Cerca Hotel al miglior prezzo

Dol-de-Bretagne (Francia): il menhir di Champ Dolent, la Cattedrale e cosa vedere

Dol-de-Bretagne, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Dol-de-Bretagne dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Si sa che la Bretagna è in Francia una delle regioni certamente più accomodanti per il turismo internazionale nonché una fonte pressoché inesauribile di meraviglie in termini di censo architettonico, pura arte e vestigia storiche. Ebbene, Dol-de-Bretagne si inserisce perfettamente in questo contesto dorato in cui i diversi gradi di bellezza concorrono a specificarne il motivo essenziale di visita, in verità più di uno.

Rientrante nella giurisdizione territoriale del dipartimento dell’Ille-et-Vilaine, cioè proprio alle porte della regione, la località di attuali 5.600 abitanti è stata una città episcopale blasonata nell’antichità, contenitore di illustri tesori presieduti dalla pietra miliare del gotico da queste parti, la stupenda Cattedrale di Saint-Samson, autentico fiore all’occhiello dell’architettura ecclesiastica. Le fanno da corona una molteplicità di affascinanti abitazioni medievali e uno stuolo rilevante di testimonianze artistiche del passato.

Storia

Andiamo per ordine. Prima di assumere la prestigiosa identità di città episcopale, Dol-de-Bretagne è stata la capitale religiosa del re Nominoë durante il IX secolo, e nel suo insieme il ricco viatico spirituale si riassume nella presenza imponente della Cattedrale, monumento dalla facciata gigantesca che potrebbe incutere soggezione, senonché il vivo suggerimento è quello di non soffermarsi troppo al suo cospetto e accedere subito all’interno, laddove eleganza e leggerezza regnano incontrastate, illuminate dalla luce che filtra dalle egregie vetrate medievali delle finestre.

Cosa vedere a Dol-de-Bretagne

Osservandone l’immensa aula, attraversata dalla navata lunga ben 93 metri, vi ritroverete a sollazzarvi gli occhi tentando di carpire i segreti di una così magnificente struttura (entro la quale si custodiscono da tantissimi anni le spoglie del vescovo bretone Thomas James e le reliquie di San Sansone e San Magloire), segreti che potete ben più facilmente comprendere visitando il Cathédraloscope, un museo dedicato alle cattedrali del mondo, ai metodi costruttivi, ai relativi simbolismi e alle differenti storie che ne hanno dettato l’erezione.

Usciti frastornati dalle visioni della chiesa, fate un bel respiro e tornate a sintonizzarvi con il Medioevo percorrendo molto lentamente la Grande-Rue-des-Stuarts, la via oggettivamente più bella di Dol-de-Bretagne in virtù degli accattivanti edifici che vi si affacciano, le abitazioni con lunghe file di portici e pilastri, i ciottoli e la Maison des Petits Palets che ha visto la luce nel XII secolo ergendosi così a dimora fra le più antiche della Bretagna. Rue Lejamptel vi accompagnerà alla scoperta dei cortili aperti e delle caratteristiche case a graticcio.

Il menhir di Champ Dolent

Se vi piacciono miti e leggende, allora uscite dal perimetro cittadino, inoltratevi per tre chilometri al di fuori raggiungendo il Mont-Dol, roccia granitica di 65 metri che avrebbe, secondo quanto si racconta da secoli, fatto da teatro al feroce scontro tra il diavolo e San Michele, i cui segni sarebbero marcati sulla pietra. Nelle vicinanze s’erge una testimonianza archeologica rappresentata dal menhir di Champ-Dolent, il più grande del suo genere (9,30 m di altezza, una circonferenza di 8,7 m e un peso di ca. 100 tonnellate), ma l’impatto tout court a livello emozionale lo concede la Passeggiata dei Bastioni – Jules Revert lungo la cinta muraria innalzata nel XIII secolo ma rinforzata a più riprese fra il XIV e il XV secolo.

Mercato, eventi e manifestazioni

Ogni sabato mattina il paese si ravviva ulteriormente grazie al mercato, mentre fra maggio e giugno imperversano le mostre a tema del Festival del Regno Unito. A luglio la Festa di San Sansone porta in piazza le danze popolari, gastronomia e tradizione locali. Bisogna attendere inizio agosto per assistere alle performance del Musikadol, grandioso festival di musica jazz. Suggestivo il meraviglioso concerto corale della Cattedrale che richiama a luglio gli amanti delle melodie sacre.

Come arrivare a Dol-de-Bretagne

Bisogna percorrere l’Autostrada A71 e l’Autostrada A13, oppure salire a bordo dei bus Keolis, che collegano anche la cittadina a Mont-Saint-Michel; Dol-de-Bretagne dispone di stazione ferroviaria autonoma; l’aeroporto di riferimento è Rennes-Saint-Jacques e la stazione degli autobus vi è compresa.

  •  

News più lette

18 Settembre 2020 Polizza sanitaria viaggio e sostenibilitą: ...

Come noto, l’industria dei viaggi sta affrontando importanti sfide ...

NOVITA' close