Cerca Hotel al miglior prezzo

Lodève, lungo il cammino francese tra storia e arte

Lodeve, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Sarà stato il clima mediterraneo a favorire l’indole solare di questa cittadina, o forse saranno state le appassionanti vicende storiche a regalarle l’audacia e l’amore per l’arte e la cultura. Certo è che Lodève, comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione della Linguadoca-Rossiglione, è una meta incantevole per chi vuole gustare in un solo colpo divertimento e relax, natura e testimonianze storiche. Sede di sottoprefettura, popolata da circa 7500 abitanti, la località della Francia meridionale unisce le caratteristiche di una moderna cittadina ai sapori genuini di un piccolo borgo, accogliendo i visitatori con una piacevole familiarità.

Incastonata tra località interessanti come Montpellier (a 30 minuti di viaggio), Béziers e Sète, Lodève gode di ottimi collegamenti stradali con il resto del paese, è a breve distanza dal mare e gode da sempre di una politica culturale attenta, che ha saputo valorizzarne le bellezze architettoniche e paesaggistiche. Ad ogni angolo di strada pare esserci un piccolo atelier, le botteghe degli artigiani sembrano laboratori d’arte e i palazzi antichi sono stati spesso trasformati in gallerie dove regnano il colore e l’armonia.

Punto strategico di sosta lungo il famoso Cammino Francese verso Santiago di Compostela, Lodeve è storicamente la patria dei migliori fabbricanti di tessuti della regione, ma col passare del tempo ha accumulato monumenti e risorse turistiche che l’hanno trasformata in una bella meta di vacanza. Tutt’intorno il paesaggio è tappezzato di tinte varie e ambienti mutevoli, dalle pianure silenziose alle colline verdeggianti, sino all’aspra gariga coi suoi arbusti spettinati. La cittadina occupa un passaggio naturale tra la zona degli altopiani e la regione della Linguadoca, ed è rinfrescata dai vicini corsi di due fiumi, dal lago di Salagou e dalle foreste ricamate di sentieri.

I gioielli che si celano nel cuore vero e proprio della cittadina sono numerosi, e risalgono spesso a tempi lontani. Da non perdere l’antica cattedrale di Saint-Fulcran, un tipico esempio di architettura gotica dovuta alle origini celtiche della cittadina. La diocesi locale venne fondata probabilmente già nel IV secolo, per poi essere soppressa nel corso della rivoluzione francese e venire annessa all’arcidiocesi di Montpellier: soltanto in seguito Lodève divenne sede ufficiale del vescovo, e la cattedrale fu classificata Monumento Storico nel 1840.

Gli amanti dell’arte e della storia non possono farsi sfuggire il Museo Fleury di Lodève, suddiviso in due sezioni: da un lato le raccolte di geologia, paleontologia, resti preistorici e archeologici rinvenuti nella regione in un periodo compreso tra 500 milioni di anni da e l’età gallo-romana; nella seconda sezione si condensano opere d’arte magnifiche, pittoriche o scultoree, come i disegni su carta di Paul Dardé e i capolavori di Braque, Dufy, Soutine e molti altri.

Intorno alla cittadina, tra le numerose attrattive paesaggistiche presenti, vale la pena di fare una bella gita al Lago di Salagou, a ovest di Clermont-l’Hérault. La distesa d’acqua turchese, immersa in uno scenario incontaminato, rappresenta un vero e proprio paradiso per chi abbia voglia di passeggiare all’aria aperta, respirando a pieni polmoni un’aria fresca e pura, oppure di pedalare in sella alla mountain bike e divertirsi alla ricerca dei panorami più sorprendenti. Sul lago si possono praticare anche la pesca e diversi sport a vela.

Un altro tipo di divertimento è offerto dai numerosi appuntamenti culturali o folcloristici che si susseguono nell’arco dell’anno, animando il cuore di Lodève. La cittadina, vivace ed eclettica, ha un calendario fitto di eventi e manifestazioni, che vanno dai mercatini di prodotti tipici ai concerti all’aperto, dalle mostre d’arte temporanee sino alle rassegne enogastronomiche più golose. Nel mese di luglio gli amanti della letteratura apprezzeranno il festival di poesia intitolato “Voix de la Méditerranée” (Voci del Mediterraneo), inaugurato nel 1998, della durata di 9 giorni. La festa del patrono, la “Fete de St. Fulcran”, si ripete ogni anno nel mese di maggio e comprende una processione solenne delle reliquie del santo seguita da una grande festa nella piazza del paese.

Il clima di Lodève, mite e generalmente soleggiato, sembra fatto apposta per gustare appieno i bei paesaggi dei dintorni e le divertenti feste organizzate in città. Qui infatti le temperature medie vanno da una minima di 1°C a una massima di 11°C in gennaio, il mese più freddo, e da una minima di 16°C a una massima di 29°C in agosto, il mese più caldo. Le precipitazioni, scarse in estate, toccano il picco massimo nel mese di ottobre, con una media di 7 giorni di pioggia.

Raggiungere Lodève non è difficile, grazie alla vicinanza di Montpellier e altre città turistiche e agli ottimi collegamenti stradali. La cittadina è infatti situata lungo l’autostrada A75, a circa 30 minuti dal viadotto autostradale di Millau (il più alto del mondo), e l’aeroporto di Montpellier è a soli 65 km circa.
  •  

 Pubblicato da - 19 Giugno 2011 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close