Cerca Hotel al miglior prezzo

Lémeré (Francia), il castello di Rivau e i suoi giardini sulla Loira

Pagina 1/2

Una località graziosa, composta da due nuclei distinti, dominata da tinte allegre e scorci incantevoli ma famosa soprattutto per un dettaglio, o meglio per un monumento imponente: il magnifico castello di Rivau. La località in questione è Lemere, cittadina francese della regione del Centro, nel dipartimento di Indre-et-Loire, composta appunto dal borgo di Lémeré e dal nucleo distinto di Coudray.

Chi passeggia per le strade del paese si innamora degli scorci segreti, degli archi e dei cortili, e resta ammirato di fronte alla chiesa parrocchiale e al palazzo del municipio. Ma il gioiello più prezioso, che fa inevitabilmente passare in secondo piano tutto il resto, è il celebre Chateau du Rivau, edificato nel XV secolo come fortezza ad uso militare e in seguito convertito a scopi domestici in epoca rinascimentale.

La forma dell’edificio è tanto particolare, elegante, sontuosa ed accattivante da essere stato citato ad esempio da Rabelais, poeta di spicco del rinascimento francese, come dono fatta dal suo personaggio Gargantua al capitano Tolmère, in segno di ricompensa per le vittorie riportate nel corso delle guerre picrocoline. Ma non è questo l’unico personaggio famoso ad essere legato alle vicende del castello: nel 1429, al termine della Guerra dei Cent’anni, Giovanna d’Arco in persona si recò a Rivau per radunare tutti i migliori cavalli posseduti dal Re di Francia. Ancora oggi, in effetti, è possibile visitare le imponenti stalle fortificate, uniche nel paese, note sin dall’età rinascimentale per la qualità dei destrieri ivi allevati. Furono costruite da Francois de Beauveau, proprietario di Rivau e capitano di Francesco I, nonché stalliere della Corona francese.

Recentemente, a partire dal 1992, i proprietari attuali hanno messo in moto un’operazione di restauro grandiosa, atta a riportare il castello al fasto di un tempo, ma anche a rimettere a nuovo le già citate stalle e gli splendidi dodici giardini. Il complesso dalle linee rinascimentali, di proporzioni monumentali, riprende fedelmente le vestigia delle fortificazioni originarie, e Rivau è oggi classificato come importante monumento storico. Non a caso sono numerosissimi i visitatori che vi si recano ogni anno, attirati dalla sua storia appassionante ma soprattutto dai suoi giardini.

“Jardin Remarquable” è il prestigioso titolo con cui sono stati etichettati i dodici spazi verdi che circondano il maniero, per una decisione del Ministero della Cultura, che li ha considerati tra i più bei giardini di tutta la Francia.
... Pagina 2/2 ...
Vi si trovano numerose piante rare e specialmente oltre 300 varietà differenti di rose, nate dalla creatività di famosi maestri come David Austin e André Eve, ma tra i fiori si nascondono anche opere d’arte contemporanea di grande pregio, in un connubio tra natura, storia e innovazione che fa innamorare gli ospiti di tutto il mondo. La collezione permanente di arte contemporanea comprende creazioni di Fabien Verschaere, Cat Loray, Jerôme Basserode, Frans Krajcberg, Philippe Ramette e molti altri.

Anche i piaceri del palato trovano soddisfazione a Lemere e addirittura all’interno de castello. Qui infatti, dal mercoledì alla domenica, è possibile pranzare presso “La tavola delle fate”, aperta da aprile a ottobre, mentre gli amanti irriducibili della vita all’aria aperta possono godersi un picnic sul prato. Inoltre, nel Castello di Rivau e nello splendido scenario dei suoi giardini, vengono organizzati periodicamente eventi, festival e manifestazioni culturali all’insegna del divertimento e delle curiosità. A maggio, ad esempio, c’è la rievocazione dei combattimenti tra cavalieri, mentre all’inizio di giugno c’è l’atteso appuntamento con gli artisti del giardinaggio, pronti a dispensare preziosi consigli e dimostrazioni. In settembre c’è la vivace festa della zucca e in ottobre si saluta l’arrivo dell’autunno con piacevoli concerti lungo la Loira.

A favorire l’atmosfera vacanziera e di festa c’è un clima piuttosto piacevole, che si mantiene mite tanto in estate quanto in inverno, con precipitazioni moderate nella stagione più calda. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 2°C a una massima di 7°C, mentre in luglio, il mese più caldo, si va dai 13°C ai 25°C. Le precipitazioni si concentrano nel periodo invernale: i mesi più piovosi, con una media di 12 giorni di pioggia ciascuno, sono dicembre e gennaio.

Raggiungere Lémeré non è difficile, trovandosi non molto distante da Tours. Da qui, viaggiando in auto, si può prendere l’autostrada A10 in direzione di Poitiers, poi imboccare l’uscita numero 25 St. Maure de Touraine e seguire le indicazioni per Chinon, sino a raggiungere la meta. Dall’aeroporto di Tours ci sono circa 62 km di distanza.
loading...
07 Agosto 2017 Cinecittà World: biglietti per ingresso ...

Il parco divertimenti di Cinecittà World ha appena iniziato la ...

NOVITA' close