Cerca Hotel al miglior prezzo

Aix-les-Bains e il Lago di Bourget: visita alla cittÓ tra arte e natura

In Francia, nel cuore verde della Savoia, le Alpi si specchiano vanitose nelle acque cristalline del Lago di Bourget: proprio qui, incastonata tra le vette imponenti della catena montuosa e lo specchio d’acqua naturale più esteso del paese, prende posto la cittadina d Aix-les-Bains. Con una popolazione di quasi 26 mila abitanti, nella regione francese del Rodano-Alpi, Aix les Bains è protetta dall’imponenza del Revard, cima di oltre 1550 m, e se ne sta a sua volta appollaiata a circa 250 metri di quota, immersa in un paesaggio eccezionale. Allo splendore incontaminato della natura si aggiungono la cura e la dedizione con cui gli abitanti agghindano la propria cittadina: parchi, giardini, fontane e composizioni splendide di fiori hanno fatto guadagnare al paese l’appellativo di “città fiorita”.

Una delle bellezze maggiori della zona è il lago di Bourget, di origine glaciale, orlato di argini selvaggi. Basti pensare che la riva occidentale, simile a un’isola con tanto di calette suggestive e battigia, è completamente disabitata e inaccessibile dalla terra, protetta com’è dalla vegetazione naturale. In uno scenario simile, lungo tutto il lago, tra i canneti si nascondono le anatre, le folaghe, le galline d’acqua, gli aironi e qualche cormorano.

Per godere appieno del paesaggio si può percorrere l’Esplanade, un ampio parco ombreggiato da alberi secolari, lambito dalle acque fresche del lago. Un lungolago sinuoso, costellato di platani, accompagna i visitatori lungo le rive, dal piccolo porto al grande porto sino alle dighe. I porticcioli, suggestivi e curati, offrono la possibilità di praticare innumerevoli sport sull’acqua, tanto che Aix-les-Bains ha ricevuto il titolo di Stazione Nautica Francese. L’acqua è protagonista anche da un altro punto di vista: Aix-les-Bains è infatti la seconda stazione termale francese, e ospita ogni anno decine di migliaia di visitatori attirati proprio dalle cure termali. Trattamenti personalizzati mirati, brevi o distribuiti in soggiorni più lunghi, sono l’ideale per coccolarsi con una vacanza rigenerante e all’insegna del relax.

Ma la città ha tanto da offrire anche ai patiti di storia, arte e cultura. Testimonianze antiche eccezionali sono ad esempio l’Arco di Campanus e il Tempio di Diana, indizi del prestigio dell’età romana. Rimandano invece alla Belle Epoque i palazzi di lusso e gli alberghi sofisticati, tra cui il Grand Hotel, con l’atrio progettato dal Pellegrini, lo Splendid con le magnifiche sale affrescate e le colonne tempestate di lapislazzuli, e ancora il Bernascon, l’Excelsior, il Mirabeau, l’International e chi più ne ha più ne metta. Elegantissimo anche il Casinò, un’architettura raffinata decorata da mosaici policromi, dotato di un bel teatro in stile francese.

Per completare il quadro, dopo aver visitato i monumenti principali e aver scoperto la natura mozzafiato della Savoia, si può approfittare del soggiorno in zona per prendere parte a uno dei tanti eventi che vi si organizzano durante l’anno. Il Festival delle Notti Romantiche, il Festival dell’Operetta, i concerti di Musilac e gli spettacoli danzanti Aquascénies sono solo alcune delle occasioni da non perdere a Aix-les-Bains.

A rendere il tutto ancor più piacevole ci pensa il clima, dolce e gradevole grazie alla particolare posizione della cittadina, protetta dai venti provenienti da est e da ovest per merito delle montagne. Le temperature, invece, sono mitigate dalla presenza del lago: in gennaio, il mese più freddo, i valori medi vanno da una minima di -2°C a una massima di 7°C; in luglio e agosto si passa dai 14°C ai 28°C, e le condizioni sono le stesse che ci si aspetterebbe di incontrare in una spiaggia paradisiaca. Le precipitazioni non sono particolarmente abbondanti: per tutto l’anno piove, in media, tra i 6 e gli 8 giorni al mese, con una maggiore concentrazione nel periodo invernale.

Arrivare Aix-les-Bains non è difficile, perché è servita efficacemente da varie vie di comunicazione. Chi viaggia in auto può raggiungerla tramite l’autostrada A43 che la collega a Lione, la A6 che la collega a Parigi, la A7 che la congiunge a Marsiglia e la A41 che la collega a Grenoble e Ginevra. Per chi preferisce il treno, la stazione di Aix-les-Bains/Le Revard è raggiungibile ogni giorni da Parigi in 3 ore con il TGV, mentre gli aeroporti più vicini sono quello di Chambéry / Aix-les-Bains, a 10 km, quello di Annecy a 30 km, quello di Ginevra a 75 km e il Lyon-Saint Exupéry a 90 km.
Foto, cortesia: http://www.aixlesbains.fr
  •  

 Pubblicato da - 01 Agosto 2009 - ę Riproduzione vietata

close