Cerca Hotel al miglior prezzo

…pernay (Francia), visita alla Capitale dello Champagne

Epernay, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Situato nella parte centro-settentrionale del paese, ad una trentina chilometri di distanza da Reims e a 140 dalla capitale Parigi, Epernay è un piccolo comune di circa 25.000 abitanti conosciuto in tutto il mondo per la sua produzione di vino Champagne. Immerso tra le verdeggianti colline della Vigna e tra i fantastici scorci delle Marne, il centro abitato è visitato ogni anno da parecchie migliaia di turisti, non necessariamente intenditori di vino o amanti delle bollicine, ma anche da famiglie e coppie di giovani che hanno intenzione di trascorrere qualche giorno lontano dallo stress della vita quotidiana a contatto con la natura.

La storia dell’abitato di Epernay è lunga e pregna di eventi, molti dei quali purtroppo legati alle tante distruzioni alle quali il centro è andato in contro a partire dal V secolo, quando venne fondato. Da quel momento ad oggi sono state ben venticinque le ricostruzioni più e meno ingenti alla quali è stato sottoposto Épernay, che comunque presenta ancora qualche elemento riconducibile ad ognuna di queste, risultando perciò una sorta di libro aperto sul passato artistico e culturale della Francia centro-settentrionale. A partire dalla seconda metà del Settecento, il villaggio ha legato la propria fama a quella dello champagne, vero e proprio motore economico di tutta la regione.

Già varcando il confine della regione, chiamata non a caso Champagne-Ardenne, si capisce come sia la produzione di questo pregiato vino bianco frizzante l’essenza principale che scandisce la vita da queste parti. Da trecento anni a questa parte è in questa zona della Francia che si produce uno dei vini più pregiati ed apprezzati al mondo: lo champagne. Proprio ai proventi garantiti dalla vendita del vino si deve la realizzazione di alcune magnifiche architetture del centro di Épernay dove, soprattutto lungo Avenue de Champagne, si susseguono magnifiche palazzine signorili ottocentesche, divenute con il passare degli anni le sedi delle aziende vinicole più prestigiose del paese. All’incirca allo stesso periodo risalgono molti altri edifici importanti, come ad esempio il teatro Gabrielle Dorziat, il Palazzo Gallice, la Villa Rosa, il Castello Perrier ed il Municipio, strutture perfettamente inserite in un tessuto urbanistico armonioso e ordinato, nonostante le tante vicissitudini storiche.

La maggior parte delle attrattive di Epernay sono legate allo champagne. Passeggiando a piedi per il piccolo centro storico si possono visitare musei, allestimenti e cantine tutte strettamente collegate alla produzione, alla degustazione ed alla valorizzazione del prodotto più pregiato di queste colline. I più conosciuti il Dom Pérignon e il Moët & Chandon. Tra le poche visite non di carattere enologico spicca invece quella alla biblioteca municipale, all’interno della quale è conservato il codice miniato dei Vangeli di Ebbone, risalenti all’incirca al IX secolo. Nei dintorni della cittadina si incontrano poi decine di altri paesini anch’essi devoti al vino oltre che particolarmente interessanti dal punto di vista architettonico per via della presenza di alcuni splendidi edifici romanici. Molto bello e rilassante è passeggiare su e giù per le colline della zona, caratterizzata da scorci paesaggistici davvero suggestivi.

La stagione migliore per visitare Épernay ed in generale tutto il dipartimento della Marna è l’estate, quando oltre al clima gradevole si avrà modo di partecipare alle numerose manifestazioni culturali organizzate dai comuni della zona. In questa stagione le giornate sono calde, con temperature che nel pomeriggio superano i 30 gradi scendendo la notte di poco sotto ai 20. D’inverno, invece, i valori calano drasticamente portandosi intorno alla zero e dando luogo talvolta a nevicate anche di una certa intensità.

Per quanto riguarda i trasporti, la cittadina è perfettamente collegata a Parigi da frequenti collegamenti ferroviari, mentre per muoversi da Reims si può prendere anche l’autobus. Una volta giunti a destinazione, si può noleggiare un’automobile per muoversi autonomamente per le campagne della regione, con la bicicletta che rappresenta un’alternativa particolarmente suggestiva soprattutto in estate.
  •  

 Pubblicato da - 21 Marzo 2010 - © Riproduzione vietata

close