Cerca Hotel al miglior prezzo

Sneek (Olanda), la cittą e la maestosa Waterpoort

Pagina 1/2

  • Waterpoort
I frammenti di uno specchio infranto, rimasti sulla pianura a catturare il cielo: ecco cosa sembrano i laghi e i fiumi della Frisia, provincia dei Paesi Bassi che per eccellenza, sin dalle origini, ha instaurato un legame indissolubile con l’acqua e le attività acquatiche. In particolare questo vale per Sneek, città di 33.500 abitanti che ha fatto del paesaggio circostante il suo punto di forza: proprio qui, intorno al suo piccolo centro, gli specchi d’acqua costellano il tipico verde olandese, dando vita a un originale scenario bucolico. Qua e là, macchiate di bianco e di nero, le mucche della razza frisone pascolano quiete sul velluto dei prati.

I visitatori più attenti, arrivando a Sneek, noteranno sui cartelli una scritta aggiuntiva, ‘Snits’. È la traduzione del toponimo nella lingua frisone, un idioma che raramente sentirete parlare ma che ritroverete nelle insegne e nelle indicazioni. Anche questa, insieme agli edifici e ai monumenti della regione, è una bella testimonianza del passato, poiché simboleggia l’originalità, l’indipendenza e l’indole fiera della Frisia. Il popolo locale ha dovuto affrontare delle grandi sfide, prima fra tutte la creazione della sua terra, attraverso la costruzione di dighe e la bonifica dei territori paludosi, arrivando alla nomina da parte dell’UNESCO a Patrimonio dell’Umanità nel 2009.

Anche Sneek è pervasa di questa vivacità, questa spinta al fare e al costruire. Non si tratta di una città d’arte, e non possiede tesori architettonici particolarmente rilevanti, ma ha saputo diventare una rinomata meta turistica facendo leva sugli sport d’acqua. Complice il vento, che in questa zona soffia di frequente, è sempre possibile svolgere qualche attività divertente come il windsurf o la vela. Esistono, ovviamente, delle scuole in cui prendere lezioni, adatte agli esperti che vogliano migliorarsi ma anche ai novellini; la più importante è la Zeilschool de Friese Meren, in cui il corso velistico base dura un fine settimana e costa circa 200 euro.

Chi preferisce un passatempo meno avventuroso, ma di grande effetto scenografico, può optare per una placida gita in battello. I percorsi sono variabili, a seconda delle condizioni atmosferiche e delle mode, ma in generale si naviga sull’Oosterkade e lungo l’Ijsselmeer.
Per ‘guardare ma non toccare’ vale la pena di visitare Sneek in agosto, quando si svolge l’attesissima Sneeekweek, una grande manifestazioni velistica con sfide sportive appassionanti e tanti spettacoli collaterali di intrattenimento. È la manifestazione in acque interne più importante d’Europa.
... Pagina 2/2 ...
Ma qualche edificio interessante, dal punto di vista architettonico o storico, a dire il vero c’è. Come il bellissimo palazzo del Municipio, situato di fronte all’Ufficio Turistico, oppure il Fries Scheepvaart Museum, museo del mare particolarmente rappresentativo della vita locale, passata e presente. Non si può non passeggiare lungo la Waterpoort, la seicentesca strada d’accesso al porto vecchio, lungo la quale si affacciano alcune botteghe caratteristiche e si ergono le due torri gemelle. Da vedere, infine, il grande museo dei modellini ferroviari che è stato allestito nella vecchia stazione di Sneek.

A proposito di stazione ferroviaria, il treno è uno dei mezzi più comodi e vantaggiosi per raggiungere la città, collegata a Leeuwarden due volte ogni ora, con una corsa di circa 20 minuti. La stessa destinazione è collegata a Sneek mediante un bel reticolo di sentieri di campagna, e la bicicletta può rappresentare una valida alternativa per visitare la cittadina pedalando, assaporando i colori del paesaggio. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Leeuwarden e Groningen, entrambi a circa 88 km di distanza, collegati alla città dll’autostrada A7.

Prima di partire alla volta di Sneek è bene sapere che l’acqua, oltre ad essere protagonista del paesaggio e dei divertimenti, cade spesso a catinelle dal cielo. I nuvoloni che attraversano l’Olanda, infatti, possono giocare brutti scherzi durante le passeggiate, con scrosci anche inaspettati, e avere con sé un ombrello è un’ottima idea anche d’estate. Gli inverni sono freddi e le estati fresche, con temperature medie che in gennaio vanno da -2°C di minima a 4°C di massima, e in agosto vanno da 11°C a 21°C.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close