Cerca Hotel al miglior prezzo

Alès (Francia), alla scoperta della cittadina e del parco delle Cevenne

Ales, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Un grande amore per i fiori, un’industria mineraria ben avviata e una lunga tradizione di produzione e commercio di seta: Alès, comune francese di circa 40 mila abitanti, sulle rive del fiume Gardon, ha alle spalle una storia ricca e varia, costellata di eventi interessanti e passioni che l’hanno fatta crescere. Situata nel dipartimento del Gard, nella regione della Linguadoca-Rossiglione, la cittadina si trova a pochi passi da Cevenne e a qualche chilometro da Nimes. Località è a misura d’uomo, e la si può visitare comodamente a piedi. Anche il clima fa venire voglia di passeggiare, con i suoi inverni freddi ma non troppo rigidi e le estati abbastanza miti e soleggiate: le temperature medie di gennaio vanno infatti da una minima di 1°C a una massima di 11°C, mentre in luglio e agosto si va dai 16°C ai 29°C. Le precipitazioni sono scarse nel periodo estivo e si concentrano principalmente tra ottobre e gennaio, quando piove mediamente per 7 giorni mensili.

In particolare nel XVIII secolo i bozzoli e i fili di seta venivano venduti in enormi quantità, a migliaia e migliaia di tonnellate, e soltanto nella seconda metà dell’Ottocento, con lo sviluppo della ferrovia in questa zona francese, l’economia conobbe anche l’importanza del carbone. Fu allora che il centro acquistò una certa importanza dal punto di vista industriale, guadagnandosi una posizione di rilievo nella Linguadoca. Tutto ruotava intorno a quei 20 mila minatori che lavoravano assiduamente, finché il carbone non dovette fare i conti con nuove fonti di energia. Oggi Alès, anche grazie alla strategica posizione tra le varie valli delle Cevenne, è un vivo centro commerciale, culturale, scientifico e turistico.

Tra i monumenti storici che meritano una visita ci sono, in particolare, l’imponente Cattedrale di Saint Jean, che fonde in un unico complesso delle magnifiche architetture romaniche, gotiche e classiche, ma anche il grande Forte medievale che domina la città circondato da uno splendido giardino. Il Parco Botanico della Vecchia Torre è un giardino comunale rigoglioso di piante rare, esotiche o tipiche della zona, situato presso l’ Hôtel de Ville in Alès. Creato nel 1973 da un paesaggista locale, il parco venne aperto al pubblico nel 1981 e nel 1990 vi furono identificate ad opera di un botanico oltre 200 specie differenti di piante: ora ce ne sono più di 700.

Chi vuole conoscere più a fondo il passato della città può visitare il Museo del Minatore di La Grande Combe e la Miniera-Testimonianza di Alès: quest’ultima costituisce un vero e proprio spazio espositivo sotterraneo, allestito in un tunnel lungo 600 metri, che rievoca gli oltre 150 anni di storia dei giacimenti carboniferi.

A vivacizzare la cittadina ci sono, nell’arco dell’anno, tanti eventi culturali all’insegna della tradizione e del divertimento. Tra gli appuntamenti più interessanti dell’agenda di Alès vanno ricordati il famoso Film Festival di marzo, la rassegna Feria d’Alès che dura 4 giorni e si svolge alla fine di maggio, con spettacoli di ogni genere e tanti stand gastronomici, e il coloratissimo carnevale. All’inizio di luglio c’è il festival degli artisti di strada (Cratère Surface), mentre l’ultima settimana dello stesso mese c’è lo spettacolo corale Les Four Chantants, con tante performance che si susseguono nel corso della settimana fino al grandioso show finale.

Per raggiungere Alès, a pochi chilometri da Nimes, ci sono varie possibilità. I treni locali arrivano qui da Avignone, passando proprio per Nimes, e anche gli autobus fermano alla stazione ferroviaria di Alès. L’automobile è il mezzo ideale per chi, oltre a conoscere la cittadina in sé, desidera esplorare il paesaggio nei dintorni: dall’autostrada A7 si imbocca l’uscita per Bollène, mentre dalla A9 si esce a Nîmes-Ouest. L’aeroporto più vicino è ancora una volta quello di Nimes.
  •  

News più lette

close