installazioni abbandonate fanno fantasticare e offrono al visitatore un'esperienza irripetibile.

Potos è un bellissimo e vivace paese in cui ci sono infinite possibilità nella scelta degli svaghi. Gli sport acquatici e le danze al ritmo della musica dei beach bar sono due elementi caratteristici di questa spiaggia. A un chilometro di distanza si trova Pefkari il bellissimo golfo dove i pini sembrano proprio emergere dal mare.

Theologos, fino alla metà del secolo scorso era il paese più grande dell'isola e ancora oggi conta un gran numero di abitanti. Il suo sviluppo economico attraverso i secoli ha fatto si che fossero costruiti edifici di grande effetto estetico. Dal 1979 è stato dichiarato paese da salvaguardare. Ma oltre che per la sua storia e per la sua bellezza Theologos è famoso per i gustosi piatti a base di capretto che vengono preparati nelle taverne della zona e che non bisogna far a meno di assaggiare. Nei dintorni vale la pena vistiare i villaggi di: Astrida che dista pochi chilometri da Potos, Ghiola di indescrivibile bellezza, Kinira la cui spiagga Paradissos, una bella più note della Grecia, attira migliaia di turisti e Aliki con la sua penisola e le cave di marmo.

All'arrivo a Patamia - Skala Patamias la prima parola che viene in mente è "verde". D'estate in questo piccolo paese si possono conciliare montagna e mare: infatti, chi ama il trekking può partire da qui per raggiungere le cime più alte del monte Ipsario o, in alternativa, passeggiare sul lungomare popolato di taverne, bar e caffè, e arrivare fino al porticciolo dove troneggia l'imponente Tarnasas, costruito nel XIX secolo da monaci del monte Athos.

Concludiamo il nostro tour dell'isola di Thassos con Panagia. Qui un platano secolare protegge con la sua ombra la piazza mentre l'acqua che scende dai monti scorre gelata. Anche se l'approdo si chiama Avlakia molti considerano come spiaggia del paese la stupida Hrissi Ammoudia dove lo spettacolo del sorgere del sole è indimenticabile. Nella zona si consiglia di assaggiare le specialità a base di carne come il capretto, nonchè i dolci al cucchiaio fatti in casa. Fonte: Prefettura di Kavala
  •  
close