Cerca Hotel al miglior prezzo

Dobrna, terme della Slovenia: relax e natura

Dobrna, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Sembra che la natura circostante si sia raccolta appositamente, intorno a questo piccolo borgo sloveno, per ripararlo e creare una culla verde: due ruscelli generosi, dal gorgoglio argentino, confluiscono nei pressi del paese, e una corona di monti boscosi, preceduti dai pascoli teneri, si dispone ad abbracciare il centro. Si tratta di Dobrna, cittadella di circa 2 mila abitanti nella Slovenia settentrionale, immersa in una natura lussureggiante e costellata di casette gentili, dall’aria timida e quieta.

I realtà, nonostante l’aspetto sereno e rilassante, Dobrna è una località turistica rinomata. Merito della preziosa fonte termale, scoperta già nel XII secolo, che a poco a poco l’ha resa un piccolo paradiso di salute e benessere. I primi impianti nacquero nel XVIII secolo, quando si comprese la necessità di sfruttare le acque in maniera più razionale e efficiente, e nel secolo successivo vennero creati gli alberghi, che accoglievano i nobili e i borghesi del tempo.

Oggi l’offerta turistica di Dobrna si contraddistingue per lo stretto contatto con la natura e il paesaggio, per il rispetto delle norme ecologiche e la fusione armoniosa tra le strutture e i boschi circostanti. E’ proprio il verde a condurre gli ospiti verso il complesso termale: un bel viale di castagni antichi, che superano i 200 anni di età, accompagna i clienti di oggi così come, in passato, ha accompagnato personaggi di spicco tra cui Napoleone Bonaparte.

Il tesoro più prezioso di Dobrna sono le acque ternali, che sgorgano a una temperatura di 36°C, ma anche i fanghi organici e inorganici. I trattamenti specializzati sono innumerevoli: si va dalla cura dei reumatismi all’ortopedia, dai problemi ginecologici ai programmi di riabilitazione in seguito a lesioni del sistema motorio. Da non dimenticare i trattamenti per i disturbi della microcircolazione e per le malattie urologiche, a cui si aggiungono le sedute di agopuntura, i massaggi, i bagni aromatici e i programmi fitness.

Non è infatti necessario avere qualche problema di salute, tutt’altro: il centro termale di Dobrna sarà prontissimo ad accogliere anche chi, per fuggire dallo stress della routine quotidiana, ha deciso di coccolarsi e ritemprare le energie. Il centro benessere Vitaleum sarà a vostra disposizione per i programmi di fitness e le cure di bellezza, e gli alberghi del complesso presteranno un’attenzione amorevole verso l’alimentazione, gustosa ma sana e naturale. Non vanno poi dimenticate le zone dedicate al divertimento, che comprendono le piscine interne ed esterne, i solarium, le saune, le piscine per i bambini e i parchi gioco, i campi da tennis e da ping-pong, i campi per giocare a bocce e i tavolini esterni per giocare a scacchi, all’ombra fresca e riposante del giardino.

Nei dintorni del centro termale, riguardo alle attività sportive e ludiche, c’è l’imbarazzo della scelta: si potrà andare a pesca o a caccia, si può navigare sul lago Smartinsko con le barche a vela o partecipare a uno dei tanti eventi culturali organizzati in paese, specialmente nella vivace stagione estiva. Tra le visite culturali più affascinanti c’è quella al Castello di Dobrna e al Castello Kacjega, mentre poco lontano si incontrano tante belle località: Novigrad, Dobrnica Manor, Celje, Zice Velenje, col suo castello duecentesco, sono solo alcune delle mete imperdibili.

A completare il quadro invitante si aggiunge il clima mite della zona, caratterizzato da temperature piacevoli, senza picchi eccessivi di gelo o di caldo, e dalle precipitazioni distribuite regolarmente durante l’anno. Le piogge si presentano per una media di 7 giorni al mese in estate, mentre salgono a 9 giorni mensili nel periodo primaverile e autunnale. La temperatura media estiva si aggira intorno ai 18°C, mentre in inverno è di circa 1°C.

Chi viene dall’Italia e desidera trascorrere una vacanza a Dobrna non avrà difficoltà a pianificare il viaggio. In auto basterà varcare il confine italiano e dirigersi, tramite autostrada, verso Lubiana, a circa 89 km da Trieste. Da qui si deve prendere la A1/E57 in direzione Maribor, poi si esce a Zalec e si seguono le indicazioni per Dobrna lungo la strada 429. Chi usa l’aereo può atterrare all’aeroporto di Brnik-Lubiana, a 105 km circa dalla meta.
  •  

News più lette

close