Cerca Hotel al miglior prezzo

Conflans-Sainte-Honorine, in Francia la capitale dei battelli

Conflans-Sainte-Honorine, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

I fiumi, da sempre, portano con sé e su di sé innumerevoli storie: sui fiumi scivolano le navi, sui fiumi si sviluppano le città, lungo i fiumi si sviluppano commerci e contatti. Anche Conflans-Sainte-Honorine, cittadina francese situata alla confluenza dell’Oise e della Senna, racchiude il fascino tipico dei centri fluviali, vivace e variegata come tutti i luoghi di passaggio. Grazie all’impegno dei suoi 34 mila abitanti, favorita dalla posizione nell’Île-de-France, Conflans si è affermata come capitale dei battelli e come interessante meta turistica.

Le bellezze locali si dividono tra la zona del fiume e la città vecchia. Il patrimonio fluviale è particolarmente ricco, grazie all’importanza dell’attività portuale. A tal proposito vale la pena di visitare il Musée de la Batellerie, un’esposizione di rilievo nazionale che presenta un’importante raccolta di documenti e testimonianze sulla navigazione: modellini, utensili, disegni e stampe accompagnano il visitatore attraverso la storia di quest’arte antica, lungo cinque spazi espositivi diversi, dedicati rispettivamente alla navigazione meccanizzata, all’uso delle chiatte, ai capitani francesi e alla canalizzazione delle acque.

Da non perdere la cappella galleggiante “Je Sers”, una delle sei cappelle allestite su un battello esistenti in Francia, sempre ormeggiata lungo il porto della Repubblica. Lunga 70 metri, tinteggiata di bianco e d’azzurro, l’antica chiatta ha un elegante pavimento in legno ed è illuminata da grandi vetrate. L’imbarcazione, capace di trasportare 1100 tonnellate di carico, fu acquistata nel 1935 e ribattezzata “Je sers”, ovvero “Io servo”, dall’Abate fondatore Joseph Bellanger. Il suo compito era quello di portare assistenza nel mondo dei naviganti, e la cappella è attiva ancora oggi.

Le barche simbolo della città non finiscono qui: lungo il fiume stazionano anche il Triton 25 e Jacques, restaurate dall’Associazione Amici del Museo e utilizzate tuttora per la navigazione interna. Il primo mezzo fu l’ultimo rimorchiatore fluviale costruito in Francia per la trazione, mentre il Jacques è il più antico rimorchiatore a vapore ancora a galla, risalente al 1904.

Altre zone imperdibili del lungofiume sono in Port Saint-Nicolas, con centinaia di chiatte e una bella passeggiata tra i barconi dei vecchi marinai, la banchina della Repubblica e Le Pontil (“il Pontile”), con una splendida vista sull’Isola dei Cormorani e sulla vicina cittadina di Andrésy. Il pontile ospita il Monumento Nazionale ai Caduti della Navigazione.

Spostandosi nella zona più antica di Conflans-Sainte-Honorine si scoprono le vie pedonali acciottolate, gli edifici eleganti e una serie incantevole di scorci panoramici. Il simbolo del potere dei Signori di Conflans è la Torre Montjoie, tra i migliori esempi di dongione romanico quadrangolare del paese, costruita nell’XI secolo con la duplice funzione di residenza e fortezza difensiva. La posizione della torre, dominante sulla valle della Senna, era perfetta per avvistare i nemici, e l’altezza di 15 metri, mantenuta sino ad oggi, contribuiva allo scopo. Ancora oggi l’edificio ha mantenuto le mura originali, e accanto ad esso si nasconde l’antica bottega di un liutaio.

Tra gli edifici di culto spicca la chiesa di Saint-Maclou, anch’essa fondata nell’XI secolo ma modificata e ampliata fino all’Ottocento. Impettita e fiera sulla cima di un promontorio roccioso, la chiesa custodisce le reliquie di Sainte-Honorine e le pietre tombali dei Signori di Montmorency. Le belle vetrate raffigurano proprio l’arrivo delle reliquie a Conflans, avvenuto nell’876, oltre ad alcuni miracoli attribuiti alla santa.

Ogni mezzo è buono per partire alla volta di Conflans. Chi opta per la macchina, venendo da Parigi, può servirsi dell’autostrada A15 e uscire a Conflans-Sainte-Honorine, oppure, passando da Poissy, può viaggiare sulla A13 e la RN 184, prendendo l’uscita verso Conflans-Sainte-Honorine Centro. In treno, dalla stazione di Parigi Saint-Lazare, si deve andare in direzione Mantes-la-Jolie, ma la cittadina può essere conquistata anche per via fluviale, navigando sul tratto di Senna che da Parigi raggiunge il mare. L’aeroporto parigino di Roissy-Charles de Gaulle è a una quarantina di chilometri di distanza.

Il clima della zona è generalmente piacevole, con inverni miti, estati fresche e precipitazioni concentrate soprattutto nella stagione primaverile. Le temperature medie di gennaio vanno da una minima di 1°C a una massima di 6°C, mentre in luglio e agosto passano dai 15°C ai 25°C. Tra marzo e giugno piove mediamente per 11 giorni al mese.
  •  

News più lette

close